Afghanistan, Msf lascia Kunduz dopo strage ospedale

(ANSA) – KABUL, 4 OTT – Médecins sans Frontières (Msf) si è ritirata da Kunduz, la città afghana dove ieri l’ospedale è stato distrutto da un raid aereo, condotto dagli Usa secondo Msf, con almeno 19 morti e decine tra feriti e dispersi. Kate Stegeman, portavoce di Msf, ha precisato che parte del personale sta lavorando in altre strutture della città.

Condividi: