Olbia, sigilli a cantiere per canale tombato

(ANSA)-OLBIA,16 OTT – Dopo due alluvioni che hanno devastato Olbia e causato anche vittime si continuano a imbrigliare i torrenti in stretti percorsi. Grazie ad un drone la Polizia municipale è riuscita però a scoprire uno di questi lavori. Sotto sequestro preventivo è finito un terreno di circa 3.000 metri quadrati poco distante dal ponte-tappo demolito l’1 ottobre scorso. Gli agenti hanno accertato che erano iniziati lavori per tombare un corso d’acqua che si collega al Rio Siligheddu.

Condividi: