Il Papa conquista la Toscana e lancia la “riforma” della Chiesa

Pubblicato il 10 novembre 2015 da redazione

Pope Francis arrives at Artemio Franchi stadium to lead a Mass, Florence, Italy, 10 November 2015. ANSA/MAURIZIO DEGL INNOCENTI

Pope Francis arrives at Artemio Franchi stadium to lead a Mass, Florence, Italy, 10 November 2015.
ANSA/MAURIZIO DEGL INNOCENTI

FIRENZE. – Papa Francesco ha conquistato Firenze e la Toscana: poche ore per un viaggio intensissimo, dedicato agli ultimi, al lavoro, alla denuncia della corruzione, ma soprattutto ad una nuova “riforma”, quella della chiesa italiana invitata ad essere “inquieta” e non “ossessionata dal potere”, spinta ad innovare. Ma soprattutto indirizzata verso la fine della stagione del ruinismo.

E’ il messaggio dato da Bergoglio al V convegno della Chiesa italiana organizzato dalla Cei, alla quale ha chiesto di rinunciare al potere, alla fissazione per le strutture, al mito della rilevanza, e di essere “chiesa delle beatitudini”.

PRATO: Il Papa è arrivato di buon ora accolto da tantissima gente. “La sacralità di ogni essere umano – ha detto dal pulpito di Donatello e Michelozzo al duomo – richiede per ognuno rispetto, accoglienza e un lavoro degno; mi permetto qui di ricordare i 5 uomini e due donne di cittadinanza cinese morti due anni fa a causa di un incendio nella zona industriale di Prato, vivevano e dormivano all’interno dello stesso capannone in cui lavoravano, è una tragedia dello sfruttamento e delle condizioni disumane di vita e questo non è lavoro degno”.

E’ stato un richiamo forte, pronunciato in una città multietnica, a forte presenza cinese, dove, come ha ricordato il Pontefice, si può vivere negli stessi locali in cui si lavora, in ‘loculi’ ricavati sui soppalchi. E dove si può morire tra le fiamme, come accadde ai 7 operai, quasi tutti clandestini, nel Macrolotto di Prato, due anni fa.

L’ABBRACCIO DI FIRENZE: Una folla di persone lo ha atteso poi in piazza Duomo a Firenze. Nel resto della città fin dall’alba si è respirata un’aria di altri tempi: niente auto e motorini, pochissime biciclette, solo quale mezzo delle forze dell’ordine, molti invece coloro che si sono recati al lavoro a piedi.

DISCORSO ALLA CHIESA ITALIANA: “Mi piace una Chiesa italiana inquieta, sempre più vicina agli abbandonati, ai dimenticati, agli imperfetti. Desidero una Chiesa lieta col volto di mamma, che comprende, accompagna, accarezza. Sognate anche voi questa Chiesa, credete in essa, innovate con libertà”. Primate d’Italia, il Papa ha dedicato inoltre una parte significativa del discorso ai credenti che sono anche “cittadini”, impegnati a costruire la casa comune, giacché la nazione “non è un museo”.

CITA PEPPONE E DON CAMILLO: Bergoglio ha insistito sull’importanza di una Chiesa vicina al popolo, altrimenti aggiunge “non andiamo da nessuna parte”. E per spiegare meglio come “vivere la fede con umiltà, disinteresse e letizia” ha citato la semplicità di don Camillo “che fa coppia con Peppone”. “Un povero prete di campagna che conosce i suoi parrocchiani uno per uno, li ama, che ne sa i dolori e le gioie, che soffre e sa ridere con loro”.

SALUTA MALATI E GIANGRANDE: come sempre Papa Francesco ha dedicato tempo e attenzione ai malati e ne ha accolto un gruppo nella basilica della Santissima Annunziata. Tra loro anche il maresciallo Giuseppe Giangrande, il carabiniere rimasto gravemente ferito davanti a Palazzo Chigi il 28 aprile 2013. “Sono molto contenta – ha detto la figlia Martina – che mio padre abbia potuto stringere la mano al Papa, una cosa che gli ha fatto un immenso piacere”.

RIBOLLITA A MENSA CARITAS: Poi pranzo alla mensa della Caritas, con tanto di “tesserina” per entrare. Menù tipicamente toscano: ribollita, purè, insalata, formaggio e macedonia. Ma anche cantuccini di Prato accompagnati da una piccolissima quantità di vinsanto. Era la prima volta che il Papa mangiava la ribollita, come lui stesso ha detto ai presenti.

“Lei è la papessa, avete la papessa”: così Papa Francesco alla mensa dei poveri della Caritas di Firenze appellando, con divertimento, la responsabile che stava redarguendo gli ospiti affinché si disponessero seduti nel refettorio per il pranzo con il pontefice.

BAGNO DI FOLLA ALLA MESSA: in uno stadio Artemio Franchi pieno in ogni ordine di posti, Bergoglio ha parlato della “sapienza di San Leone Magno”, “che ci ricorda che non può esserci vera sapienza se non nel legame a Cristo e nel servizio alla Chiesa”.

“Mantenere un sano contatto con la realtà, con ciò che la gente vive, con le sue lacrime e le sue gioie – ha detto nell’omelia – è l’unico modo per poterla aiutare, formare e comunicare. È l’unico modo per parlare ai cuori delle persone toccando la loro esperienza quotidiana: il lavoro, la famiglia, i problemi di salute, il traffico, la scuola, i servizi sanitari”.

AGNESE ALLO STADIO CON I FIGLI: Il Premier non ha potuto essere presente alla visita del Papa nella sua Firenze ma allo stadio oggi era presente tutta la sua famiglia. “Sono qui come mamma, volevo che i bambini partecipassero a un evento storico”, ha detto Agnese Renzi. “Questa – ha aggiunto – è una festa meravigliosa, con bambini, mamme, nonni, padri per una grande accoglienza”.

Il Papa “è un esempio grandissimo per tutti noi”. E chiude sulle polemiche legate all’assenza di Matteo Renzi: “Nessun retroscena. È a Milano, per impegni di governo, altrimenti avrebbe partecipato anche lui. È a fare il suo lavoro”.

Ultima ora

14:03Tennis:ßAustralia, Nadal e Dimitrov agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Prosegue spedito il cammino di Rafael Nadal agli Australian Open: lo spagnolo numero uno del mondo si è qualificato per gli ottavi di finale battendo per 6-1 6-3 6-1 il bosniaco Damir Dzumhur, che al primo turno aveva eliminato Paolo Lorenzi. Prossimo avversario del mancino di Manacor l'argentino Diego Schwartzman, che ha avuto la meglio sull'ucraino Alexandr Dolgopolov, imponendosi per 6-7(1-7) 6-2 6-3 6-3. Supera il turno anche Grigor Dimitrov: il bulgaro, numero 3 del ranking mondiale e del tabellone, ha prevalso in quattro set sul 20enne russo Andrey Rublev per 6-3 4-6 6-4 6-4. Ha impiegato quattro set per staccare il pass per gli ottavi anche lo spagnolo Pablo Carreno Busta che ha sconfitto per 7-6(7-4) 4-6 7-5 7-5 il lussemburghese Gilles Muller.

14:01Sci: Goggia, risultato eccezionale

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO, 19 GEN - "Sono stati una gara ed un risultato eccezionali. Ma non è stata davvero una discesa facile, qualche errore l'ho commesso anche io e la visibilità non era sempre perfetta. Ma avevo ben in testa la mia linea e l'ho seguita attaccando sempre, senza guardare quello che avevano fatto le altre, ma affidandomi solo alle indicazioni dei mie allenatori". Sofia Goggia - seconda vittoria in serie in discesa - è felicissima e super festeggiata nel parterre della Olympia delle Tofane. La sua è stata una cavalcata pazzesca, sempre al limite senza paura nella quale ha battuto la favorita Lindsey Vonn che ha commesso un errore dopo il terzo intermedio mettendo uno sci di traverso su un dossetto. "Se Lindsey non avesse fatto quell'errore avrebbe forse vinto lei ma sul gradino più alto del podio ci sono io" ha riconosciuto Goggia ben consapevole della sua impresa.

13:57Mo: Ue, Palestina al centro riunione ministri esteri lunedì

(ANSA) - BRUXELLES, 19 GEN - La discussione sul processo di pace in Medio oriente e il pranzo col presidente dell'autorità palestinese Abu Mazen saranno il momento principale della riunione dei ministri degli Esteri dell'Ue di lunedì, a Bruxelles. Secondo quanto spiegato da fonti europee, i ministri analizzeranno "diverse opzioni per rafforzare lo Stato palestinese, nell'ottica di un processo di pace che abbia una soluzione a due Stati". Tra i vari strumenti al vaglio, anche l'eventuale futuro lancio di un "accordo di associazione", che comunque - viene sottolineato - potrebbe entrare in vigore "solo nel momento in cui lo Stato palestinese venga riconosciuto". Nessuno nasconde però che la situazione sia "molto complicata" e in attesa di vedere quale sia il piano Usa, l'Ue "ritiene di avere un ruolo nel fare pressing per un impegno a creare un nuovo slancio".

13:54Baby gang: altri due minori denunciati a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 19 GEN - Altri due minori sono stati denunciati dalla polizia per l'aggressione a Ciro, il ragazzo brutalmente colpito domenica sera nei pressi della stazione Policlinico della metropolitana, a Napoli. Ieri mattina gli agenti della questura di Napoli avevano individuato i primi due presunti responsabili. Le indagini continuano.

13:53Alluvione Sardegna: pm chiede quattro rinvii a giudizio

(ANSA) - OLBIA, 19 GEN - Quattro rinvii a giudizio per i tre morti di Monte Pino, nell'ambito dell'inchiesta bis sull'alluvione nel 2013 che provocò 19 vittime (compreso un disperso mai ritrovato a Bitti, nel Nuorese), di cui 13 in Gallura. La Procura di Tempio Pausania chiede che i dirigenti della Provincia di Sassari e della ex Provincia di Olbia Tempio, Giuseppe Mela e Pasquale Russo e i funzionari delle due amministrazioni provinciali, Francesco Prunas e Graziano Sini siano processati per omicidio colposo plurimo. La richiesta è stata formulata dal pm Laura Bassani e arriva a distanza di quattro anni dai tragici fatti del 18 novembre 2013 quando Bruno Fiore, Sebastiano Brundu e Maria Loriga che transitavano, a bordo di un fuoristrada, sulla provinciale 38 che collega Olbia a Tempio,furono inghiottiti dalla voragine provocata dall'alluvione."Finalmente siamo arrivati al passaggio decisivo che ci consentirà di conoscere il pronunciamento del Gup su questa tragedia", spiega all'ANSA l'avvocato di parte civile Maurizio Mani. Una storia giudiziaria rimasta drammaticamente intrappolata fra i rinvii causati da mancate notifiche, faldoni smarriti e giudIci finiti sotto inchiesta per altre vicende. Secondo i legali che assistono i parenti delle vittime (Maurizio Mani, Nicoletta Mani, Massimo Delogu) gli imputati sarebbero responsabili della mancata manutenzione del ponte crollato sotto la furia dell'acqua. Una struttura, fra l'altro, che non era mai stata collaudata. Spetterà ora al gup Giuseppe Grotteria stabilire se il processo per le morti di Monte Pinu si dovrà aprire oppure no. La lettura del dispositivo è prevista fra una settimana, venerdì 26 gennaio.

13:52Tennis: Australia, Svitolina agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Per la prima volta in carriera l'ucraina Elina Svitolina è arrivata negli ottavi agli Australian Open e lo ha fatto disputando un match impeccabile. "Lei non ha nulla da perdere e quindi giocherà senza pressione", aveva detto Elina alla vigilia parlando della giovanissima connazionale Marta Kostyuk, che dodici mesi fa conquistava il titolo junior. Invece la 15enne di Kiev l'emozione l'ha sentita. Svitolina, n.4 Wta e quarta testa di serie, si è aggiudicata per 6-2 6-2 il derby ucraino, interrompendo ad 11 la striscia di match vinti consecutivi a Melbourne dalla ragazzina di Kiev, appena n. 521 alla vigilia del torneo e che ora si consolerà avvicinandosi alle prime 250 del ranking. Gli altri risultati del terzo turno: Martic-Kumkhum 6-3 3-6 7-5; Mertens-Cornet 7-5 6-4; Allertova-Linette 6-1 6-4; Suarez Navarro-Kanepi 3-6 6-1 6-3; Rybarikova-K.Bondarenko 7-5 3-6 6-1.

13:43M5s: Di Maio, con noi “pensione di cittadinanza”

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Nel nostro programma di governo noi proponiamo la pensione di cittadinanza: sono 780 euro di minima a tutti i pensionati e 1.170 euro al mese per una coppia". Lo ha detto il candidato premier del M5s Luigi Di Maio a L'Aria che Tira.

Archivio Ultima ora