Hollande e Merkel a Strasburgo, Europa a trazione franco-tedesca

Pubblicato il 07 ottobre 2015 da redazione

French President Francois Hollande, right, greets German Chancellor Angela Merkel upon her arrival at the Elysee Palace in Paris, France, Friday, Oct. 2 , 2015.  (ANSA/AP Photo/Jacques Brinon)

French President Francois Hollande, right, greets German Chancellor Angela Merkel upon her arrival at the Elysee Palace in Paris, France, Friday, Oct. 2 , 2015. (ANSA/AP Photo/Jacques Brinon)

STRASBURGO. – “L’idea di un’Europa a trazione franco-tedesca, con soli due motori, è assolutamente retrò, politicamente, culturalmente, ma anche geograficamente. La presenza congiunta di Angela Merkel e Francois Hollande rappresenta un vulnus al Parlamento”.

Parole dure quelle di Nicola Danti, europarlamentare del Pd, considerato da molti vicino a Matteo Renzi, per protestare contro la visita che si terrà oggi del presidente francese e della cancelliera tedesca alla plenaria di Strasburgo. Danti dà voce ad un malumore che serpeggia nella delegazione italiana del Pd.

“Già la settimana scorsa – racconta all’Ansa – dissi queste cose all’assemblea di gruppo dei deputati S&D. I colleghi francesi e tedeschi mi incenerirono con lo sguardo. Ma la realtà è che visite come queste mettono oggettivamente in difficoltà l’Unione a 28 e rafforzano la posizione degli euroscettici. Si pensi solo cosa voglia dire mettere da parte Paesi come la Gran Bretagna, ma anche la Polonia o l’Italia”.

Il fatto di essere visto come l’uomo di Renzi a Strasburgo non lo disturba più di tanto: “Prima di dire queste parole non ho sentito Matteo”, chiosa sorridendo. “La questione centrale è che una volta Francia e Germania erano il cuore d’Europa: oggi l’Unione è una realtà complessa. Ci sono tante sensibilità, è grande, si va dal Portogallo alla Lituania, da Cipro alla Finlandia. Magari bastasse l’accordo tra Francia e Germania per risolvere i problemi, ma purtroppo non è così, come si vede ogni giorno”.

Secondo Danti, piuttosto, si tratta di “un’ostentazione di forza che nasconde debolezza”. Il portavoce di Martin Schulz evita ogni polemica, ricordando che l’Aula del Parlamento è un luogo aperto a tutti i capi di Stato e di governo.

“Così è stato per Tsipras, così speriamo sia presto per Cameron, così sarà domani per Merkel e Hollande”. “Il fatto che abbiano scelto il Parlamento europeo per il loro discorso e dibattito dimostra ancora una volta come questa sia l’aula in cui hanno luogo grandi dibattiti europei e dimostra l’europeismo dei leader di questi due Stati membri”.

Fatto sta che la ‘polemica’ arriva a qualche giorno di distanza da un altro episodio che non è piaciuto a Roma, ovvero la convocazione di un vertice a Parigi tra i ministri degli Esteri di Francia, Germania e Gran Bretagna – con l’Alto rappresentante Ue Federica Mogherini – a cui l’Italia non fu invitata malgrado nel menù ci fossero temi particolarmente sensibili: non solo l’Iran (che probabilmente avrebbe giustificato il formato ‘5+1′) ma anche Siria e, soprattutto, Libia.

A Strasburgo altra tensione, tra il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk e sempre il Pd. Stavolta sul tema dei migranti. Tusk ha infatti lanciato un appello alla responsabilità di tutti sulla difesa delle frontiere esterne, facendo però un riferimento esplicito a Italia, Grecia, Ungheria e Slovacchia.

“E’ obbligo comune – ha detto Tusk in plenaria – assistere rifugiati come proteggere le frontiere esterne: abbiamo il dovere di rispettare regole comuni. Quando qualcuno dice che non ha intenzione di osservare il diritto europeo, per esempio Dublino o le quote, minaccia l’essenza della solidarietà e della nostra comunità. Rispettare le regole significherà sempre sacrificare parte dei nostri interessi”.

Dura la replica di Gianni Pittella (“L’Italia merita una medaglia”), Patrizia Toia (“Noi salviamo vite, non innalziamo muri) e Simona Bonafé (“Per Tusk l’Italia è colpevole se salva vite?”)

(Marcello Campo/Ansa)

Ultima ora

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

Archivio Ultima ora