Capriles Radonski: “Perchè i delinquenti hanno bombe a mano?”

CAPRILES

CARACAS – Non è facile reperire una granata. Specialmente in un Paese, il Venezuela, in cui l’accesso a questo tipo di arma da lancio deflagrante e monouso è permesso unicamente all’Esercito.

Eppure, nelle ultime settimane, bande organizzate di delinquenti hanno attaccato le forze di polizia lanciando bombe a mano, bombe esplose ferendo gravemente agenti della polizia.

L’ultima volta che i malviventi hanno attacco la polizia con il lancio di una granata è stato durante una retata nei “Valles del Tuy”.

A questo proposito, il Governatore dello Stato Miranda, Hernique Capriles Radonsky, ha chiesto pubblicamente chiarimenti al ministro della Difesa, Padrino Lòpez.

– I venezuelani – ha detto preoccupato il leader dell’Opposizione – hanno ragione nel chiedere al ministro spiegazioni. Le bombe a mano sono un materiale che appartiene alle Forze Armate. E allora, perché è in mano dei delinquenti? Si dice che nel mercato nero si può acquistare una granata pagando 80 mila bolìvares. Chi lucra con questo commercio? Il ministro – ha proseguito l’ex candidato alla presidenza – deve dire al Paese cosa farà per evitare che questo tipo di avvenimenti si ripetano.