Il “Comité Víctimas de la Guarimbas” in Italia per incontrare esponenti della politica italiana

03guarimba0001

CARACAS – Per il momento non ci sono in programma incontri ufficiali con le alte cariche del Parlamento né con Commissioni parlamentari. Ed è poco probabile che ciò accada. Comunque forse saranno ricevuti da qualche integrante del “Gruppo parlamentare dell’Amicizia Italia-Venezuela”.

Esponenti del “Comitato di Vittime della Guarimba”, specie di Ong filo-governativa, sono in questi giorni a Roma per esporre alla “politica italiana” la loro versione dei fatti che nel 2014 provocarono la morte di 43 venezuelani (tra questi il giovane italo-venezuelano Roberto Annese che protestava contro la politica del governo del presidente Maduro), circa 870 feriti e oltre 2mila 500 arresti, tra i quali molti giovani figli d’italiani.

La delegazione, per il momento, è stata ricevuta dal leader del M5S, Beppe Grillo, e aspira ad incontrare esponenti del Pd, di Ecologia e Libertà, di altri partiti di sinistra e dal Parlamento.

– Vogliamo essere ascoltati – ha detto il tenente della Guardia Nazionale Yendry Zulay Velásquez -. Ne abbiamo diritto. Vogliamo essere ascoltati come lo sono sempre stati gli esponenti della destra venezuelana, dell’Opposizione.