Alberto,cervelli in fuga ma per passione

(ANSA) – CAGLIARI, 16 OTT – “Cervelli in fuga? No. Paesi attrezzati ad accoglierli”. Alberto Loche, 29 anni, di Cagliari, ricercatore a Basilea di neurobiologia, capovolge un luogo comune. “Le persone, i giovani, non fuggono, si spostano e si stabiliscono nei Paesi dove possono realizzarsi”, dice. La sua storia arriva nel giorno in cui il presidente del Senato, Piero Grasso, celebrando le eccellenze scolastiche, invita gli studenti a fare esperienze all’estero con l’obiettivo però di rientrare “con orgoglio” in Italia.

Condividi: