Dissidente cinese Gao denuncia torture

(ANSA) – PECHINO, 24 SET – Nella prima intervista dopo cinque anni di silenzio l’avvocato e dissidente cinese Gao Zhisheng ha denunciato di essere stato torturato con scariche elettriche e di essere stato in totale isolamento per 3 anni. Gao all’ Associated Press, ha detto di aver sofferto soprattutto per le “torture psicologiche” definite “inimmaginabili”. E’ stato condannato nel 2006 a 3 anni di carcere per incitamento alla sovversione, imprigionato una seconda volta nel 2010 e dall’anno scorso in libertà vigilata.

Condividi: