Fisco: Cassazione, abuso diritto restano le sanzioni

(ANSA) – ROMA, 7 OTT – La riforma fiscale appena entrata in vigore, dal primo ottobre, con l’adozione dello Statuto del contribuente nel d.lgs 128/2015, ad avviso della Cassazione ha depenalizzato in modo “non radicale” l’abuso del diritto escludendo la “asanzionabilità” assoluta delle operazioni di pura convenienza fiscale, ma con effetto retroattivo.

Condividi: