Tav: scontri a cantiere 2011, chieste undici condanne

(ANSA) – TORINO, 22 SET – Undici condanne a pene comprese tra due e tre anni sono state chieste dal pm Manuela Pedrotta per antagonisti aderenti al movimento No Tav nel processo per gli scontri al cantiere della Torino-Lione, a Chiomonte, avvenuti l’8 dicembre 2011. Le accuse sono, a vario titolo, di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e di danneggiamento aggravato. Le pene più alte sono state richieste per Andrea Bonadonna e Giorgio Rossetto, esponenti di spicco del centro sociale Askatasuna di Torino.(ANSA).

Condividi: