Catalogna: Mas, contro di me “caccia grossa”

(ANSA) – MADRID, 21 OTT – Il presidente secessionista catalano Artur Mas ha detto di sentirsi “oggetto di caccia grossa” da parte di Madrid dopo l’arresto del tesoriere del suo partito Andreu Viloca nel quadro di una inchiesta su un presunto finanziamento illegale. Mas è stato dichiarato imputato per “disobbedienza” per avere promosso nel 2014 un referendum consultivo sulla secessione catalana. Mas ha promesso di portare nel 2017 la Catalogna all’indipendenza nonostante il veto di Madrid.

Condividi: