Mosca, stop a voli in Egitto. Usa, più controllo negli scali

Pubblicato il 10 novembre 2015 da redazione

Aereo russo a Sharm

Aereo russo a Sharm

MOSCA. – Durerà “almeno diversi mesi” la sospensione dei voli russi in Egitto decisa da Putin alcuni giorni dopo la sciagura dell’Airbus nel Sinai: ad annunciarlo è lo stesso Cremlino proprio mentre gli Usa lanciano un nuovo allarme sicurezza per i propri aeroporti e decidono di rafforzare i controlli sul personale degli scali che ha accesso libero in zone senza sorveglianza.

L’iniziativa americana riguarderà oltre 900mila dipendenti in più di 450 aeroporti del Paese, ed è l’ennesimo segnale di come i timori di attentati siano aumentati dopo la catastrofe del 31 ottobre.

Dietro il disastro intanto si allunga l’ombra di “un tradimento nei servizi speciali egiziani”: lo scrive il quotidiano Kommersant, che cita fonti autorevoli delle strutture statali russe, e sostiene che si stanno verificando informazioni secondo cui, “prima del decollo” dall’aeroporto di Sharm el Sheikh, “per motivi ignoti, sconosciuti avevano accesso” all’A321 del disgraziato volo 92-68.

Molti governi hanno deciso di interrompere per motivi di sicurezza i voli in Egitto – dove nel Sinai le truppe regolari combattono i jihadisti affiliati all’Isis -, e Usa e Gran Bretagna ritengono probabile che a causare il disastro sia stato un ordigno nascosto a bordo dell’aereo.

Se questa ipotesi, sempre più accreditata, dovesse rivelarsi vera, si tratterebbe di uno schiaffo per il governo del Cairo, che non è riuscito a garantire la sicurezza dei tantissimi turisti che visitano ogni anno il Mar Rosso.

Proprio il settore turistico, che è una delle colonne dell’economia egiziana, rischia di essere profondamente danneggiato dalla sciagura in cui hanno perso la vita 224 persone, per lo più russi che tornavano a casa dopo una vacanza al mare.

Ed è principalmente per questo che il Cairo ha accolto a muso duro la possibilità di un attentato terroristico, pur avendo lanciato una propria inchiesta per verificare l’ipotesi bomba.

In Egitto dopo la catastrofe si denunciano “complotti” di ogni tipo e qualità contro il paese, a volte con parole che rasentano il delirio, come quelle di el Sayed el Badawi, presidente del partito Neo Wafd, che ha parlato di “una congiura sionista” architettata dagli Usa “per far cadere l’Egitto”.

Mentre il giornale governativo Gomhoria definisce i Paesi occidentali “colonialisti” e li accusa di tramare “per controllare la regione e privare il popolo dei suoi beni e delle sue risorse”.

Anche la Russia, che pure è in buoni rapporti col governo egiziano, non esclude però la pista terroristica e lunedì il premier Dmitri Medvedev ha sottolineato che “naturalmente” anche questa ipotesi “viene presa in considerazione”.

Mosca comunque non si sbilancia, e ieri il ministro dei Trasporti, Maksim Sokolov, ha precisato che al momento “non ci sono informazioni sicure” che si sia trattato di un atto terroristico.

La sospensione dei voli russi in Egitto in ogni caso durerà “a lungo” secondo il Cremlino, addirittura “anni” stando a una fonte citata dal Kommersant.

Ma il capo dell’amministrazione presidenziale russa, Serghiei Ivanov, sembra smentire un’altra indiscrezione di stampa, quella secondo cui il divieto di volo potrebbe essere esteso ad altri Paesi: i servizi di sicurezza russi – ha spiegato – non hanno avanzato raccomandazioni di questo tipo.

A consigliare la settimana scorsa lo ‘stop’ dei voli in Egitto erano invece stati proprio gli 007 dell’Fsb.

Prosegue nel frattempo il rimpatrio dei turisti in vacanza in Egitto: quelli russi erano 80.000 quando Putin ha congelato i collegamenti aerei con il paese nordafricano la scorsa settimana, e secondo Mosca quelli riportati a casa con i voli speciali sono già 35.000, quasi la metà.

Le autorità egiziane intanto registrano un piccolo successo nel settore sicurezza: l’uccisione, annunciata lunedì, di Ashraf Gharabli, uno dei leader degli estremisti della “Provincia del Sinai”, lo stesso gruppo affiliato all’Isis che ha rivendicato la tragedia dell’Airbus.

(di Giuseppe Agliastro/ANSA)

Ultima ora

18:12Passa una notte bloccato nel fango, anziano salvato

(ANSA) - PIACENZA, 21 SET - Ha trascorso un giorno e una notte immobile in un canale pieno di acqua e di fango, in attesa che qualcuno lo trovasse. Si è conclusa fortunatamente nel migliore dei modi la disavventura accaduta a un anziano di Piacenza che questa mattina è stato trovato riverso in un canale di campagna vicino al San Rocco al Porto, in provincia di Lodi, a pochi chilometri da Piacenza. L'uomo, ieri mattina, a bordo della sua auto era rimasto impantanato in aperta campagna. Sceso per controllare, appena ha aperto la portiera non si è accorto del canale di fianco e vi è precipitato finendo nella melma e non più in grado di muoversi a causa della caduta. Scattate le ricerche, una pattuglia dei carabinieri, notata la sua vettura abbandonata, si è avvicinata e lo ha trovato ancora vivo. Sul posto i vigili del fuoco di Piacenza e il 118 per riportarlo in salvo. Poi il trasporto con l'ambulanza in ospedale, ma non si troverebbe in pericolo.(ANSA).

18:10Calcio: Moratti, a Inter manca giocatore fantasia

(ANSA) - MILANO - "Oggi nell'Inter non c'è un giocatore che accende la fantasia come succedeva con Recoba. E' una squadra ordinata in cui ognuno fa il suo, forse Perisic ha più classe degli altri ma non c'è un giocatore che sia sorprendente come Recoba. Io lo apprezzavo perché svegliava i miei sogni": lo dice l'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti, in un'intervista a Sportitalia. "Mi diverte vedere i giocatori delle altre squadre e capire quali sono interessanti. Certamente - continua l'ex patron - ci sono giocatori giovani italiani come Chiesa e come Verdi che giocano molto bene. Moratti ha parole positive per Mauro Icardi: "Ha lo stile da vero centravanti. Ha tantissime qualità anche umane, non si spaventa ed ha grandi doti umane. Infine l'ex presidente commenta l'introduzione della Var a"La considero una novità positiva. Nel 90% dei casi - spiega - la decisione che viene presa risulta corretto. Purtroppo toglie un po' di emotività ma di certo priva l'arbitro di un elemento di discussione".

18:09Trump su copertina Newsweek, ‘pazzo fuori di testa’

(ANSA) - NEW YORK, 21 SET - "Insane in the membrane": un pazzo fuori di testa, un cervello bacato. Newsweek dedica, con questo titolo, la copertina del suo prossimo numero a Donald Trump. Il presidente americano e' immortalato di profilo, in bianco e nero. Nel sottotitolo il magazine scrive: "Come la destra ha perso la testa, venduto la sua anima e appoggiato Donald Trump".

18:04Moto: Pernat, Rossi in pista? Non avevo dubbi

(ANSA) - GENOVA, 21 SET - "Rossi in pista? Non avevo dubbi". Carlo Pernat, il manager che ha lanciato Rossi nel Motomondiale, risponde così all'ANSA sul via libera per Valentino Rossi nel Gp di Aragon. "Tre settimane fa avevo detto che si sarebbe presentato ad Aragon: Valentino è troppo forte con la testa, senza contare che la frattura era composta e questo ha aiutato - ha spiegato Pernat -, conoscendolo ero sicuro che ci avrebbe provato. Mi ricordo un episodio simile capitato nel '92 con Alex Gramigni: venne investito a 20 giorni dalla prova del Mugello e si ruppe tibia e perone. Con il dottor Costa decidemmo di operarlo subito e alla fine corse al Mugello conquistando 6 punti. Quell'anno poi vinse il Mondiale".

17:52Brexit: May a Firenze, via a straordinarie misure sicurezza

(ANSA) - FIRENZE, 21 SET - Misure di sicurezza straordinarie domani a Firenze, con l'impiego tra l'altro di tiratori scelti e cani-antiesplosivo, in occasione dell'arrivo in città del primo ministro inglese Theresa May, che terrà un discorso sulla Brexit nell'aula magna dell'ex scuola allievi marescialli dei carabinieri. In contemporanea, nella vicina piazza Santa Maria Novella, è anche prevista una manifestazione di protesta di una cinquantina di britannici residenti in Italia contrari all'uscita dalla Ue. L'iniziativa, regolarmente preavvisata alla questura, non dovrebbe creare particolari problemi di ordine pubblico. Secondo quanto previsto, quella della premier britannica sarà una visita lampo, con partenza fissata nel tardo pomeriggio, dopo il discorso il cui inizio è fissato per le 15. Theresa May parlerà davanti a una platea selezionata. Tra gli invitati, molti esponenti del mondo imprenditoriale italiano.

17:46Calcio: Libertadores, Gremio e Barcelona prime semifinaliste

(ANSA) - PORTO ALEGRE (BRASILE), 21 SET - Il Gremio allenato dall'ex romanista Renato Portaluppi è semifinalista di Coppa Libertadores. Si è qualificato vincendo ieri per 1-0, con rete di Lucas Barrios, il Botafogo nel match di ritorno dei quarti di finale. All'andata a Rio le due squadre avevano pareggiato per 0-0. Il 'Bota', il cui tecnico è quel Jair Ventura figlio del campione del mondo di Messico '70 Jairzinho, è stato sfortunato colpendo una traversa e rimpiange anche le occasioni perse per alcune splendide parate del 'gremista' Marcelo Grohe. Va in semifinale anche il Barcelona di Guayaquil, che ha vinto 1-0 in casa del Santos dopo l'1-1 dell'andata. Questa notte gli altri due match dei quarti. River Plate-Jorge Wilstermann (0-3) e Lanus-San Lorenzo (0-2).

17:45Moto: Biaggi, sto meglio ma serve tempo

(ANSA) - ROMA, 21 SET - L'incidente, la grande paura e ora la voglia di guardare avanti. Con tanti progetti e un sogno nel cassetto, sempre nel mondo delle moto. Max Biaggi si confessa in un'intervista a Verissimo - in onda sabato prossimo su Canale 5 - dopo la terribile caduta in pista a Latina il 9 giugno scorso. "Ho avuto paura di non farcela - ha detto l'ex campione di moto - perché quando il primario mi ha detto che in questo tipo di trauma su 100 persone 80 non ce la fanno, non è che mi ha dato una mano. Sto meglio, avevo perso 5 chili, ero teso e non avevo più forze - racconta -. Ora ho anche riacquistato un pò l'equilibrio, anche se non è ancora come prima. Posso condurre una vita abbastanza normale". E in testa ancora progetti e sogni: "Il sogno nel cassetto è avere un altro pilota italiano che possa scalare tutti i campionati e possa diventare un campione. Sarebbe bellissimo poterlo sostenere, dargli una mano per arrivare a quei grandi traguardi. Credo sia il massimo per chi come me li ha raggiunti prima".

Archivio Ultima ora