Italian Sounding, pasta “italiana” made in Egitto

Italian Pasta
Italian Pasta
Italian Pasta

ROMA. – La pasta aveva sulle confezioni la bandiera tricolore e le diciture “Italiano”, Milano” e “San Remo”, ma proveniva dall’Egitto e da Dubai.

A scoprirla negli stand di una fiera internazionale in Germania, la “Anuga” di Colonia, è stata l’associazione italo-tedesca “Italian Sounding e. V.”, nata per contrastare la commercializzazione di prodotti falsamente italiani.

Italian Sounding e. V. (di cui fa parte Confagricoltura) ha fatto ricorso al Tribunale di Colonia ed è riuscita ad ottenere il divieto di commercializzazione in Germania della pasta finto-italiana.

Lo rende noto Confagricoltura, precisando che il ricorso è stato presentato dagli avvocati Rodolfo Dolce e Mattia Dalla Costa (CBA Studio Legale).

L’associazione Italian Sounding e. V., costituita a Roma a febbraio 2015 dalla Camera di Commercio Italiana per la Germania di Francoforte e dalla Camera di Commercio Italo-Tedesca di Monaco-Stoccarda, Confagricoltura e da altri membri, tra cui Unioncamere.

“Questo risultato è fondamentale per la lotta al fenomeno di contraffazione denominato “Italian Sounding” – ha dichiarato Mattia Dalla Costa, partner di CBA, Studio legale e tributario – perché deriva dal fatto che il diritto tedesco, a differenza di quello italiano, non conosce una normativa specifica a favore del MADE IN, ma deve fondarsi soprattutto sui principi generali in materia di concorrenza sleale (UWG).

L’associazione continuerà a individuare e contrastare chi utilizza l’italianità per truffare i consumatori e creare un danno alle eccellenze del nostro Paese”.