Tangenti: Lo Bosco lascia presidenza Rfi

(ANSA) – PALERMO, 31 OTT – Dario Lo Bosco, arrestato giovedì scorso con l’accusa di induzione alla concussione, si è dimesso dalla presidenza di Rete Ferroviaria Italiana. Attraverso il suo legale, l’avvocato Bartolomeo Romano, ha comunicato la sua decisione a Rfi. Lo Bosco, accusato di avere intascato una mazzetta di 58.650 euro da un imprenditore agrigentino, nella lettera di dimissioni ribadisce la sua innocenza e l’intenzione di salvaguardare Rfi e dedicarsi alla sua famiglia.

Condividi: