Buena Vista Social Club suonerà per Obama

buena vista social club-2

L’AVANA. – Il “disgelo” diplomatico fra Cuba e Stati Uniti è arrivato anche alla musica, come dimostra il fatto che giovedì prossimo l’orchestra del Buena Vista Social Club -che negli anni ’90 rilanciò l’interesse mondiale per i ritmi cubani- suonerà per il presidente Barack Obama alla Casa Bianca.

Formalmente si tratterà di ambientare il ricevimento che il presidente americano offrirà in occasione della giornata dell’Eredità Ispanica -un appuntamento annuale creato nel 1968 per celebrare il contributo delle comunità “latinas” alla cultura Usa- ma nell’attuale clima di riconciliazione fra Washington e L’Avana l’evento avrà anche una rilevanza politica.

Come sottolinea la stampa ufficiale cubana, infatti, sarà la prima volta che musicisti venuti dall’isola suoneranno nella Casa Bianca, sede del “potere imperialista” al quale si oppone da oltre mezzo secolo il regime castrista.

Il Buena Vista Social Club originale -che era appunto un club, noto per le sue popolari feste di ballo- chiuse le sue porte negli anni ’40, ma fu in qualche modo resuscitato nel 1996 dal chitarrista americano Ry Cooder, che arrivò all’Avana per registrare un disco con artisti africani ma finì collaborando con alcuni dei più noti musicisti della vecchia guardia cubana.

Il regista tedesco Wim Wenders produsse un documentario sulla registrazione del disco, e il successo commerciale dell’album e del film portarono a un revival globale del son -forse il più autentico e tradizionale ritmo cubano- e di altri generi musicali dell’isola.

Condividi: