Sen. Micheloni (Pd): Legge di stabilità ed emendamenti a favore degli italiani all’estero

Pubblicato il 10 novembre 2015 da redazione

MICHELONI-CIV

ROMA. – A poche ore dall’inizio dell’iter in commissione della legge di stabilità, il senatore Claudio Micheloni fa un resoconto della prima fase dei lavori. Gli emendamenti presentati affrontano diversi temi a favore degli italiani residenti all’estero.

“Ci sono, innanzitutto, interventi che mirano al rafforzamento di due importanti organismi di rappresentanza, come il Comites e il CGIE, afferma il Senatore Micheloni. “Provvedimenti che si aggiungono all’approvazione in Commissione Affari esteri dell’OdG. G/2112/1/3/TAB.6 (TESTO2), in cui si impegna il Governo a presentare entro il 30 giugno 2016 una riforma organica dei Comites e del CGIE che, azzerando le attuali rappresentanze, costruisca un più moderno ed efficace sistema organico di rappresentanza delle comunità italiane nel mondo, capace di guardare ai comuni interessi degli italiani all’estero e dell’Italia”.

“Tra gli emendamenti presentati”, aggiunge il senatore Micheloni, “abbiamo ritenuto opportuno incrementare le risorse per gli Istituti Italiani di Cultura, per i corsi di lingua e cultura italiana nel mondo, per la rete delle Camere di Commercio Italiane all’estero nonché per la stampa italiana all’estero e le agenzie specializzate”.

“Anche nella legge di stabilità di quest’anno”, sottolinea il senatore Micheloni, “troviamo un attacco frontale ai Patronati con un taglio lineare di 48 milioni, che di fatto ne smantella la rete sia in Italia che all’estero. Più volte ho affermato che il sistema andava cambiato, ribadendo però l’importante ruolo svolto da queste organizzazioni nelle comunità degli italiani all’estero. Per questo motivo il mio emendamento, appoggiato da alcuni colleghi senatori, chiede una diminuzione del taglio da parte del Governo.

Da diversi mesi, il Comitato per le questioni degli Italiani all’estero sta svolgendo una serie di audizioni e missioni sul territorio per fare chiarezza sul lavoro, importantissimo, svolto dai Patronati e su alcune storture che in questi anni hanno penalizzato e svalutato il loro lavoro giustificando erroneamente i tagli”.

L’emendamento del senatore Micheloni sui Patronati riassume in sé alcune modifiche legislative che possono anticipare una riforma profonda del sistema e che il Comitato ha rilevato come indispensabili alla legge n. 152/01 (normativa generale sul patronato).

In particolare, si intende inquadrare correttamente il rapporto tra il Patronato italiano e le Associazioni di diritto locale con le quali gli stessi svolgono la loro attività all’estero, attraverso l’obbligo di controllo e di corresponsabilità da parte del Patronato sull’associazione.

Entrando più in dettaglio: 1) si introduce, rafforzando la scelta già operata lo scorso anno nella relativa legge di stabilità, l’obbligo per il patronato di redazione di un bilancio consolidato; 2) si estendono alle attività estere gli obblighi in tema di operatori già previsti per l’Italia; 3) si prevede la responsabilità sussidiaria e solidale alla associazione promotrice, in caso di danni patrimoniali procurati a terzi; 4) si introducono sanzioni in caso di violazione degli obblighi di bilancio introdotti con il presente emendamento.

Inoltre, al fine di semplificare e modernizzare un sistema di ispezione delle attività all’estero, si introduce una riforma delle stesse, che si fonda sulla certificazione delle attività da parte degli enti erogatori. L’insieme delle norme proposte, e in particolare quelle in materia di razionalizzazione del sistema ispettivo, è in grado di generare risparmi di non meno di 15 milioni di euro annui.

“Intendo porre l’attenzione anche sull’emendamento riguardante la rete consolare”, ribadisce il senatore Micheloni. “Una rimodulazione dei consolati sui vari territori va affrontata quanto prima secondo le esigenze delle nostre comunità.

Purtroppo in questi anni abbiamo assistito a interventi da parte dell’Amministrazione del MAECI che, sotto la dicitura Spending Rewiew, hanno giustificato l’irragionevole riduzione di servizi con risparmi davvero minimi.

Il Parlamento aveva invece più volte suggerito una riduzione di Consoli e Amministrativi, ma la risposta del MAECI è andata in senso opposto penalizzando i servizi ai nostri concittadini residenti all’estero e facendo di fatto un torto anche all’Italia”.

A tale proposito il senatore Micheloni afferma con forza: “per l’Europa chiedo meno consolati, meno diplomazia, e più sviluppo dei servizi telematici, nonché un’erogazione maggiore e più efficiente dei servizi ai cittadini attraverso l’istituzione di semplici uffici da avviare con personale a contratto assunto localmente, innanzitutto nelle sedi chiuse negli ultimi anni, dove le scelte operate dal MAECI hanno creato notevoli disagi e prodotto pochissimi risparmi.

Tutto questo può e deve avvenire attraverso un dialogo schietto tra Parlamento e Amministrazione del MAECI per potere finalmente trovare un punto di incontro, con un unico obiettivo: quello di migliorare i servizi per i nostri cittadini all’estero”.

“E’ necessario e non più derogabile il confronto e l’analisi, anche dal punto di vista economico, delle due tesi”, conclude il senatore Micheloni, “per potere individuare le scelte migliori da fare nell’interesse dell’Italia e della sua promozione nel Mondo”.

Infine, il senatore Micheloni ricorda il suo impegno nella richiesta di chiarimento al Governo dell’estraneità degli ex iscritti all’Aire e degli ex lavoratori transfrontalieri nell’ambito di applicazione delle disposizioni sulla Voluntary Disclosure (collaborazione volontaria) circa il loro patrimonio detenuto all’estero. In tal senso va l’emendamento presentato, che si presenta come la conseguenza dell’Ordine del Giorno della scorsa settimana”.

Ultima ora

13:17Gentiloni, con maggior crescita meno debito

(ANSA) - MILANO, 24 LUG - "Un Paese che migliora le previsioni può avere una legge di bilancio e un abbassamento del debito più significativi e importanti". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni commentando le previsioni di crescita dell'Italia formulate dal Fmi. Durante la presentazione del dossier di candidatura Ema, Gentiloni ha sottolineato che il miglioramento delle previsioni porta anche "fiducia e convinzione delle possibilità del nostro Paese".

13:17Calcio: Neymar, passaporto spagnolo entro settembre

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Dopo le rassicurazioni del compagno di squadra Piqué ("resta"), un'altra pur piccola notizia puntella ulteriormente il rapporto fra Neymar e il Barcellona. Almeno per il momento, visto che la sessione di mercato non è ancora giunta nemmeno a metà e il Paris Saint-Germain non mollerà comunque la presa. Entro poche settimane, riferisce dunque il quotidiano "Mundo Deportivo", l'attaccante brasiliano dovrebbe ottenere il passaporto spagnolo. Come consentitogli dalla legge locale, per la quale servono due anni e mezzo vissuti in loco per poter ottenere la doppia nazionalità: requisito abbondantemente vantato da Neymar, che atterrò a Barcellona nell'estate del 2013. L'iter della pratica, infatti, era stato avviato un anno e mezzo fa e il tutto si concluderebbe a settembre con la cerimonia del giuramento. Ad esito raggiunto, spiega poi sempre "Mundo Deportivo", Neymar libererà un posto da extracomunitario, di cui potrebbe approfittare il nazionale colombiano Yerry Mina, in arrivo a gennaio dal Palmeiras.

13:15Gentiloni, cresciamo più di altri Paesi della eurozona

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - "Siamo dentro una fase positiva dell' Eurozona, ma dobbiamo registrare una cosa interessante: per altri Paesi stiamo parlando di uno scalino che si sale, nel caso italiano di qualche scalino in più". Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni rispondendo a una domanda sul miglioramento delle stime di crescita da parte del Fondo monetario internazionale, durante la presentazione del dossier di candidatura di Milano come sede dell'Ema.

12:58Nuoto: Mondiali, Quadarella in finale

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Grande prestazione di Katie Ledecky nella seconda giornata dei Mondiali di nuoto in corso di svolgimento a Budapest. La statunitense, oro ieri nei 400 sl, ha chiuso le batterie dei 1500 sl con il tempo di 15'47"54, distanziando di quasi 18" la seconda classificata della sua batteria, la spagnola Mireia Belmonte (16'05"37). Qualificata per la finale l'azzurra Simona Quadarella, quarta con il tempo di 16'07"08. In chiave azzurra da segnalare il passaggio di Matteo Milli, alla sua prima gara internazionale, alle semifinali dei 100 dorso maschili (11/o tempo, 54"17) e di Arianna Castiglioni alle semifinali dei 100 rana (15/o tempo, 1'07"43). Nella stessa gara eliminata Martina Carraro (22/a, 1'08"11). Fuori nei 100 dorso donne Margherita Panziera (20/o tempo, 1'01"03) e nei 200 sl maschili Filippo Megli (28/o, 1'47"94).

12:54Incendio a Messina, piromani tre minorenni

(ANSA) - PALERMO, 24 LUG - Una ragazzina di 14 anni e due coetanei di 13 e 15 anni sono i responsabili dell'incendio che sabato pomeriggio ha bruciato le colline dell'area di Fondo Fucile, a Messina. Avevano ancora nelle tasche gli accendini con cui hanno appiccato il fuoco quando sono stati sorpresi dai poliziotti. Agli agenti uno dei tre ha detto: "Abbiamo fatto una stupidaggine". Nessuno ha saputo dare una spiegazione sui motivi del gesto. Gli agenti delle volanti sono stati allertati da numerose telefonate di cittadini preoccupati per le fiamme che velocemente si stavano propagando. Alcune persone avevano notato i tre ragazzini muoversi su per la collina. I vigili del fuoco, avvertiti dalla sala operativa della Questura, sono riusciti a bloccare l'incendio e a evitare che le fiamme raggiungessero le vicine abitazioni ai piedi della collina. Una vasta porzione di vegetazione è comunque andata distrutta. I tre ragazzini sono stati deferiti all'autorità giudiziaria per i minorenni per incendio boschivo e riaffidati alle famiglie.

12:48Fisco: blitz M5S in Agenzia Entrate Cagliari per sgravi

(ANSA) - CAGLIARI, 24 LUG - Blitz delle parlamentari del Movimento Cinque stelle, Emanuela Corda e Manuela Serra, assieme agli attivisti del punto Civico di Cagliari SOS Equitalia e una piccola rappresentanza del Movimento Artigiani, negli uffici dell'agenzia delle Entrate di Cagliari per chiedere l'applicazione della legge sugli sgravi contributivi nelle cartelle esattoriali (228/12). "Oggi abbiamo dovuto intraprendere questa azione forte, senza preavviso, perché ci sentiamo presi in giro, dopo mesi di rimandi e promesse mai mantenute - spiega la deputata Corda - chiediamo che vengano concessi gli sgravi a diversi contribuenti che ci hanno conferito delega a rappresentarli in questa sede, così come l'agenzia aveva garantito mesi fa, c'è una disposizione del direttore regionale che impone ai dirigenti di questa agenzia di provvedere immediatamente alla cancellazione del debito di queste persone, in ossequio a ciò che dispone la legge. Oggi vogliamo una risposta chiara e semplice".

12:46Mdp: Rossi, Pisapia chiarisca su sentirsi a casa con il Pd

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - "Sarebbe utile qualche chiarimento": è quanto manda a dire a Giuliano Pisapia il governatore della Toscana Enrico Rossi (Mdp), attraverso un post-lettera su facebook. "Caro compagno Giuliano Pisapia, molti compagni - scrive Rossi - mi fanno presente che la tua affermazione che ti senti a casa alla festa del Pd è un po' contraddittoria con la scelta di costruire una forza alternativa al Pd e con la scelta dolorosissima compiuta da molti tuoi sostenitori di abbandonare il Pd per costruire una casa nuova".

Archivio Ultima ora