Nobel per l’Economia allo scozzese Deaton, pioniere della scienza dei consumi

Pubblicato il 12 ottobre 2015 da redazione

Nobel ad Angus Deaton

ROMA. – Analisi delle dinamiche dei consumi, ma anche un metodo per misurare la povertà oppure teorie sulla percezione della felicità in base ai livelli di reddito, per arrivare all’ultima tesi – per alcuni provocatoria – secondo cui le diseguaglianze sono necessarie alla crescita e allo sviluppo.

Ha ben poco di schematico il percorso di lavoro di Angus Deaton, insignito del prestigioso premio Nobel per l’Economia. La Reale Accademia svedese delle Scienze ha riconosciuto all’economista scozzese, nato ad Edimburgo nel 1945 e attualmente professore all’Università di Princeton, l’importanza delle sue “analisi sui consumi, sulla povertà e sul welfare” come contributo fondamentale alla teoria del consumo e del risparmio e per la misura del benessere economico.

In estrema sintesi, la svolta di Deaton è il cambiamento di ottica per cui l’analisi dello sviluppo non si basa più sul parametro del reddito ma sulla dinamica dei consumi.

“Ero un pò assonnato…sono contento” si è limitato a dire il settantenne professore scozzese ai giornalisti che lo hanno chiamato al telefono per un commento. E quasi a voler sminuire il suo ruolo in un evento simile ha spiegato che “come molti economisti so che c’era una possibilità e sono contento di apprenderlo”.

Ma Deaton ha un suo circolo di fan: “Angus Deaton è l’Obi-Wan Kenobi dell’economia” ha twittato Amitabh Chandra dell’Università di Harvard, paragonando Angus al maestro Jedi della saga di Guerre Stellari. Uno dei suoi contributi recenti, ma anche controversi, è la formulazione del “Paradosso di Deaton”, nello studio intitolato “La grande fuga: salute, benessere e le origini dell’ineguaglianza”.

Parafrasando il celebre film di John Sturges, Deaton compie una originale incursione nelle scienze sociali per indagare su quanto crescita e sviluppo siano in relazione al grado di disuguaglianza, mentre politiche redistributive possono frenare “la fuga” dalla povertà in base al fatto che “in linea di principio” il divario economico rappresenta il motore alla crescita.

Per capire meglio il personaggio, vale la pena ricordare che sotto la lente di Deaton è finito anche l’adagio ‘i soldi non fanno la felicità’. In uno studio firmato da un altro premio Nobel all’economia, Daniel Kahneman, ha analizzato i risultati del sondaggio “Well being index” realizzato su 450.000 americani nel periodo 2008-2009 e ne ha dedotto che se la felicità cresce di pari passo al reddito, c’è però una soglia di “benessere medio” a quota 75.000 dollari oltre la quale la qualità di vita non viene percepita migliore.

La conclusione è che “dare alla gente più soldi oltre i 75.000 dollari non migliora di molto il loro umore quotidiano, ma dà comunque la sensazione di avere successo nella vita”.

Per la Reale Accademia Deaton “ha sviluppato una profonda comprensione dei modelli di consumo e di come la gente adatti i consumi al proprio reddito” si legge nella motivazione”. E ancora, “per tracciare politiche economiche capaci di promuovere welfare e ridurre la povertà dobbiamo per prima cosa comprendere le scelte di consumo individuali e più di tutti Angus Deaton ha rafforzato questa comprensione. La sua ricerca, collegando scelte individuali e risultati aggregati, ha aiutato a trasformare i campi di microeconomia, macroeconomia e sviluppi economici”.

Ma il punto più rilevante è che le sue tesi sono “applicabili praticamente” spiega Mats Person, uno dei membri del comitato del Nobel, perché gli studi di Deaton sul sistema della domanda fanno capire l’impatto di misure politiche sui consumatori: “se ad esempio un governo modifica l’Iva sui generi alimentari, è possibile grazie agli studi di Deaton vedere quale sarà la ricaduta sui consumi e che impatto avrà sul cibo e altri beni”.

Insomma, con la scelta di Deaton, l’Accademia persegue quell’orientamento pragmatico diventato ineludibile dopo lo choc dell’ultima lunga crisi, che vuole avvicinare teorie economiche e il “fare” della politica.

Così, dopo i Nobel assegnati a Milton Friedman, James Tobin, Paul Krugman e Friderich August, l’anno scorso è stato premiato il semisconosciuto professore francese Jean Tirole per il suo lavoro su come i governi possono regolamentare i grandi potentati dell’industria, da quella finanziaria a quella del petrolio e delle telecomunicazioni.

Ultima ora

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

Archivio Ultima ora