Il Napoli può vincere lo Scudetto

Pubblicato il 08 novembre 2015 da redazione

napoli

CARACAS – Straordinario questo Napoli targato Sarri. Non perde un colpo da più di un mese, ha cominciato a volare dopo i cinque gol al Bruges in Europa League. Vittorie pesantissime le ultime 5 consecutive su Juve (2-1), Milan (0-4), Fiorentina (2-1), Chievo (0-1) e Palermo (2-0) prima del pari esterno in casa del Genoa. E prima della vittoria contro i campioni d’Italia c’era stata la pesante vittoria per 5-0 contro la Lazio.

L’entusiasmo azzurro scorre sulle vie della città partenopea; parte dal cuore che batte a Fuorigrotta e s’infila nei tanti rioni, negli uffici, nei negozi. Insigne e Higuain stanno facendo sognare un’intera città ed i tifosi riscoprono la passione d’un tempo, rispolverando bandiere e maglie da esporre come segno d’appartenenza, si torna a parlare del «pallone» come si faceva in altri tempi. Approfittando dell’occasione abbiamo chiesto il loro parere a diversi giornalisti sportivi venezuelani di origine italiana.

“Io credo che il Napoli ha i giocatori per lottare per lo scudetto. Ma penso anche che questo campionato sarà il più combattuto degli ultimi cinque anni. – spiega Antonino Cittadino, giornalista di Venevisión e poi aggiunge – La favorita al tricolore resta la Juve, anche se ha avuto un inizio balbettante. Sarà interessante vedere cosa farà Roberto Mancini con l’Inter, Paulo Sousa con la Fiorentina e Rudi Garcia con la Roma”.

Il Napoli vive un momento magico e, nonostante Sarri continui a mantenere un basso profilo (“Chi pensa allo scudetto non entra nel mio spogliatoio”), la squadra è a tutti gli effetti una seria candidata al titolo. In questo momento gli azzurri, insieme alla Roma, sono indubbiamente i favoriti del campionato.

Per capire meglio che aria si respira alle falde del Vesuvio, abbiamo interpellato Gennaro Buonocore, giornalista che resiede a Napoli e può illustrarci meglio la situazione: “Allora da tecnico ti rispondo come Sarri: perché ci chiedete se siamo da scudetto? Davanti ci sono Fiorentina, Inter e Roma, chiedetelo a loro – commenta Buonocore aggiungendo – Per me è presto, tutto viene da una serie di vittorie consecutive, è ancora molto presto. Da tifoso ti dico che è lecito sognare, non ho mai visto giocare il Napoli così bene”.

Dopo un avvio stentato (un solo punto nelle prime tre giornate), la reazione del Napoli è stata evidente, intelligente e rabbiosa. Sarri è tornato sulle proprie idee, eliminando il 4-3-1-2 per passare a un più congeniale 4-3-3. La difesa (otto reti subite), che ha concesso solo due gol nelle ultime sei giornate, è la seconda migliore del campionato dopo l’Inter (sette reti al passivo); ma, a differenza dei nerazzurri, i partenopei segnano molto di più (21 gol fatti contro gli 11 dell’Inter) e hanno raggiunto un equilibrio che a Mancini ancora manca.

“Ti posso dire che il Napoli ha le carte in regola per lottare per lo Scudetto: in un campionato che si preannuncia molto serrato non c’é un sicuro favorito, com’é accaduto negli ultimi anni con la Juve. – racconta Giancarlo Figliulo, collega di Union Radio e voce delle radiocronace del Caracas Fc, che aggiunge – Gli azzurri hanno un’ottima rosa con un tecnico come Sarri che in principio era un’incognita, ma adesso ha messo a tacere tanti detrattori e sta dimostrando di essere un ottimo mister.

Il Napoli sta giocando benissimo, con un ottimo portiere come Reina ed un’ottima linea defensiva, con un centrocampo fenomenale ed un buon attacco con Marek Hamsík, Gonzalo Higuain e Lorenzo Insigne che sono al top della forma.

