Trump: “Boicottate Starbucks, è contro il Natale”

starbuck

NEW YORK. – Donald Trump non risparmia nemmeno il simbolo del caffè americano: alla vigilia del quarto dibattito tra i candidati repubblicani alle primarie per Usa 2016 il miliardario newyorkese ha suggerito di boicottare Starbucks per aver eliminato le tazze con le decorazioni natalizie.

Il re del mattone dice di essere pronto a chiudere anche il suo negozio all’interno della Trump Tower a Manhattan: “E’ la fine di quel contratto, ma chi se ne importa”, ha ironizzato durante un comizio a Springfield, in Illinois.

Quindi, ha aggiunto: “Se diventerò presidente, torneremo tutti a dire Buon Natale!, ve lo posso assicurare. E si faranno gli auguri di Natale in ogni negozio d’America”.

Secondo gli osservatori il commento di Trump è una mossa per cercare di conquistare i cristiani evangelici, base significativa dell’elettorato in Stati come Iowa e South Carolina, che il miliardario si contende con l’altro candidato Ben Carson.

A far scoppiare la polemica la decisione del gigante del caffè di Seattle di optare per un approccio minimalista, eliminando i simboli della stagione natalizia utilizzati in passato, tra cui renne ed altri ornamenti, in favore di una semplice tazza rossa.

Una scelta, già adottata da altre aziende, che alcuni leader cristiani hanno bollato come una vera “guerra al Natale”. Mentre Trump, già nel corso di un comizio elettorale nel mese di ottobre, annunciò la sua fedeltà alle celebrazioni per il 25 dicembre.

(di Valeria Robecco/ANSA)

Condividi: