Venezuela e Italia: proposte costruttive tra due Paesi dalla storia comune

L'ambasciatore Mignano, il viceministro Fleming e la direttrice del nostro Istituto di Cultura Erica Berra con un gruppo di connazionali presenti all'incontro.
L'ambasciatore Mignano, il viceministro Fleming e la direttrice del nostro Istituto di Cultura Erica Berra con un gruppo di connazionali presenti all'incontro.
L’ambasciatore Mignano, il viceministro Fleming e la direttrice del nostro Istituto di Cultura Erica Berra con un gruppo di connazionali presenti all’incontro.

CARACAS.- Un incontro costruttivo, gradevole, da lungo tempo auspicato, sia dal lato venezuelano che da quello italiano. Ed è stato l’Ambasciatore Silvio Mignano, giunto da poco in Venezuela, a renderlo realtà.

Presso la residenza dell’Ambasciatore d’Italia ha avuto, quindi, luogo l’atteso incontro tra il Viceministro degli Affari Esteri venezuelano, Alejandro Fleming ed il nostro Ambasciatore.

L’interessante evento, al quale hanno partecipato personaggi di spicco della Collettività italiana in Venezuela, sopratutto di rappresentanti delle nostre industrie ben note da moltissimi anni nel Paese, fa prevedere nuove proposte, interessanti programmi nei quali sarà in primo piano la collaborazione italiana.

Dopo aver esaminato aspetti importanti delle relazioni bilaterali trai due Paesi, l’Ambasciatore Mignano ha sottolineato i vincoli culturali tra le due Nazioni e la ferma intenzione di proseguire nello stretto ambito di una collaborazione attiva, attraverso l’Istituto di Cultura, quello Italiano di Commercio e,naturalmente, l’Ambasciata d’Italia.

Ha ricordato, il nostro Ambasciatore, la stretta storica cooperazione tra Italia e Venezuela, intrapresa ormai da tantissimi anni.

Dal canto suo Alejandro Fleming, ribadendo i valori elencati in precedenza dall’Ambasciatore Mignano, ringraziandolo per le frasi d’elogio dirette al Paese d’accoglienza, ha affermato: ”Abbiamo interessi comuni e siamo fermamente intenzionati a rilanciare i progetti con l’Italia. È intenzione del Governo venezuelano, potenziare le relazioni con la cospicua e laboriosa comunità italiana, con i discendenti di questo popolo che ha saputo porre la propria impronta indelebile quì in Venezuela, attraverso la costruzione di strade, edifici, ponti e varie importantissime iniziative.

– È interesse del Governo venezuelano – ha proseguito Fleming, – stabilire accordi con le ditte italiane che già da tempo operano in Venezuela hanno dimestichezza con il nostro Paese.

– Si trata – dichiara il Ministro – di una fruttifera cooperazione bilaterale ad altissimo livello e siamo propensi ad organizzare varie Esposizioni di prodotti manufatturati da quelle tantissime ditte che vantano in Venezuela origini italiane.

Riferendosi all’attuale realtà economica che attraversa il Paese, Fleming ha tenuto a precisare:

– I momenti di recessione non sono eterni… Bisogna soltanto lavorare con serietà e passione. È intenzione del Governo venezuelano, propiziare e stringere sempre più relazioni tra settori produttivi… proseguire nella costruzione di autostrade e servizi in generale.

Non ha voluto tralasciare lo spinoso agomento della “sicurezza personale”, purtroppo un triste scoglio per quanti hanno intenzione di operare e produrre in Venezuela

– Si stanno svolgendo operazioni a livello nazionale… Si tratta di una complessa agenda che affronta seriamente il tema a livello nazionale.

I presenti alla riunione hanno approvato ampiamente quanto sostenuto dal Ministro Fleming ed approvato dall’Ambasciatore d’Italia, Silvio Mignano.

(Anna Maria Tiziano/Voce)
(Foto cortesia di www.abruzzo24ore.tv)

Condividi: