Apre inGalera, primo ristorante dentro prigione

(ANSA) – MILANO, 26 OTT – Arredo di design, 52 posti a sedere, apertura a pranzo e cena sei giorni su sette, nove persone impiegate, cinque in cucina e quattro in sala: a descriverlo così è un locale come tanti, ma i lavoratori – a eccezione dello chef e del maitre – sono tutti detenuti e il ristorante è all’interno di un carcere. Non a caso si chiama inGalera, sorge all’interno della II Casa di Reclusione di Milano Bollate ed è un progetto unico in Italia.

Condividi: