La sfida di Barcellona, Repubblica Catalana in 18 mesi

Pubblicato il 09 novembre 2015 da redazione

pancarta

BARCELLONA. – Scoppia la ‘guerra di indipendenza’ della Catalogna: dopo mesi di scaramucce politiche il Parlament di Barcellona ha formalmente dichiarato con 72 voti a favore e 63 contrari “l’inizio del processo per la creazione dello stato catalano indipendente, sotto forma di repubblica”.

Una dichiarazione di guerra a Madrid, cui ha immediatamente risposto il capo del governo spagnolo Mariano Rajoy: mercoledì mattina ci sarà un consiglio dei ministri straordinario, che presenterà un ricorso alla Corte costituzionale. La mozione, ha tuonato Rajoy, “è anti-costituzionale”, “non ha alcun valore, non può avere alcuna conseguenza”.

La Consulta già mercoledì pomeriggio potrebbe sospendere in forma cautelare il pronunciamento del Parlament, aprendo un braccio di ferro senza precedenti con le istituzioni democratiche catalane. La maggioranza secessionista del Parlament è pronta a ‘disobbedire’: la situazione da giovedì rischia di diventare incandescente. E le cruciali politiche spagnole del 20 dicembre sono alle porte.

“E’ iniziata una settimana storica, isterica e decisiva” per la Spagna e per la Catalogna, avverte la Vanguardia. E anche per il presidente secessionista catalano Artur Mas, “l’uomo che vuole rompere la Spagna”.

Nessuno al momento può prevedere come andrà a finire. La mozione votata dai 62 deputati secessionisti di Junts Pel Si di Mas e dai 10 radicali della Cup decide che entro 30 giorni inizierà la preparazione delle leggi costituenti del nuovo stato, e precisa che il processo dell’indipendenza non può essere “sottoposto” alle decisioni delle istituzioni spagnole e in particolare della Corte costituzionale, “delegittimata”.

Il risultato del voto è stato salutato da un lungo applauso dei deputati indipendentisti, scattati in piedi, mentre i popolari di Rajoy esponevano per protesta la bandiera spagnola. Mas, che nel pomeriggio si è candidato alla rielezione davanti al Parlament, ha promesso l’indipendenza nel 2017 ed ha chiesto un mandato “costituente” di 18 mesi al termine del quale il popolo sarà chiamato a pronunciarsi sul nuovo stato.

Il President ha bisogno però di almeno una parte dei voti della Cup per essere rieletto. E i radicali per ora si rifiutano di appoggiarlo, perchè ideologicamente troppo lontano. Ai primi turni ci vuole la maggioranza assoluta, di cui Mas per ora non dispone. Lo scontro fra Madrid e Barcellona nei prossimi giorni e nelle prossime settimane si preannuncia durissimo.

Alla probabile ‘disobbedienza’ delle istituzioni catalane il potere spagnolo può rispondere decretando la sospensione di Mas e dei suoi ministri, come pure della presidente del Parlament Carme Forcadell. Rajoy, che si appella alla costituzione, ha detto che userà tutti i mezzi dello stato per bloccare la secessione, fino al commissariamento della Catalogna.

La costituzione adottata nel 1978 durante la transizione fra la dittatura franchista e la democrazia, e influenzata dal nazionalismo centralista del regime del Caudillo, non prevede che un pezzo dello stato spagnolo possa fare secessione.

La linea del muro contro muro di Rajoy e del Partido Popular è appoggiata da altri due grandi partiti spagnoli, Psoe e Ciudadanos, mentre Podemos propone che la questione sia risolta da un referendum ufficiale sulla indipendenza come in Scozia o in Quebec.

La Catalogna, ha avvertito Mas, è a un crocevia: deve scegliere se “assumere il costo della subordinazione o il prezzo della libertà”: “vogliamo creare un paese nuovo, migliore di quello che abbiamo, trasformare la autonomia catalana nella Repubblica catalana. E’ una sfida enorme”.

(di Francesco Cerri/ANSA)

Ultima ora

22:14Inter: adesso è ufficiale, Murillo al Valencia

(ANSA) - MILANO, 18 AGO - L'Inter ha ceduto Jeison Murillo al Valencia. L'accordo, annuncia il club nerazzurro in una nota, è stato raggiunto grazie a un prestito biennale con obbligo di riscatto. Il difensore non si era allenato con il resto della squadra ad Appiano Gentile e ha raggiunto la Spagna nel primo pomeriggio. "Al giocatore - scrive l'Inter - i migliori auguri da parte di tutto il club per la sua nuova avventura professionale".

22:03Stadio: Lazio-Coni, accordo di due anni per l’Olimpico

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - La Lazio ha raggiunto l'accordo con il Coni per la disponibilità dello stadio Olimpico nelle prossime due stagioni agonistiche. L'11 agosto scorso era stata invece la Roma a siglare un'intesa con il Comitato olimpico nazionale italiano, ma per tre stagioni, una in più del club biancoceleste presieduto da Claudio Lotito.

21:45Maltempo: India, morti 140 animali del parco Kaziranga

(ANSA) - NEW DELHI, 18 AGO - Le inondazioni che hanno flagellato nelle scorse settimane lo Stato settentrionale indiano di Assam, e che hanno causato almeno 133 morti in tre fasi di piogge battenti e straripamenti di fiumi, hanno anche inondato l'80% della Parco nazionale Kaziranga, con un bilancio di oltre 140 animali morti. Lo riferisce oggi l'agenzia di stampa Pti. Dal 10 agosto, riporta l'agenzia, sono state rinvenute le carcasse di numerosi animali, tra cui sette rinoceronti con un solo corno, 122 cervi di palude e due elefanti. Un funzionario del Parco ha precisato che la Riserva, Patrimonio mondiale dell'Unesco è conosciuta nel mondo per i rinoceronti con un solo corno, è stata inondata il 10 agosto scorso dalle acque del piccolo fiume Difloo, affluente del Brahmaputra.

21:39Uno bianca: madre Stefanini, altro che premio, un’indecenza

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - "E' un'indecenza, uno schifo, questo non è un paese civile". Lo ha detto all'ANSA Annamaria Stefanini, madre di Otello, uno dei tre carabinieri uccisi al Pilastro dalla banda della Uno Bianca, commentando la notizia del permesso a Marino Occhipinti condannato all'ergastolo per gli omicidi. "Facciamo la reclame agli assassini, non posso sopportare queste cose, questo non è un paese civile. Non si può sentire che a questo è stato dato un premio: a mio figlio chi glielo dà il premio? Sono quasi 27 anni che sta sotto terra. Era solo un ragazzo che si guadagnava onestamente da vivere. La giustizia italiana fa schifo, è un'indecenza", ha aggiunto con la voce rotta dalla commozione. "Gli diamo i premi, invece si dovrebbero prendere le chiavi e buttarle. Sono io la prima a dire se si può recuperare un ragazzo, ma non questa gente qui. Me lo hanno trucidato: ma come può dire questo ad una madre, questo signore lo mandiamo in vacanza?. Noi parliamo di loro, ma chi si ricorda di noi?", ha concluso.(ANSA).

21:35Erdogan ai turchi tedeschi, non votate per Spd e Cdu

(ANSA) - BERLINO, 18 AGO - Il presidente turco chiama "nemici" i partiti tedeschi Cdu, Spd e Verdi e chiede ai turchi che vivono in Germania di non votare per loro alle prossime elezioni del 24 settembre. "Chiedo a tutti i miei compatrioti di non commettere l'errore di sostenere i cristiano democratici, l'Spd, o i verdi. Sono tutti nemici della Turchia", ha affermato Erdogan. Le parole del presidente, pronunciate davanti ai giornalisti a Istanbul, sono state immediatamente diffuse e riprese da tutti i media tedeschi. La FAZ riporta anche una citazione di Erdogan, secondo la quale non votare partiti "nemici" sarebbe "per i suoi concittadini" una questione di "onore".

21:31Calcio: Agnelli incontra Steven Zhang nella sede Inter

(ANSA) - MILANO, 18 AGO - Visita di cortesia del presidente della Juventus, Andrea Agnelli, a Steven Zhang, figlio del proprietario dell'Inter. L'incontro è avvenuto nel pomeriggio nella sede del club nerazzurro, ed è durato circa un'ora e mezza. Si è parlato di alcuni temi legati al calcio italiano e come promuovere il brand della Seria A in Italia e all'estero. Andrea Agnelli stamattina aveva fatto visita al Milan e incontrato l'ad Marco Fassone nella sede del club rossonero.

21:03Finlandia: Isis festeggia online attacco

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - L'Isis festeggia online l'attacco in Finlandia, nonostante "non vi siano ancora conferme" sulla matrice. Lo scrive su twitter il direttore del Site Rita Katz, postando le immagini dell'attacco in Finlandia con la scritta propagandistica dell'Isis: "Dalla Spagna alla Finlandia. Onore alla Jihad".

Archivio Ultima ora