Nonostante l’avvio balbettante la Juve sicuramente si riprenderà, anche se ai bianconeri pesano gli adii di Vidal, Pirlo e Tevez. La volata per lo Scudetto sarà tra Roma, Inter e Napoli, la Fiorentina non credo arrivi fino in fondo. La falsa partenza della Juve ha dato questo plus in più alla Serie A. Un Napoli così non si vedeva dall’epoca di Maradona, con l’arrivo di De Laurentis si é iniziato a costruire un progretto che poco a poco sta dando i suoi frutti. Io considero che il Napoli può vincere lo Scudetto”.

Una delle voci della nostra serie A nell’emittente televisiva Espn é Vito De Palma, che ci da il suo punto di vista sul campionato degli azzurri: “Sì, credo che il Napoli può vincere lo scudetto, ovviamente non sarà facile, non é mai facile per il Napoli vincere il tricolore. È una città molto problematica, per il fatto che i napoletani sono loro i primi a non credere in sè stessi. – confessa De Palma, aggiungendo –

Poi bisogna considerare una cosa, io credo che per vincere lo Scudetto c’é bisogno di avere una certa abitudine a trovarsi in quella posizione, la squadra c’è l’ha, forse il tecnico no. Per i partenopei é una situazione molto favorevole: la Juve ha iniziato malissimo e gli altri, Roma, Inter e Fiorentina, non sembrano avere le carte in regola per restare al vertice fino alla fine del campionato. Il Napoli ha un piccolo problema, non possiede una rosa ampia: non ha rimpiazzi per i vari Marek Hamsík, Gonzalo Higuain e Lorenzo Insigne.

Il Napoli è la squadra che non perde da più tempo in Serie A (cinque successi e quattro pareggi nelle ultime nove gare) e, soprattutto, ha vinto quattro partite di fila che l’hanno portato a due passi dalla vetta. Merito anche di Higuain, vice capocannoniere della Serie A con otto gol all’attivo e già salito a nove centri in questa stagione, considerando anche l’Europa League.

Sarri continua a non voler sentire parlare di scudetto ma forse, in fondo, adesso comincia a crederci anche lui.

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

15:14L. elettorale: Grasso, accelerazione? Noto rallentamento

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "Noto un rallentamento invece che un'accelerazione". Così il presidente del Senato Pietro Grasso risponde sorridendo al cronista di "Repubblica.It" che gli chiede se non noti un'accelerazione sulla legge elettorale. "Qualcuno aveva detto che si andava in Aula ala Camera il 5 giugno e invece adesso vedo che dovrebbe andarci il 12 quindi vedo che un rallentamento c'è stato. C'è una settimana di...". Ma Grasso non dice altro su tempistica né su possibile voto anticipato. "Sono al Senato e aspetto la legge elettorale", ribatte

15:12Ap, guardate che fa Borsa su ipotesi voto anticipato

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "L'allarme lanciato dal ministro Alfano sul rischio di elezioni anticipate anche se non vengono messi in sicurezza i conti pubblici è confermato dall'andamento dei mercati. Ieri, infatti, la borsa di Milano ha perso il 2% nonostante fosse una giornata tranquilla sugli altri mercati". A dirlo è Valentina Castaldini, portavoce nazionale di Alternativa Popolare. E conclude: "Se il Pd e la deputata Fregolent vogliono far finta di non vedere perché hanno fretta di votare per cavalcare l'onda del populismo facciano pure. Noi siamo e saremo sempre responsabili e teniamo più ai cittadini italiani".

15:02Calcio: Spalletti, Inter? Prendo contatti con chi voglio

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "Io spero che sia uno tra Di Francesco e Montella ad allenare la Roma il prossimo anno. Loro conoscono la Roma e hanno fatto vedere qualità umane oltre a quelle professionali. Entrambi poi non hanno cancellato il ricordo della Roma nonostante gli sviluppi professionali". Così Luciano Spalletti nella conferma stampa di addio alla panchina giallorossa. Il tecnico toscano non ha anticipato nulla sul proprio futuro, dribblando le domande sul probabile approdo all'Inter. "Sono una persona libera, prendo contatti con chi voglio da qui in avanti. Ma finora non è stato così - sottolinea -. Ci sarà chi reagirà in un modo chi in un altro dopo le mie scelte. Non mi disturberà più di tanto quello che si dirà. Io da qui in avanti comincio a parlare con chi vorrà far uso della mia persona: come allenatore, come metodo, come faccia. Organizzo il prossimo futuro se mi piace quello che uno mi propone".

14:59Calcio: Milan-Montella, rinnovo si avvicina

(ANSA) - SANTA MARGHERITA DI PULA (CAGLIARI), 30 MAG - Rinnovo in vista fra Vincenzo Montella e il Milan. Un incontro in mattinata in sede fra l'allenatore e la dirigenza rossonera avrebbe prodotto un'accelerazione verso l'intesa per prolungare di un anno, fino al 2019, la durata del contratto di Montella. L'intesa, secondo quanto filtra, non è stata ancora formalizzata.

14:55Calcio: Cristiano Ronaldo sarà di nuovo padre

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - Cristiano Ronaldo nuovamente papà? Il settimanale 'Chi', sul numero in edicola da domani, pubblica le immagini esclusive di Cristiano Ronaldo in Corsica con la fidanzata Georgina Rodriguez giunta al quarto mese di gravidanza. Lo dimostrano le immagini pubblicate dal settimanale che rivela anche che la coppia aspetterebbe due gemelli. Cr7 e Georgina Rodriguez sono legati da qualche mese. La loro breve vacanza precede di qualche giorno la finale di Champions League che sabato opporrà il Real Madrid alla Juventus. Con la coppia c'era anche il primogenito del calciatore, il piccolo Cristiano jr, che Ronaldo ha cresciuto da solo senza voler rivelare il nome della madre. Secondo 'Chi', le prime voci di una sua nuova paternità si inseguivano da quando Ronaldo ha pubblicato su Instagram una foto con Georgina in cui entrambi accarezzavano il pancino della ragazza. La mamma del fuoriclasse aveva smentito le voci di un bimbo in arrivo, ma ora 'Chi' conferma tutto e lo documenta con un ampio servizio fotografico.

14:38Calcio: Mancini, lo Zenit? Ci sono buone possibilità

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "Con i dirigenti dello Zenit ci siamo visti e conosciuti. Al momento c'è questo, poi vedremo nei prossimi giorni. Possibilità di trasferirsi in Russia ce ne sono". Roberto Mancini non smentisce le indiscrezioni che danno per fatto il suo trasferimento allo Zenit San Pietroburgo, alimentate anche da una foto che lo ritrae con Alexei Miller, Ceo di Gazprom, società proprietaria del club. "Se ho chiesto consigli a Spalletti sullo Zenit? No, non ho chiesto niente. Al momento non c'è niente", ribatte Mancini, oggi al circolo Canottieri Aniene a Roma in occasione dei premi Ussi. "Ho visto l'addio di Francesco Totti alla Roma ed è stato molto bello. I tifosi sono stati commoventi ed è giusto così per uno come lui che ha giocato tutta la vita con la stessa maglia Capisco tante persone che erano allo stadio e si sono commosse. Capisco anche la sua emozione perché non è semplice, poi lui sa cosa deve fare. Ognuno deve essere libero di smettere quando se la sente".

14:35Dà del viado a Belen, Nina Moric a giudizio per diffamazione

(ANSA) - MILANO, 30 MAG - Che non sia mai corso buon sangue tra Nina Moric e Belen Rodriguez, due ex di Fabrizio Corona, non è un mistero. Ma adesso la 'guerra' tra la modella di origine croata e la sua 'rivale' è finita nelle aule di giustizia. Infatti la Moric, che dall'ex paparazzo ha avuto un figlio, è stata mandata a processo dal gip di Milano per aver dato del 'viado' a Belen e già il prossimo 7 luglio si aprirà il dibattimento per diffamazione. Secondo il capo di imputazione la modella durante una intervista alla Zanzara, programma trasmesso da Radio24, avrebbe offeso la reputazione della showgirl argentina "confermando di averla definita su alcuni social network 'viado'" e aggiungendo al microfono "non è una bella persona come tutti credono...perché quando si trattava di mio figlio girava per casa nuda...mio figlio ha avuto gli incubi quando aveva cinque anni, lei mi minacciava di morte... minacciava che portava via lei mio figlio". Belen, che aveva sporto querela, è ora parte offesa.

Archivio Ultima ora