Air France: ira lavoratori per i tagli, aggrediti manager

Pubblicato il 05 ottobre 2015 da redazione

Air France director of Human Ressources, Xavier Broseta, right, and Air France assistant director long-haul flight, Pierre Plissonnier, center, are protected by a police officer as they flee Air France headquarters at Roissy Airport, north of Paris, after scuffles with union activist, Monday, Oct. 5, 2015. Union activists protesting proposed layoffs at Air France stormed the headquarters during a meeting about the job cuts, zeroing in on two managers who had their shirts torn from their bodies, scaled a fence and fled under police protection. (ANSA/AP Photo/Jacques Brinon)

Air France director of Human Ressources, Xavier Broseta, right, and Air France assistant director long-haul flight, Pierre Plissonnier, center, are protected by a police officer as they flee Air France headquarters at Roissy Airport, north of Paris, after scuffles with union activist, Monday, Oct. 5, 2015. Union activists protesting proposed layoffs at Air France stormed the headquarters during a meeting about the job cuts, zeroing in on two managers who had their shirts torn from their bodies, scaled a fence and fled under police protection. (ANSA/AP Photo/Jacques Brinon)

PARIGI. – Botte da orbi nel quartier generale di Air-France-Klm. Centinaia di dipendenti in sciopero hanno fatto irruzione nella sede parigina del gruppo urlando slogan contro il piano di tagli da 2.900 posti che veniva discusso proprio in quel momento dai manager riuniti in comitato centrale d’impresa.
Bilancio: sette feriti, di cui uno grave. Tutto comincia intorno alle dieci del mattino quando i lavoratori inferociti accedono alla sala in cui si stava tenendo la cruciale riunione dei dirigenti del gruppo, nei pressi dell’aeroporto di Roissy Charles-de-Gaulle.

L’amministratore delegato, Frédéric Gagey, capisce subito che c’è poco da scherzare. Riesce a mettersi in salvo, protetto dal muro dei guardaspalle. Il branco si lancia così su Xavier Broseta, il capo del personale oggetto di insulti, spintoni e botte, costretto a scappare a torso nudo, con blazer e camicia strappati di dosso.

Una scena surreale le cui foto fanno presto il giro di tv, siti e social network di mezzo mondo. “Ha rischiato di farsi linciare”, testimonia un sindacalista della CGT. Nelle immagini si vede il manager a torso nudo, mentre tenta la fuga e poi finisce rovinosamente a terra. Un’altra immagine lo ritrae poco più tardi, intento a scavalcare una griglia di sicurezza, con l’aiuto di due addetti alla sicurezza. Al collo gli è rimasta solo la cravatta.

“Sono scandalizzato”, tuona il premier, Manuel Valls, esprimendo il suo “totale sostegno” alla direzione di Air France-Klm. Quello che è successo è “inaccettabile” e va sanzionato, gli fa eco il segretario di Stato ai Trasporti, Alain Vidaliès. Mentre la direzione sporgerà denuncia per “violenze aggravate”.

Oltre a Xavier Broseta, è stato aggredito anche un secondo manager Pierre Plissonnier, anch’egli fuggito a gambe levate con la camicia a brandelli. Nel montaggio finale delle tv transalpine si vedono i due colleghi esausti, ormai al sicuro dall’altra parte della griglia di protezione, mentre si allontanano tra gli insulti della folla.

In una nota, la compagnia denuncia un’azione messa in campo da “individui isolati particolarmente violenti”. “La manifestazione del personale in sciopero si stava svolgendo in modo tranquillo”, aggiunge Air France-Klm.

Unanime la condanna di politici e sindacati. Anche Jean-Claude Mailly, numero uno del sindacato FO, deplora le aggressioni. “Ci si può battere contro una direzione senza violenza – ha ammonito – non bisogna spingersi fino all’affronto fisico. Non è nelle nostre tradizioni”.

Per lui, “questo movimento mostra che c’è una esasperazione tra i dipendenti di Air France”. Piloti e personale di terra erano in sciopero per protestare contro il contestato piano di ristrutturazione. “Faccio appello a tutti, in particolare i piloti, perché facciano uno sforzo, ovviamente bisogna che il dialogo sia possibile, bisogna mettersi intorno a un tavolo”, aveva detto ai microfoni di France Inter il portavoce del governo, Stéphane Le Foll.

In serata, il gruppo ha fatto sapere che non cederà alle violenze e che intende mettere in atto,come previsto, il piano (di tagli,ndr) ‘Perform 2020′ che permetterà alla compagnia in crisi di ritornare agli utili e alla crescita organica.

Mentre sui social network molti criticano l’atteggiamento dei piloti francesi che hanno rifiutato di accettare l’ accordo di produttività con l’azienda.”Si dice che i piloti Air France sognano di volare da quando hanno sei anni, ma non accettano sei voli intercontinentali in più all’anno. Troppo faticoso”, commenta un utente su Twitter, mentre un altro li accusa di “fregarsene della sorte del resto del personale”.

Ultima ora

21:30Ghiaccio: a Carolina Kostner il nono tricolore

(ANSA) - TRENTO, 16 DIC - È sempre Carolina Kostner la regina del pattinaggio azzurro di figura. Ai Campionati italiani 2018 la gardenese delle Fiamme Azzurre strega l'Agorà di Milano, con un programma libero grazie a cui conquista il nono titolo tricolore in 15 anni. Carolina realizza un secondo segmento da 140.43 punti (64.07 di valutazione tecnica e 77.36 per i components, -1 di deduzione) per un risultato complessivo di 222.34. "Sono davvero super felice, per la prestazione e per questa atmosfera fantastica - ha detto appena terminata la gara -. A ogni uscita riesco a fare un passetto in avanti, a aggiungere qualcosa in più, e questo mi dà fiducia e consapevolezza nel percorso di crescita che sto facendo perché ci sono margini di miglioramento e credo di poter progredire ancora". Seconda Giada Russo (Ice Club Torino), con 166.16 punti e ora certa di partecipare come seconda azzurra in gara alle prossime Olimpiadi di Pyeongchang 2018, mentre Elisabetta Leccardi (Agorà) ha completato il podio con 154.57. (ANSA).

21:28Calcio: Torino-Napoli 1-3, azzurri tornano in vetta

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Napoli sbanca l'Olimpico di Torino battendo 3-1 i granata e si riprende il primato in classifica ai danni dell'Inter, battuta in casa dall'Udinese in un altro anticipo della 17/a giornata. Una festa per gli azzurri di Sarri - reduci dalla sconfitta con la Juve, dall'eliminazione dalla Champions e dal pari con la Fiorentina - ed anche per Marek Hamsik, che realizzando la rete del 3-0 ha raggiunto il record di segnature in azzurro, 115 gol, che apparteneva finora a Diego Armando Maradona. Il Toro è stato subito messo in ginocchio da una rete di Koulibaly al 4' e ha continuato a subire la pressione del Napoli, in gol ancora al 25' con Zielinski e al 30' con lo slovacco. Nel secondo tempo, Belotti ha accorciato le distanze al 19' e i granata si sono fatti più attivi e a volte pericolosi, ma non sono più riusciti a battere Reina.

21:24Calcio:1-0 al Gremio, Real Madrid vince Mondiale club

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Real Madrid ha vinto il Mondiale per club battendo 1-0 (0-0) i brasiliani del Gremio nella finalissima giocata questa sera ad Abu Dhabi. Decisivo il gol di Cristiano Ronaldo su punizione all'8' della ripresa.

21:19Usa: Trump, con taglio tasse crescita fino al 6%

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Donald Trump ha difeso oggi il testo della riforma fiscale concordata dai repubblicani respingendo le critiche che avvantaggerà più i ricchi che la middle class. La previsione del presidente è che l'economia Usa comincerà a volare dopo l'approvazione della legge, crescendo dall'attuale 3% al "4%, 5% e forse anche 6% alla fine".

21:11Leader estrema destra a Praga,no all’Ue in Europa del futuro

(ANSA) - PRAGA, 16 DIC - I leader dei partiti populisti dell'estrema destra europea, uniti oggi a Praga per discutere del futuro dell'Europa si sono impegnati a lavorare insieme per creare un nuovo modello di cooperazione continentale distante dal modello dell'Unione europea. Rivolgendosi ai partecipanti della conferenza Marine Le Pen, alla guida del Front National francese, ha definito l'Ue "una organizzazione disastrosa" che "sta uccidendo l'Europa". Geert Wilders, fondatore del partito anti-Islam olandese per la Libertà, ha proposto che l'Europa segua l'esempio del presidente Usa Donald Trump che ha imposto un bando sull'immigrazione da alcuni Paesi a maggioranza musulmana.

21:11Inaugurato primo Gufo Bar nel Bresciano, titolari minacciati

(ANSA) - BRESCIA, 16 DIC - E' stato inaugurato a Palazzolo sull'Oglio, nel Bresciano, il primo Gufo Bar in Italia, locale che espone gufi vivi. Dopo che i proprietari avevano ricevuto minacce, anche di morte, da gruppi di animalisti, all'apertura, avvenuta nel pomeriggio, non si sono registrate tensioni nonostante la presenza di un corteo animalista composto da una ventina di persone. Alla prima mancavano però proprio i gufi. "Abbiamo temuto tensioni e quindi la scelta è stata quella di non esporre gli animali" hanno detto i titolari del bar di Palazzolo sull'Oglio. "Non rinunciamo al nostro progetto, ma vogliamo comunque verificare bene cosa dica la legge sulla presenza di animali nei locali. I nostri gufi - hanno aggiunto - sono nati, cresciuti in cattività e regolarmente registrati. Agli animalisti che minacciano di entrare nel locale per liberare i gufi diciamo che, se liberati, gli animali morirebbero".

21:10Pd: Renzi al lavoro su liste, i migliori nei collegi

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Matteo Renzi ha avviato, a quanto si apprende, il lavoro per definire le candidature con un giro di contatti e telefonate anche con Andrea Orlando e Michele Emiliano. La strategia elettorale è di mettere i candidati più forti alla guida dei collegi, ad esempio Renzi a Firenze centro; il premier Paolo Gentiloni a Roma 1; Dario Franceschini a Ferrara e proporzionale in Basilicata; Andrea Orlando a La Spezia, prevedendo anche la candidatura nel proporzionale; Marco Minniti nel collegio a Reggio Calabria e nel proporzionale in Veneto. Per Orlando probabile collegio a La Spezia e proporzionale in Calabria. Per Del Rio collegio di Reggio Emilia o Bolzano e proporzionale in Sardegna. La strategia, spiegano fonti del Nazareno, è mettere in campo nei collegi i candidati migliori e radicalizzare lo scontro con il M5S come dimostrano le polemiche di questi giorni su 80 euro, Europa e pensioni.

Archivio Ultima ora