Scrittori India: Rushdie, sta aumentando la violenza

(ANSA) – NEW DELHI, 14 OTT – Salman Rushdie ha detto di essere preoccupato per l’aumento di una “violenza criminale” in India riferendosi a diversi episodi d’intolleranza contro scrittori e liberi pensatori. Intervistato a Francoforte dalla tv privata indiana NDTV, l’autore dei “Versi Satanici” ha detto che “nella società c’è un livello di violenza criminale strisciante che è nuovo”. Ha poi anche criticato il silenzio del premier Modi. “Mister Modi è un bravo oratore e avrebbe molto da dire su questo argomento”

Condividi: