Prostituzione:ridotta multa cliente,’ci parlava,non è grave’

(ANSA) – BERGAMO, 29 OTT – Fermarsi in strada a parlare con una prostituta ha ‘una pericolosità sociale decisamente esigua’ e quindi deve essere punita con una sanzione più proporzionata. Lo ha stabilito il Tribunale di Bergamo confermando la decisione del giudice di pace che aveva ridotto da 500 a 100 euro la multa ricevuta da un cittadino che si era fermato a contrattare una prestazione con una prostituta sull’ex statale 525 a Osio Sotto. Il Comune dovrà pagare le spese giudiziarie del privato, 1.400 euro.

Condividi: