Il Papa sta male, incredulità a San Pietro

Pope Francis arrives in St. Peter Square for the Wednesday's General Audience, Vatican City, 21 October 2015. ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI
Pope Francis arrives in St. Peter Square for the Wednesday's General Audience, Vatican City, 21 October 2015.  ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI
Pope Francis arrives in St. Peter Square for the Wednesday’s General Audience, Vatican City, 21 October 2015. ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI

CITTA’ DEL VATICANO. – Incredulità, occhi sbarrati, difficoltà a trovare le parole per un commento. Ma anche diffidenza perché potrebbe essere uno scherzo. Tra i fedeli a piazza San Pietro, per l’udienza generale di Francesco, nessuno sa ancora della notizia che un quotidiano italiano ha dato in prima pagina e che comunque il Vaticano smentisce: il Papa sta male.

Daniel, prete evangelico svedese, chiede: “Ma ho capito bene? Se è vera, è una notizia catastrofica”. In piazza ci sono i giovani della banda di Pietramelara (Caserta), con le divise e gli strumenti ingombranti. “Chi sta male? Il Papa?”: chiede uno dei ragazzi con grande diffidenza, dando una gomitata al suo amico, come chi si trova di fronte ad una persona che scherza. Solo Rossella, tra loro, con in mano il clarinetto, riesce a pronunciare: “Sento grande tristezza”.

Un ragazzo spagnolo, studente di Teologia alla Pontificia Università Santa Croce, sente la notizia e dice solo: “Io voglio molto bene a questo Papa”. Ma poi non rivela alla giornalista il suo nome. Anche lui non crede, e non si fida.

Vengono da Rzadkowo, Polonia, un gruppo di persone, per lo più anziane. Fazzoletto giallo al collo, innalzano nella piazza il loro striscione. Anche loro non sanno, e non credono che questo Papa possa rischiare di vivere anni di pontificato con la malattia per compagna, esattamente come accaduto a Wojtyla.

Daniel viene dalla Svezia. E’ prete ma ha in braccio una bambina di un paio d’anni. “Un sacerdote con famiglia – spiega – sono della Chiesa Evangelica Cattolica”. “Se è vera – commenta – è una notizia tremenda, quasi catastrofica. Ma abbiamo fede e sappiamo che tutto è nelle mani di Dio. Questo Papa è molto importante per noi”.

Il venditore di rosari a piazza Pio XII, accento meridionale, neanche sta a sentire. Non crede alla notizia e ha altro da fare. “Senta, non mi faccia perdere tempo, ora escono i pellegrini dalla piazza”.

Abdelrihim, eritreo, è invece sotto il porticato all’inizio di via della Conciliazione, con al collo il badge delle guide, che a San Pietro non è facile distinguere tra regolari e abusive. Crede di non capire quando gli chiediamo che sentimenti provi di fronte a questa presunta notizia della malattia di Papa Francesco. Parla un po’ di italiano, e l’inglese visto che accompagna turisti e pellegrini in basilica e ai musei vaticani. Allora ripeto che, secondo un giornale italiano, il Papa è malato. “Mi sento male”, è l’unica cosa che riesce a dire.

(di Manuela Tulli/ANSA)

Condividi: