Pallavolo: Polonia ko, l’Italia stacca pass per Rio

Italian players celebrate a point during the third round match between Italy and Argentina at the FIVB Volleyball Men's World Cup in Tokyo, Japan, 22 September 2015. EPA/KIYOSHI OTA
 Italian players celebrate a point during the third round match between Italy and Argentina at the FIVB Volleyball Men's World Cup in Tokyo, Japan, 22 September 2015.  EPA/KIYOSHI OTA
Italian players celebrate a point during the third round match between Italy and Argentina at the FIVB Volleyball Men’s World Cup in Tokyo, Japan, 22 September 2015. EPA/KIYOSHI OTA

ROMA. – L’Italia ha chiuso la World Cup battendo per 3-1 la Polonia, togliendole l’imbattibilità nel torneo, ma quel che più conta scavalcandola in classifica (per quoziente set) e guadagnando la qualificazione per le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Per l’Italia si tratta dell’undicesima partecipazione consecutiva ai Giochi olimpici. Gli azzurri al termine di un torneo durante il quale hanno ottenuto 10 vittorie in 11 incontri, hanno centrato l’obiettivo principale del loro viaggio in Giappone: il lasciapassare per i Giochi. Traguardo particolarmente significativo che permetterà a Blengini e ai suoi ragazzi di progettare con calma la stagione che porta alle Olimpiadi.

Contro la Polonia era obbligata a vincere 3-0 o 3-1. Insomma, doveva giocare una finale sapendo di partire ad handicap, ma questo non ha spaventato Buti e compagni che sono entrati in campo decisi e determinati e ne sono usciti festanti e felici. L’Italia ha lottato e sofferto nel primo set vinto di misura, ha subìto il ritorno dei campioni del mondo nel secondo. Nel terzo è stata ancora la Polonia a partire lanciata, ma il 6-3 in suo favore si è presto capovolto e l’Italia è tornata avanti nel punteggio e nel gioco.

Con una determinazione quasi feroce, spinta dalla prova eccellente in attacco di Juantorena e Zaytsev, confortata dalle difese di Lanza e Colaci, ispirata dai palleggi di Giannelli, coperta dai muri di Piano e Buti, la squadra di Blengini (subentrato lo scorso luglio a Mauro Berruto) ha subito imposto il suo gioco anche nel quarto, vinto in crescendo 25-19. E quando il servizio del polacco Buszek è finito fuori campo, sancendo la vittoria tricolore, è esplosa la festa.

“Siamo molto felici – le parole del ct Gianlorenzo Blengini, – Ringrazio i giocatori per lo spirito dimostrato durante tutto il torneo e anche lo staff. Tutti hanno dato il loro meglio e siamo cresciuti di gara in gara. Come mi sento? In questo momento non avverto nemmeno la stanchezza…”. “Sognavo di giocare un’Olimpiade sin da bambino – ha detto l’italocubano Osmany Juantorena, miglior marcatore del match con 25 punti – Siamo riusciti ad ottenere l’obiettivo nonostante fossimo una squadra nuova. Ci siamo riuniti il 3 agosto con questo obiettivo della qualificazione e l’abbiamo raggiunta. Io voglio ringraziare tutti, anche i ragazzi che sono rimasti in Italia, soprattutto Lele Birarelli, che non è con noi perché infortunato. Questa è una qualificazione di tutti e non solo di quelli che sono qua”.

Condividi: