In Colombia crescono le donne produttrici di caffè

caffe

MILANO. – La Federación Nacional de Cafeteros della Colombia ha presentato il suo programma per le donne coltivatrici di caffè nel corso di un seminario internazionale organizzato dall’Università del Caffè di Illy e dalla Fondazione Ernesto Illy tenutosi al padiglione della Colombia a Expo.

“Il Programma per le Donne Coltivatrici di Caffè, nato 9 anni fa, ha l’obiettivo di raggiungere la parità di genere all’interno della filiera produttiva e commerciale” ha spiegato Ana Maria Lleras, coordinatrice del programma.

Inizialmente il programma si è focalizzato sulla situazione femminile nel mondo del caffè. Successivamente, la Federazione ha sviluppato progetti di formazione stringendo alleanze con partner pubblici e privati per garantire alle donne l’accesso a programmi di educazione e assistenza psicosociale.

“Abbiamo promosso la nascita di associazioni di donne produttrici di caffè e oggi ne esistono 72 che coinvolgono più di 6.000 donne. Abbiamo promosso l’indipendenza economica delle donne” ha continuato Lleras.

La Colombia è il terzo produttore di caffè al mondo e il primo produttore di caffè speciali. Alla coltivazione del caffè si dedicano oggi ben 563.000 famiglie e, all’interno di queste, sono 300.000 le donne che partecipano al processo di produzione del caffè. Di loro 106.792, ovvero il 28% del totale dei produttori, possiedono la proprietà della tenuta che quindi risulta registrata direttamente a loro nome.