Yara: ex capo Mobile, chi la portò in campo conosceva zona

(ANSA) – BERGAMO, 2 OTT – Quando, il 26 febbraio del 2011, fu trovato il corpo di Yara Gambirasio nel campo di Chignolo d’Isola, gli investigatori ipotizzarono che “chi l’aveva portata “era nato in quella zona, oppure vi viveva o la frequentava per motivi di lavoro”. L’ex capo della Squadra mobile di Bergamo in aula ha spiegato che il percorso dall’impianto sportivo da cui Yara era scomparsa e il campo “non è lineare” e contempla “strade secondarie” che difficilmente chi non conosce al zona poteva percorrere.

Condividi: