Rabbia e commozione di Obama, cambiamo la legge sulle armi

(ANSA) – NEW YORK, 1 OTT – “Le preghiere non bastano più”. Barack Obama parla in diretta tv dopo la strage in Oregon invocando per l’ennesima volta una nuova legge sulle armi. “Possiamo fare qualcosa per cambiare le cose”, afferma fissando la telecamera con gli occhi rossi per la commozione. “Ma – ammette – non posso farlo da solo, senza il Congresso, senza i governatori”. “Spero – aggiunge poi Obama – di non dover tornare di nuovo qui durante il mio mandato da presidente per fare le condoglianze a tante famiglie”.

Condividi: