Londra s’inchina a Xi Jinping. Bandiere rosse a Buckingham Palace

Pubblicato il 20 ottobre 2015 da redazione

David-Cameron-Xi-Jinping1

LONDRA. – Le bandiere rosse sventolano lungo il Mall, accanto ai vessilli con l’Union Jack, fino a Buckingham Palace. Simbolo visibile del tappeto di velluto che la Gran Bretagna ha steso da ieri, e per quattro giorni, ai piedi del presidente cinese Xi Jinping: leader di una potenza, ormai a un tempo comunista e capitalista, ricevuto con tutti gli onori all’insegna di una nuova stagione di affari miliardari che non manca di suscitare qualche critica e qualche riserva. Soprattutto da parte del grande fratello americano.

Ospite a palazzo della regina – con l’appariscente moglie Peng Liyuan – Xi si è fatto precedere da una nota trionfale in cui già si annuncia la nascita di “un periodo d’oro” nelle relazioni con Londra. E in effetti i contratti e gli investimenti in ballo (inclusi settori strategici come il nucleare civile) sono potenzialmente da capogiro: si parla di un flusso di denaro cinese verso l’isola in grado di toccare i 100 miliardi di sterline in 10 anni.

Ma sull’altro piatto della bilancia pesano le accuse al governo Cameron – che ha arruolato di recente fra i suoi consulenti pure Jack Ma, il ‘Bill Gates cinese’ – di condiscendenza sul fronte dei diritti umani e i timori legati a una scelta geopolitica non troppo gradita a Washington in una fase di fibrillazione nei rapporti sino-americani: tanto sul terreno dell’economia, quanto su quello delle rivendicazioni territoriali di Pechino nel Pacifico (ricordate oggi stesso senza imbarazzi dall’entourage di Xi).

Secondo il Financial Times, “fonti diplomatiche occidentali” esprimono apertamente un certo malumore dinanzi al giro di valzer che il Regno Unito sembra pronto a concedere al dragone rosso. Mentre all’interno, il nuovo leader dell’opposizione laburista, Jeremy Corbyn, denuncia il silenzio di Downing Street sugli aspetti più repressivi del regime cinese e fa sapere d’essere deciso a sollevare lui il tema, se necessario, nel grande banchetto offerto a palazzo da Elisabetta II in onore dell’ospite d’Oriente.

Come se non bastasse, anche il principe William fa sentire la sua voce, tornando a parlare del traffico di avorio verso la Cina, in difesa di rinoceronti ed elefanti. Ad evitare che le polemiche possano guastare la festa, il premier David Cameron si è premurato di assicurare per bocca di una portavoce – con un vago riferimento ai “diritti umani” – che con Xi si discuterà “di tutto”: con “reciproco rispetto”, come usa tra amici.

Poi, alla Camera dei Comuni, ha citato in forma esplicita la questione del ‘dumping cinese’, che secondo molti incide sulla crisi mortale delle acciaierie britanniche, e quella del cyber-spionaggio, tanto temuto dalla Casa Bianca.

Intanto gli stessi servizi segreti britannici, stando al Times, pongono qualche problema di sicurezza nazionale rispetto alle prospettive di cooperazione nucleare con Pechino, a partire dall’annunciato progetto da 2,75 miliardi di sterline iniziali – con la partecipazione di due società cinesi – per lo sviluppo della centrale di Hinkley Point, nel sud dell’Inghilterra.

Gli investimenti del gigante asiatico, tuttavia, e malgrado il rallentamento della crescita in Cina, fanno gola in modo irresistibile a un’economia come quella britannica: in discreta salute, squilibri sociali a parte, ma fortemente condizionata dalla finanza e dall’afflusso di capitali dall’estero.

Non è un caso che la visita di Xi Jinping – al quale si spalancano ora persino le porte di Westminster, per un inedito intervento dinanzi alle Camere riunite – sia stata preceduta da un missione operativa a Pechino di una delegazione di businessmen del regno capitanata dal ministro del Tesoro di Cameron, il cancelliere dello Scacchiere George Osborne, e incaricata di metter le carte in tavola.

In un clima in cui i diritti umani (“un’interferenza” da lasciare sullo sfondo, nelle parole dell’ambasciatore di Sua Maestà a Pechino) appaiono al massimo un dettaglio.

(di Alessandro Logroscino/Ansa)

Ultima ora

12:53Eternit: i processi restano spacchettati

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Cassazione ha dichiarato inammissibili i ricorsi del pg e del pm di Torino contro lo spacchettamento dei processi per la morte di 258 persone a causa dell'amianto Eternit. I processi rimangono quindi incardinati a Torino, Vercelli, Napoli e Reggio Emilia. Confermato anche il "declassamento" dell' accusa da omicidio doloso in omicidio colposo. "Siamo soddisfatti. Avevamo eccepito l'inammissibilità dei ricorsi e la Corte ha deciso in questa direzione", commenta il professor Astolfo Di Amato, avvocato difensore di Stephan Schmidheiny, ex Ad di Eternit Italia, nel processo Eternit bis. "C'erano dei vizi formali", aggiunge. Di diverso parere l'avvocato Massimiliano Gabrielli, dell'Anmil, che parla di "ennesimo regalo a Schmidheiny". "Quando una organizzazione imprenditoriale continua consapevolmente a far soldi sulla pelle della gente - sostiene - bisogna parlare di omicidi volontari, senza se e senza ma...".(ANSA).

12:48Biotestamento: al via dichiarazioni voto, verso ok finale

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Con le dichiarazioni di voto è iniziato in Aula al Senato l'esame del Ddl sul biotestamento. Ieri l'Assemblea di Palazzo Madama ha respinto tutte le proposte emendative. Il via libera definitivo per il testo di legge è atteso entro la mattinata.

12:45Russia: Putin, Artide renderà ricco il Paese

(ANSA) - MOSCA, 14 DIC - L'Artide aiuterà a far crescere "la ricchezza della Russia" perché "è lì che si trovano le risorse": lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin durante la sua conferenza stampa annuale aggiungendo che bisogna però tenere conto della questione ambientale e anche di quella relativa alla sicurezza.

12:42Natale: Meloni,italiani facciamo insieme rivoluzione presepe

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Ho deciso di fare il Presepe quando non lo fa più nessuno, quando nelle scuole dicono che non si può fare perché offende chi crede in un'altra cultura. Continuo a chiedermi come possa un bambino che nasce in una mangiatoia o una famiglia che scappa per difenderlo, offendere qualcuno. Come possa offendere qualcuno la mia cultura. Proprio non me ne faccio una ragione: che si creda in Dio oppure no, in questo simbolo sono raccolti i valori che hanno fondato la mia civiltà. Quello che io sono è in questo simbolo: io credo nel rispetto, nella laicità dello Stato, nella sacralità della vita, nella solidarietà perché me lo ha insegnato questo simbolo". Lo dice il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni nel video "2 minuti con Giorgia", su Facebook.

12:41Salvini, nessun tavolo con chi protegge stupratori

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Stiamo ricevendo centinaia di telefonate, messaggi, mail di donne e uomini arrabbiati e delusi per l'incredibile scelta di Fi di proteggere stupratori e assassini. Per quanto ci riguarda, sospendiamo le nostre previste partecipazioni a tavoli e incontri con Fi e Berlusconi finché non ci sarà un chiarimento ufficiale". Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini dopo il voto contrario di Fi in comm. giustizia al Senato all'iter veloce per la legge Molteni che nega sconti di pena per reati gravissimi.

12:40Basket: Nba, Gallinari assente ma Clippers a segno

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sia pur senza Danilo Gallinari, fermato da un problema ad un'anca, i Los Angeles Clippers passano 105-96 in casa degli Orlando Magic totalizzando la loro undicesima vittoria su 26 partite disputate nella regular season del campionato di basket Nba. Miglior realizzatore dell'incontro con 31 punti Lou Williams, guardia dei Clippers. Grazie al successo interno per 108-96 sui Charlotte Hornets(31 punti di Chris Paul) gli Houston Rockets consolidano il comando nella Western Conference, così come i Boston Celtics (124-118 ai Denver Nuggets con 33 punti di Kylie Irving) mantengono la testa della Eastern Conference. Gli Oklahoma City Thunder passano 100-95 in casa degli Indiana Pacers, i Washington Wizards superano 93-87 i Memphis Grizzlies, i Portland Trail Blazers si impongono 102-95 in trasferta sui Miami Heat. Successo esterno anche per i Toronto Raptors (115-109 sui Phoenix Suns) mentre Chicago Bulls e New Orleans Pelicans hanno la meglio rispettivamente su Utah Jazz (103-100) e Milwaukee Bucks (115-108).

12:37Comune trapanese cura gatto malato di Aids, ed è polemica

(ANSA) - PALERMO, 14 DIC - E' polemica a Campobello di Mazara (Tp) per la spesa che il comune ha sostenuto per curare un gatto randagio affetto dall'Aids felino. Costo per l'assistenza 2.120 euro. Il 30 dicembre 2016 l'animale malato fu segnalato alla polizia municipale da un cittadino. Gli agenti lo fecero visitare a un veterinario. Poi il trasporto alla clinica San Vito di Mazara del Vallo. Da lì è iniziato l'iter d'assistenza per capire la patologia: le analisi del sangue, quelli specifici contro i virus e la diagnosi. Per il gatto, riporta il Giornale di Sicilia, è iniziata la cura farmacologia. "Nel centro il felino è rimasto dal 30 dicembre 2016 al 28 febbraio scorso - spiega Giuliano Panierino, comandante della polizia municipale - poi, è rimasto ancora lì sino al 7 aprile prima che un' associazione, lo adottasse". La determina di spesa ha scatenato le critiche del gruppo Io amo Campobello. "L' urgenza dell'intervento non ci ha consentito di coinvolgere l'Asp", replica Panierino. (ANSA).

Archivio Ultima ora