Eder illude la Samp, Inglese rianima il Chievo

Pubblicato il 02 novembre 2015 da redazione

Sampdoria's Edgar Barreto (R) in action during the Italian Serie A soccer match AC Chievo Verona vs UC Sampdoria at Bentegodi stadium in Verona, Italy, 02 November 2015. ANSA/FILIPPO VENEZIA

Sampdoria’s Edgar Barreto (R) in action during the Italian Serie A soccer match AC Chievo Verona vs UC Sampdoria at Bentegodi stadium in Verona, Italy, 02 November 2015.
ANSA/FILIPPO VENEZIA

VERONA. – Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? E’ la domanda più ovvia dopo il pareggio del Bentegodi tra Chievo e Sampdoria. Ancora una volta i blucerchiati restano a bocca asciutta in trasferta e allora il bicchiere non può che essere mezzo vuoto. Ma, dopo essere passata in vantaggio con Eder, la squadra di Zenga ha subito il ritorno del Chievo e per larghi tratti della ripresa è stata in balia della migliore condizione fisica dei veneti. E, in questo caso, visto il punto raccolto, il bicchiere non può che essere mezzo pieno.

Ragionamento che calza a pennello anche per l’undici gialloblu. Dopo tre sconfitte consecutive, Genoa, Napoli e Milan, il Chievo ferma l’emorragia. E questo è il dato positivo, ma la vittoria non arriva da sei turni, ultimo hurrà quello con il Torino e una classifica che prima era straordinaria si è tramutata in normale, con la distanza dalla zona calda che rimane importante, ma non abissale come in precedenza.

Maran, per sfidare la Sampdoria, punta ancora una volta sul 4-3-1-2, ma cambia alcuni interpreti. Va in panchina Paloschi e Birsa supporta il tandem offensivo Meggiorini-Inglese. In difesa, la coppia Dainelli-Gamberini, con Cesar relegato tra le riserve. Nel mezzo torna Hetemaj in coppia con Radovanovic.

Zenga schiera i suoi uomini col 4-3-3 e concede un turno di riposo a Soriano: davanti Ivan supporta Eder e Muriel, a centrocampo c’è Carbonero. L’ex di giornata, Zukanovic, titolare al centro della difesa.

L’avvio è doriano. La giocata di Carbonero è da appluasi: dribbling stretto su Hetemaj e gran palla in verticale per Eder. Difesa di casa mal piazzata e per l’attaccante della Nazionale e’ un gioco da ragazzi infilare Bizzarri. Il Chievo accusa il colpo, ma la Sampdoria non ne sa approfittare. Anzi, la squadra di Zenga si abbassa pericolosamente e lascia campo al Chievo.

Protagonista della riscossa è Inglese. L’ex attaccante del Carpi va al tiro in più d’una occasione, ma gli difetta solo la mira, non certo la personalità. Il pareggio lo firma proprio Inglese, ma il gol va condiviso con Meggiorini e, in particolare, all’inguardabile difesa blucerchiata.

Perché la Sampdoria prende il pareggio con una classica ripartenza. Meggiorini è smarcato sulla sinistra e servito addirittura da un fallo laterale. L’assist di Meggiorini è perfetto, la serenità con cui Inglese trasforma il pallone del pari da consumato attaccante. Ma per lui è il primo gol in Serie A.

La ripresa vede il Chievo all’arrembaggio, almeno per una buona ventina di minuti. Squadra di casa pericolosa in avvio di seconda frazione con una bella azione di Meggiorini: cross morbido per Castro che spreca, tirando contro Mesbah. La partita si accende anche di tono e ne fa le spese Maran espulso per proteste dopo un duro contrasto Meggiorini e Carbonero.

Ancora il Chievo a insistere, con Cacciatore che sfiora il gol di testa. Con il passare dei minuti la Sampdoria esce dal guscio difensivo e crea un paio di buone opportunità prima con un assolo di Muriel respinto con il corpo da Bizzarri, poi con un gran destro di Barreto fuori d’un soffio.

Ma l’azione più pericolosa è dei padroni di casa, proprio in chiusura con Paloschi. Azione da gol che è il coronamento di una ripresa giocata dal Chievo in velocità, con la Samp schiacciata nella propria metà campo. Finisce in parità.

Ultima ora

21:15‘Boicotta Espresso’, ma blitz Forza Nuova fallisce a Torino

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - Avevano in programma un'azione dimostrativa sotto la redazione torinese del quotidiano La Repubblica, simile a quella effettuata a Roma lo scorso 6 dicembre, i militanti di Forza Nuova che ieri sono stati fermati dalla polizia a Torino. Gli investigatori della Digos hanno intercettato il corteo, non autorizzato, prima che arrivasse in via Lugaro, sede del giornale, e i manifestanti si sono allontanati. Secondo quanto appreso, l'intenzione di Forza Nuova era quella di appendere uno striscione con la scritta 'Boicotta il Gruppo Espresso'. (ANSA).

21:12Calcio: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

(ANSA) - FIRENZE, 13 DIC - La Fiorentina ha battuto 3-2 la Sampdoria negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti affronterà la vincitrice di Lazio-Cittadella, in programma domani sera allo stadio Olimpico di Roma. Viola in vantaggio già al 2' grazie a Babacar. Il pareggio ligure lo firma Barreto a cinque minuti dall'intervallo. Nella ripresa l'arbitro Rosario Abisso, di Palermo, diventa protagonista fischiando tre rigori, due con l'ausilio della Var. Il primo lo trasforma Veretout, il secondo - quello del 2-2 - è opera di Ramirez al 32'. Al 90' ancora Veretout sul dischetto. Il francese non sbaglia battendo Puggioni con grande freddezza. Per la Samp anche un clamoroso palo colpito da Caprari su punizione.

21:10Calcio: Baldissoni “Roma patrimonio collettività,è una fede”

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "La storia della Roma ha un inizio, ma è senza fine. Questa squadra è patrimonio di una collettività e racchiude il capitale emotivo di una comunità. Parliamo di una storia che si aggiorna quotidianamente, perché le emozioni non muoiono mai. La Roma è una fede, una famiglia, è parte di tutti noi e lo sarà per sempre". Così il dg della Roma, Mauro Baldissoni, nel corso della presentazione del libro 'Dimmi cos'è', pubblicato per celebrare i 90 anni del club giallorosso. Il volume, a cura di Tonino Cagnucci e Luca Pelosi (casa editrice Skira), ripercorre la storia della Roma con illustrazioni, disegni d'autore, fotografie inedite. "Da quando è arrivata la nuova proprietà è stato creato un dipartimento dedicato all'archivio storico. Abbiamo fatto un lavoro incessante negli anni, recuperato e organizzato centinaia di migliaia di documenti, foto e oggetti - sottolinea Baldissoni -. Questo grande sforzo di raccolta è stato ora messo su carta, è fruibile da tutti e ne siamo estremamente orgogliosi".

21:09Uccise ladro: condannato a nove anni e quattro mesi

(ANSA) - BRESCIA, 13 DIC - La Corte d'Assise di Brescia ha condannato a 9 anni e 4 mesi per omicidio volontario Mirco Franzoni, il 33enne che la sera del 14 dicembre 2013 a Serle, nel Bresciano, uccise in strada con un colpo di fucile ravvicinato il ladro di origine albanese Eduard Ndoj, che era entrato nell'abitazione del fratello. Il pm aveva chiesto 16 anni, sempre per omicidio volontario.

20:59Nuoto: Europei 25 metri, Scozzoli vince l’oro nei 50 rana

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Due medaglie per l'Italia nella prima giornata di gare dei campionati europei di nuoto in vasca da 25 metri, in corso a Copenaghen. L'azzurro Fabio Scozzoli ha chiuso al primo posto la gara dei 50 rana con il tempo di 25"62, nuovo record europeo, che sottrae dieci centesimi al limite che lui stesso aveva stabilito nel 2013 in coppa del mondo a Berlino. Ha preceduto il russo Kirili Progoda, medaglia d'argento, e il britannico Adam Peaty, bronzo. La seconda medaglia è d'argento, conquistata dagli staffettisti della 4x50 stile libero. Luca Dotto, Lorenzo Zazzeri, Alessandro Miressi e Marco Orsi hanno chiuso in 1'23''67, dietro ai russi che si impongono in 1'23''23.

20:48Brasile: stampa, Temer in ospedale per serie esami urologici

(ANSA) - SAN PAOLO, 13 DIC - Il presidente del Brasile, Michel Temer, si sottoporrà oggi a una serie di esami urologici presso l'ospedale Sirio-libanese di San Paolo: lo rende noto la stampa locale. Il ricovero - precisano i media - era previsto per venerdì, ma sarebbe stato anticipato ad oggi su consiglio del medico curante del capo di Stato, il cardiologo Roberto Kalil Filho. Temer, che ha 77 anni, a fine ottobre aveva già subito un intervento chirurgico alla prostata.

20:42Biotestamento: ok art.3 sulle Dat con 158 sì, 62 no

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Passa nell'Aula del Senato l'articolo 3 del disegno di legge sul biotestamento. Un altro punto nodale del testo che riguarda le Dat, cioè le "disposizioni anticipate di trattamento". La norma passa con 158 sì, 62 no e 10 astenuti.

Archivio Ultima ora