Pallavolo: Italia da applausi, Russia battuta 3-0. Rio è più vicina

Italian players celebrate after winning a set against Russia during the third round match between Italy and Russia at the FIVB Volleyball Men's World Cup in Tokyo, Japan, 21 September 2015. EPA/KIYOSHI OTA
Italian players celebrate after winning a set against Russia during the third round match between Italy and Russia at the FIVB Volleyball Men's World Cup in Tokyo, Japan, 21 September 2015.  EPA/KIYOSHI OTA
Italian players celebrate after winning a set against Russia during the third round match between Italy and Russia at the FIVB Volleyball Men’s World Cup in Tokyo, Japan, 21 September 2015. EPA/KIYOSHI OTA

ROMA. – Una super Italia schianta anche i campioni olimpici della Russia e avvicina la pallavolo azzurra ai Giochi di Rio. La squadra di Gianlorenzo Blengini giocando una delle migliori partite degli ultimi anni inanella l’ottava meraviglia in Coppa del Mondo, battendo i fortissimi russi 3-0 (25-15; 26-24; 25-18) nella 9/a giornata del torneo iridato. Gli azzurri hanno sfoderato una prestazione superlativa, di grande intensità, praticamente perfetta nel primo set, di grande compattezza nel secondo vinto ai vantaggi dopo aver rimontato quattro lunghezze di svantaggio, senza sbavature nel terzo.

I campioni olimpici di Londra e medaglia d’oro dell’ultimo Europeo non hanno saputo trovare le contromisure per arginare uno straripante Zaytsev (20 punti con 4 ace e 3 muri) e controllare le invenzioni di Simone Giannelli, il 19nne regista che si muove in campo come un veterano. “Siamo stati bravi sia mentalmente che tecnicamente – le parole del ct a fine gara – La Russia ha sbagliato qualcosa di troppo nel primo set e noi abbiamo sfruttato l’occasione. Ora dobbiamo concentrarci sulla prossima partita quella contro l’Argentina. Per noi non è cambiato niente, dobbiamo pensare ad una gara per volta”.

Con questa vittoria (l’ottava in nove gare, quinta consecutiva per 3-0), l’Italia ha fatto un altro passo verso il traguardo della qualificazione a Rio 2016. Alla fine del torneo mancano ancora due gare: domani contro l’Argentina e mercoledì contro la Polonia, quando probabilmente si deciderà il futuro degli azzurri, che potrebbero magari contare anche sui risultati favorevoli dagli altri due big match (Usa-Russia domani) che già potrebbero spedirli a Rio vincendo domani contro la squadra di Velasco.

A due gare dal termine la classifica vede: Polonia 9 vittorie, Usa e Italia 8 (americani in vantaggio per quoziente set); Russia e Argentina 7; Giappone 5, Canada e Iran 3, Australia 2; Egitto e Venezuela 1; Tunisia 0 (le prime due direttamente a Rio). Se gli azzurri sognano, le azzurre intanto si preparano all’Europeo che inizia il prossimo fine settimana. Hanno fatto rientro al Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti, dove si alleneranno fino a mercoledì per poi trasferirsi ad Apeldoorn. L’esordio europeo sabato contro la Polonia.

A un anno dall’Olimpiade, gli azzurri della pallavolo potrebbero essere la prima nazionale tricolore a ottenere la qualificazione, mentre per pallanuoto (uomini e donne) e basket bisognerà passare per i tornei pre-olimpici contro le nazionali di altri continenti. Fare l’en-plein sarà dura e l’unico team che, sulla carta, non dovrebbe avere problemi è il Settebello della pallanuoto, che va ai Giochi ininterrottamente dal 1948. E’ già matematico che l’Italia non possa fare il record come ad Atene 2004, quando fu presente in 8 tornei di sport di squadra, mentre l’incubo è rivivere Los Angeles 1932, quando di compagini azzurre non ce ne fu neppure una. A Londra 2012 l’Italia si fermò a metà, con 4 rappresentative: pallanuoto uomini e donne e pallavolo uomini e donne.