Cuba: più vicino accordo con Ue per la fine dell’embargo

A group of Chileans and Cubans celebrate the announcement of the normalization of the relations between Cuba and USA and the release of citizens detained in jails of both countries, outside the Cuban embassy in Santiago de Chile, Chile, 17 December 2014. EPA/MARIO RUIZ
A group of Chileans and Cubans celebrate the announcement of the normalization of the relations between Cuba and USA and the release of citizens detained in jails of both countries, outside the Cuban embassy in Santiago de Chile, Chile, 17 December 2014.  EPA/MARIO RUIZ
A group of Chileans and Cubans celebrate the announcement of the normalization of the relations between Cuba and USA and the release of citizens detained in jails of both countries, outside the Cuban embassy in Santiago de Chile, Chile, 17 December 2014. EPA/MARIO RUIZ

BRUXELLES. – Cuba vede più vicina la firma dell’accordo che sta negoziando con l’Unione europea che la fine dell’embargo americano sull’isola.

“Credo di sì, che siamo più vicini a concludere con l’Ue, che a veder levato l’embargo, che dipende dal Congresso americano”, ha detto oggi l’ambasciatore cubano in Belgio, Norma Goicochea, precisando che “i negoziati con Bruxelles sono sulla buona strada”.

“C’è la volontà politica di entrambe le parti di avanzare e concluderli in un futuro vicino”, ha aggiunto. Il prossimo round di trattative, il sesto, si terrà a Bruxelles il 1 e 2 dicembre.

Fino ad oggi sono stati compiuti progressi, ha sottolineato Goicochea, precisando che il capitolo sul commercio è “quasi completato”, e quello sulla cooperazione è “molto avanzato”.

Sul terzo capitolo, quello sul dialogo politico, “abbiamo cominciato a capire dove sono le nostre differenze”, ha spiegato infine la rappresentante diplomatica.

Condividi: