Lega: processo rimborsi, da multe a laurea Bossi jr

Pubblicato il 09 novembre 2015 da redazione

bossi family

MILANO. – Soldi pubblici entrati nelle casse della Lega Nord come rimborsi elettorali e usciti senza giustificativi in quanto sarebbero serviti per le spese personali della famiglia Bossi: dalle multe per le violazioni al codice della strada e al conto del carrozziere per migliaia e migliaia di euro, fino all’acquisto in diverse rate della famosa laurea in Albania di Renzo ‘il Trota’.

E’ quanto è andato in scena in aula a Milano al processo in cui sono imputati il fondatore del Carroccio, Umberto Bossi, il figlio Renzo e l’ex tesoriere Francesco Belsito. I tre rispondono di appropriazione indebita per circa mezzo milione assieme al Riccardo Bossi che verrà invece giudicato con rito abbreviato.

A parlare delle spese del fondatore della Lega e dei suoi familiari è stato Stefano Martinazzo il consulente della Procura. Durante la sua deposizione, il commercialista, rispondendo alle domande del pm Paolo Filippini, e alle richieste di precisazioni del giudice monocratico dell’ottava sezione penale del Tribunale Luisa Balzarotti, ha spiegato che dall’analisi contabile da via Bellerio, tra il 2008 e il 2011, sono state individuati “più di due milioni di euro di uscite prive di supporto documentale”, come scontrini o fatture.

Secondo l’esperto, che ha analizzato la documentazione del Carroccio nel periodo preso in esame e 9 conti correnti, “la Lega ha incassato a titolo di rimborsi” elettorali circa 75 milioni e mezzo di euro, dai quali sono stati prelevati poco più di 3 milioni di euro “per alimentare la cassa” del partito.

Il “paradosso”, ha sottolineato, è che poi “le uscite sono risultate superiori alle entrate, per uno squilibrio di cassa di 307 mila euro”. Uscite giustificate solo in minima parte: nei bilanci del Carroccio ci sono infatti “3.900 voci di uscita in 4 anni”.

Questo quadro ha portato il commercialista a dire che la contabilità del Carroccio era stata tenuta “in spregio di qualsiasi principio valido nelle aziende e nelle attività commerciali” e in “modo non conforme alla legge sul finanziamento ai partiti”. Contabilità da cui è emersa una “incompletezza documentale imbarazzante” riguardo la movimentazione dei conti correnti del movimento politico.

Martinazzo ha poi parlato delle cartelline trovate nella cassaforte dell’ufficio romano di Belsito più di tre anni fa, in piena inchiesta, durante le perquisizioni della Gdf. “Una di queste – ha raccontato – sul frontespizio riportava la scritta ‘The family’ e dentro c’erano le presunte lauree in Albania di Renzo Bossi e Pierangelo Moscagiuro”, l’ex caposcorta dell’allora senatrice Rosi Mauro.

“Insieme a due fogli di formato A4 che rappresentavano gli attestati di laurea – ha proseguito – c’era anche il libretto con l’elenco dei voti. Inoltre, nella cartelletta c’erano le spese della famiglia Bossi. Ricordo anche tutta la documentazione medica sulla rinoplastica del figlio minorenne di Bossi, le cartelle di Equitalia, i documenti sui lavori di ristrutturazione delle case di famiglia, le spese per le multe”.

Secondo l’accusa tra il 2009 e il 2011, il Senatur avrebbe speso oltre 208 mila euro: l’assegno da 20 mila con la dicitura ‘Casa Capo Lavori’, cartelle esattoriali, ”lavori edilizi” per la casa di Gemonio (1.583 euro), assegni da 50 mila euro, 160 euro per ”acquisto regalo di nozze”, 27 mila euro per ”abbigliamento”, gioielli, 1.500 euro di dentista, 81 mila euro per lavori in una casa a Roma.

A Renzo sono stati addebitati, invece, più di 145mila: migliaia di euro in multe, tremila euro di assicurazione auto, 48mila euro per comprarsi una macchina e 77mila euro per la ”laurea albanese”. Riccardo, infine, ha speso quasi 158mila euro per pagare ”debiti personali”, ”noleggi auto”, le rate dell’Università dell’Insubria, l’affitto, il ”mantenimento dell’ex moglie”, l’abbonamento della pay-tv, ”luce e gas” e anche il ”veterinario per il cane”.

(di Francesca Brunati/ANSA)

Ultima ora

05:19Filippine: Eruzione vulcano Mayon, evacuazione di massa

(ANSA) - MANILA, 23 GEN - Sempre più intensa l'attività del vulcano Mayon, il più attivo delle Filippine, che sta eruttando fontane di lava mentre pennacchi di cenere alti fino a 700 metri escono dal cratere. Le autorità hanno avvertito che potrebbe essere imminente una violenta eruzione e hanno innalzato il livello di allerta a 4 su una scala di cinque. Oltre trentamila persone sono fuggite dai villaggi della provincia di Albay, dove si trova il vulcano, e hanno trovato rifugio negli alloggi dei centri di evacuazione predisposti dalle autorità. Secondo l'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia, un'eruzione esplosiva potrebbe verificarsi entro poche ore. E' considerata di pericolo l'area fino a 8 km dal cratere, dove vivono migliaia di persone. Il fiume di lava ha già raggiunto i villaggi più vicini, colpiti anche da una pioggia di rocce e detriti. Al momento non si segnalano né morti né feriti. Molti voli sono stati cancellati, e l'intera area è stata interedetta al traffico aereo.

01:14Calcio: Liverpool battuto dall’ultima in classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Una settimana dopo aver inflitto al Manchester City, dominatore della Premier League, la sua prima sconfitta in campionato, il Liverpool è riuscito nell'impresa di andare a perdere (1-0) sul campo dello Swansea, ultima in classifica, nel posticipo del 24/o turno. Si è così interrotta la striscia di 18 risultati utili consecutivi della formazione allenata da mister Jurgen Klopp, tra tutte le competizioni. La rete di Alfie Mawson, al 40', ha siglato uno dei risultati più inattesi della stagione e lasciato il Liverpool in quarta posizione, a -3 dal Chelsea.

00:50Calcio: Allegri, l’importante era restare in scia al Napoli

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "L'importante era vincere. Alla fine c'è stata un po' di ansia perché ci mancavano un po' le gambe. Abbiamo alle spalle sei giorni di lavoro importante ed i ragazzi l'hanno sentito. Potevamo chiudere la partita già nel primo tempo ed ancora con un paio di occasioni nella ripresa. Non ci siamo riusciti e quindi complimenti al Genoa". Massimiliano Allegri sa che la Juventus non ha giocato una partita entusiasmante, ma si prende i 3 punti grazie all'1-0, rete di Douglas Costa. "E' importante che la squadra vinca anche se Higuain non segna" ha commentato. Lotta scudetto riservata a Napoli e Juventus? "Il campionato è ancora lungo tutti quelli che ci stanno dietro possono ancora rientrare - ammette Allegri - Ora davanti (di un punto, ndr) abbiamo il Napoli e quindi era importante restargli in scia".

00:23Calcio: Douglas Costa, vittoria difficile ma importante

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Sono contento del gol e di aver aiutato la squadra. Nel secondo tempo siamo un po' calati fisicamente, è stata difficile ma non abbiamo subito gol con grande sacrificio a parte di tutti: abbiamo portato a termine la partita in vantaggio e quello è l'importante". Le parole a caldo del giocatore juventino Douglas Costa dopo l'1-0 sul Genoa che ha riportato i bianconeri a -1 dal Napoli. "Mettere pressione al Napoli? Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi e andare avanti senza guardare gli altri", ha aggiunto il centrocampista.

00:18Donna uccisa in agguato a Napoli, tre colpi al volto

(ANSA) - NAPOLI, 22 GEN - Una donna di 54 anni, Annamaria Palmieri, è stata uccisa in un agguato ed è stata trovata riversa in via del'Alveo Artificiale nel quartiere periferico di San Giovani a Teduccio a Napoli. Lo si apprende da fonti della Questura. Dai primi rilievi emerge che la donna è stata raggiunta da tre colpi di pistola al volto. La donna, rilevano le stesse fonti, aveva precedenti per reati contro il patrimonio, per droga e per associazione per delinquere. Agenti della Scientifica stanno operando nell'area del rinvenimento del corpo.

00:08Calcio: serie A, Juventus-Genoa 1-0

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - La Juventus con il minimo sforzo batte il Genoa nel posticipo della 21/a giornata si serie A e tiene il passo del Napoli, vittorioso ieri a Bergamo. Di Douglas Costa, al 16', l'unica rete della partita, alla quale il Genoa non ha saputo replicare. I bianconeri, alla quarta vittoria di fila, seguono ad una lunghezza il Napoli, che comanda a quota 54, e hanno 10 lunghezze di vantaggio sulla terza, la Lazio. Il Genoa, reduce da tre risultati utili consecutivi, è fermo a 21 punti, +5 dalla zona retrocessione.

22:32Calcio: Marotta, quella su Balotelli è una bufala

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Le voci su Balotelli? C'è affetto e stima per questo ragazzo, ma è una notizia da fantacalcio, una bufala. Quello di Balotelli è un profilo che non occorre alla Juventus". L'ad della Juventus, Giuseppe Marotta, prima di Juve-Genoa nega ogni interesse per l'attaccante del Nizza e anche per il giocatore della Lazio De Vrij: "non è un nostro obiettivo". Confermata invece la pista Emre Can. "L'interesse è chiaro - dice il dirigente a Premium Sport - vogliamo tentare di portarlo con noi, ma non è detto che ci riusciremo perché al momento ha un contratto con il Liverpool. Potrebbe rinnovarlo e oltretutto ci sono altre squadre su di lui".

Archivio Ultima ora