A 100 anni scompare Ingrao, leader storico della sinistra

Pubblicato il 27 settembre 2015 da redazione

Ingrao in Calabria

Ingrao in Calabria

ROMA. – A 100 anni è morto Pietro Ingrao, leader storico della sinistra, voce critica del Pci, presidente della Camera durante gli anni di piombo. Ingrao era da tempo malato e aveva da diversi anni rinunciato ad apparire in pubblico. E’ morto nella sua casa di Roma, in via Ugo Balzani, nel quartiere vicino piazza Bologna.

La sua scomparsa ha suscitato una forte emozione nella sinistra italiana. Il premier Renzi, tra i primi a esprimere il suo cordoglio per la morte dell’anziano leader, ha ricordato il suo ruolo di protagonista nella storia della sinistra italiana: “A tutti noi – ha detto Renzi – mancherà la sua passione, la sua sobrietà, il suo sguardo, la sua inquietudine che ne ha fatto uno dei testimoni più scomodi e lucidi del Novecento, della sinistra, del nostro Paese”. Dal Quirinale il presidente della Repubblica ha parlato della passione politica di Ingrao sostenendo che essa “resterà un patrimonio del Paese”, mentre “la sua libertà interiore è un esempio per le giovani generazioni”.

Mattarella ha voluto mettere in risalto il ruolo di Ingrao nelle istituzioni repubblicane, in particolare la sua presidenza della Camera durante gli anni del terrorismo e del rapimento Moro. “Le istituzioni, segnate dai valori della Carta costituzionale – ha detto – hanno rappresentato per lui un limite entro cui svolgere una corretta competizione di idee ma al tempo stesso un orizzonte democratico, che andava invece sempre più allargato ai nuovi soggetti sociali e agli esclusi”.

Laura Boldrini ha ricordato Ingrao come “un leader politico che ha speso tutta la sua vita per dare forza alla nostra democrazia”. Piero Grasso ha citato una frase di Ingrao che bene lo raffigura: “Il dubbio è l’unica cosa che rivendico in pieno della mia vita’”.

Tra i tanti ricordi spicca quello di Giorgio Napolitano, che di Ingrao fu avversario politico nel Pci: se il “compagno Pietro” rappresentava l’ala sinistra, aperta ai movimenti e alle inquietudini dei giovani, il futuro capo dello Stato capeggiava invece la corrente di destra, comunista ma in viaggio verso la socialdemocrazia. Nonostante, o forse propria a causa di questa rivalità, è nato tra i due un rapporto profondo che Napolitano ha voluto richiamare nei termini di una “amicizia indistruttibile” formatasi nella “comune partecipazione alle prove più belle, e alle più drammatiche, vissute insieme per decenni”.

Ma le manifestazioni di commozione per la morte del padre della sinistra critica sono state numerosissime. Il ministro della Giustizia Orlando ha twittato un “addio compagno Ingrao”, Romano Prodi ne ha ricordato “l’abnegazione e il rigore”, Nichi Vendola ha messo in rilevo il suo “amore per la libertà”, la Cgil ha salutato “l’amico del movimento dei lavoratori” e anche Magistratura Democratica, la corrente dei magistrati di sinistra, lo ha ringraziato per il suo impegno. Fino a martedì, la camera ardente, allestita a Montecitorio per l’ultimo saluto al comunista eretico.

(di Marco Dell’Omo/ANSA)

Ultima ora

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

Archivio Ultima ora