MotoGp: numeri record per Cielo e MTV8

Pubblicato il 09 novembre 2015 da ansa

(ANSA) – ROMA, 9 NOV – Finale da record in tv per la MotoGP, che ha consegnato il titolo iridato a Jorge Lorenzo tra mille polemiche. La gara ha regalato a Cielo e MTV8, i due canali free che hanno trasmesso in contemporanea in diretta il Gp della Comunità Valenciana, la migliore domenica di sempre: l’ascolto cumulato è stato di 7 milioni e 215 mila telespettatori, pari al 35,5% di share. Il picco di share è stato registrato su Cielo, che alle 14.45, negli ultimi giri di gara, è schizzato al 26.6%.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

18:31Ciclismo: Mondiali, olandese Blaak oro prova femminile

(ANSA) - ROMA, 23 SET - La ciclista olandese Chantal Blaak ha vinto la medaglia d'oro ai Campionati Mondiali in corso a Bergen, Norvegia, vincendo la prova femminile su strada. Secondo posto e medaglia d'argento per l'australiana Katrin Garfoot, terzo e medaglia di bronzo per la danese Amalie Dideriksen Delusione per l'Italia che sperava di più del decimo posto conquistato da Elena Cecchini.

18:26Trump contro star dello sport, licenziare chi non canta inno

(ANSA) - NEW YORK, 23 SET - L'ira di Donald Trump si abbatte sui campioni 'ribelli' dello sport americano, quelli che contestano la presenza del tycoon ala Casa Bianca o protestano apertamente contro le violenze della polizia verso gli afroamericani. Così il presidente americano ha chiesto alla Nfl, la lega professionistica del football americano, di licenziare i giocatori che non cantano l'inno. E ha deciso di ritirare l'invito alla Casa Bianca alla star assoluta del basket, Stephen Curry, che ha dato forfait alla visita che la sua squadra campione della Nba farà nella residenza presidenziale. "Il presidente mostra una totale mancanza di rispetto verso i nostri campioni e verso le idee degli altri", ha replicato il commissario della Nfl, Roger Goodell, alimentando una polemica senza precedenti tra la lega e la Casa Bianca.

18:26Papa: riceve nuovo ambasciatore italiano Pietro Sebastiani

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 23 SET - Papa Francesco ha ricevuto oggi in udienza a Palazzo apostolico il nuovo ambasciatore d'Italia presso la Santa Sede, Pietro Sebastiani, che gli ha presentato le sue Lettere credenziali. La nomina di Sebastiani come successore del precedente ambasciatore Daniele Mancini, recentemente deliberata dal Consiglio dei Ministri, era stata resa nota nei giorni scorsi dalla Farnesina a seguito del gradimento del Governo interessato. Sebastiani è nato a Capannori (Lucca) il 28 marzo 1957. È sposato e ha quattro figli. Laureato in Scienze politiche con indirizzo internazionale presso l'Università "Cesare Alfieri" di Firenze, ha seguito successivamente corsi ad Harvard e alla Columbia University di New York. E' stato negli ultimi anni Ambasciatore a Madrid e Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo. Conosce il francese, l'inglese, l'olandese, il russo, lo spagnolo e il tedesco.

18:15Tennis: Laver Cup, esordio vincente per Federer

(ANSA) - ROMA,, 23 SET - Seconda giornata della Laver Cup, gara tennis a squadre che si concluderà domani a Praga. E doppio impegno per Roger Federer e Rafael Nadal. In una giornata dove ogni vittoria vale 2 punti (domani ne varrà 3), il capitano dell'Europa Bjorn Borg ha schierato i suoi assi per incrementare il vantaggio sul Resto del Mondo. Federer ha battuto per 6-4 6-2 lo statunitense Sam Querrey, Nadal si è imposto per 6-3 3-6 11-9 al super tie-break sull'altro statunitense Jack Sock. Roger e Rafa giocheranno il doppio insieme contro i due statunitensi Querrey e Sock dopo la sfida tra il ceco Tomas Berdych e l'australiano Nick Kyrgios. Il punteggio attuale è di 7-1 per l'Europa. La giornata di ieri si era conclusa sul 3-1: il croato Marin Cilic aveva battuto lo statunitense Frances Tiafoe, l'austriaco Dominic Thiem aveva piegato sullo statunitense John Isner e il tedesco Alexander Zverev aveva regolato il canadese Denis Shapovalov. Il punto del Resto del Mondo era arrivato col doppio Kyrgios-Sock che hanno battuto Berdych-Nadal.

18:09Calcio: Di Francesco, stiamo crescendo

(ANSA) - ROMA, 23 SET - "Quello che mi interessava oggi oltre alla vittoria era la prestazione e devo dire che ho visto una grande manovra da parte della squadra: abbiamo fatto delle ottime giocate, peccato per il gol subito. Sono molto soddisfatto per la crescita della squadra": così ai microfoni di Premium Sport l'allenatore della Roma Eusebio Di Francesco commenta il successo per 3-1 contro l'Udinese. ''Quanto manca per vedere la vera Roma? E' presto per dirlo, nel calcio si cambia idea dopo una partita, io devo dare continuità a quello che sto facendo - le parole del tecnico giallorosso - i ragazzi sono disponibili, sono tutti predisposti al sacrificio. Un voto per El Shaarawy? Sta ritrovando la condizione ottimale, è uno dei più bravi ad attaccare la profondità e nel mio modo di giocare è un attaccante ideale".

18:08Maltempo: Protezione Civile, temporali in arrivo

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Il transito di una perturbazione dall'area Tirrenica determinerà, dalla prossima notte, condizioni di instabilità sulle regioni meridionali del nostro Paese mentre, un altro impulso proveniente dall'Europa continentale interesserà domani le regioni di Nord-Est e parte del Centro. Lo comunica in una nota la Protezione Civile che, d'intesa con le Regioni coinvolte, ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse. "I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche", si legge nella nota. L'avviso prevede dalla notte di oggi precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia. Dalle prime ore di domani le precipitazioni interesseranno anche la Toscana e l'Emilia Romagna. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani allerta gialla su parte dell'Emilia Romagna, gran parte della Toscana, dell'Umbria, sulla Puglia meridionale e sull'intero territorio della Calabria e della Sicilia.

18:01Francia: jobs act, Melenchon denuncia colpo di stato sociale

(ANSA) - PARIGI, 23 SET - "Siamo 150.000" rivendica il leader della sinistra radicale della "France Insoumise", Jean-Luc Melenchon, prendendo la parola a place de la Republique per concludere la manifestazione contro quello che definisce "il colpo di stato sociale" della riforma "jobs Act" voluta dal presidente della repubblica, Emmanuel Macron. "Voi - ha detto Melenchon rivolto ai suoi - siete l'orgoglio e l'onore della patria che non si lascia insultare". All'arrivo a Republique, qualche tafferuglio fra i blac-block incappucciati che volevano salire sul palco e il servizio d'ordine allestito dalla France Insoumise.

Archivio Ultima ora