Calcioscommesse: Masiello, capi ultrà ci chiesero di perdere

(ANSA) – BARI, 4 NOV – “I capi ultrà ci chiesero di perdere le due partite col Cesena e con la Sampdoria, ma anche l’ex calciatore del Bari Antonio Bellavista spesso lo aveva fatto, e anche in quella occasione”. Lo ha detto, deponendo ad uno dei processi sul calcioscommesse, l’ex biancorosso Andrea Masiello (che per le presunte combine ha patteggiato 23 mesi), chiamato a testimoniare al processo ai tre ex capi ultrà del Bari: Alberto Savarese, Roberto Sblendorio e Raffaele Loiacono, accusati di violenza privata.

Condividi: