Calcio: Gilon, le parole di Tavecchio restano inaccettabili

(ANSA) – ROMA, 2 NOV – “Quale ambasciatore d’Israele in Italia desidero ribadire che nessuno può dubitare che, come israeliano, ebreo e parte di un gruppo di minoranza, io possa minimamente accettare parole quali quelle del presidente Figc Tavecchio”. Lo afferma Naor Gilon. “Nella mia risposta di ieri all’Ansa – prosegue – ho solo confermato quanto menzionato da Tavecchio sul “Corriere della Sera” di domenica, secondo cui ha sostenuto con convinzione Israele nel fermare un’iniziativa anti-israeliana in seno alla Fifa”.

Condividi: