Conte suona la carica: “Subito la qualificazione per Euro 2016”

Italy's national team head coach Antonio Conte during a training session at Coverciano Sports Center in Florence, 5 October 2015. Italy will play European qualifying soccer match against Azerbaijan in Baku on 10 October and against Novrway in Rome on 13 October. ANSA/MAURIZIO DEGL'INNOCENTI
Italy's national team head coach Antonio Conte during a training session at Coverciano Sports Center in Florence, 5 October 2015. Italy will play European qualifying soccer match against Azerbaijan in Baku on 10 October and against Novrway in Rome on 13 October. ANSA/MAURIZIO DEGL'INNOCENTI
Italy’s national team head coach Antonio Conte during a training session at Coverciano Sports Center in Florence, 5 October 2015. Italy will play European qualifying soccer match against Azerbaijan in Baku on 10 October and against Novrway in Rome on 13 October. ANSA/MAURIZIO DEGL’INNOCENTI

BAKU – “Voglio un’Italia determinata: dobbiamo ottenere subito la qualificazione, perché cercarla all’ultima partita é sempre pericoloso”. Cosí Antonio Conte carica i suoi alla vigilia della partita contro l’Azerbaigian. Con una vittoria, la nazionale sarebbe certa del pass per Euro 2016.

“Andrea Pirlo – ha detto poi il ct – non sarà in campo contro l’Azerbaigian, per una lieve contrattura rimediata nell’allenamento. In un contrasto ha fatto un movimento strano – ha spiegato – e non sarà della partita. Contiamo di recuperarlo per la Norvegia”.

E il presidente della federcalcio, Carlo Tavecchio, é tornato a parlare della questione contratto del ct azzurro. “Spero che Conte resti oltre il 2016. Siamo in un paese libero, e ciascuno fa le sue scelte. La partita con l’Azerbaigian – ha detto ancora Taveccchio – é la più importante: dobbiamo chiudere la qualificazione per non avere problemi martedì con la Norvegia”.

Dopo, il senso del messaggio di Tavecchio, la questione contratto di Conte diventerà di primo piano. “Siamo in paese libero e ciascuno fa le sue scelte: abbiamo impostato il nostro rapporto sullo stile, la classe, la cortesia. Se Conte vuole restare, é una scelta ben accetta”, ha detto ancora il presidente della Figc.

“Il contratto? La priorità é qualificarci, ed é una priorità assoluta. Poi la priorità sarà giocare un bell’Europeo. Ci sarà il momento di parlarne”. Così Antonio Conte, alla vigilia di Azerbaijan-Italia, si é espresso sulle offerte di prolungamento oltre il 2016 ribadite dal presidente Figc, Tavecchio.

“Fanno piacere questi attestati di stima, evidentemente hanno visto la passione del mio lavoro – ha aggiunto il ct – ma ora non penso a questo”.

Condividi: