Fedecámaras: Crisis económica se agudizará en diciembre

Pubblicato il 10 novembre 2015 da redazione

Francisco Martinez presidente de Fedecamaras

Francisco Martinez presidente de Fedecamaras

CARACAS- El presidente de Fedecámaras, Francisco Martínez, consideró ayer que para el venidero mes de diciembre la situación económica pueda empeorar, a su juicio, por la negativa del gobierno nacional de establecer un acuerdo nacional “que le permita evitar el deterioro más profundo de la economía”.

Durante el espacio de Sheina Chang y Gustavo Gómez Morón de Unión Radio, manifestó que el país se encuentra cerca de llegar a la hiperinflación si no se aplican los correctivos necesarios en materia económica y monetaria.

“Yo creo que estamos a tiempo de evitar (…) una hiperinflación si se hacen las reformas adecuadas en el plano económico y monetario del país”, dijo el presidente de Fedecámaras, Francisco Martínez.

Indicó que el Gobierno aún tiene la posibilidad de encontrar soluciones a la crisis “siempre y cuando pueda sentarse a acordar con los diferentes factores y sectores de la producción”, tanto con trabajadores como con empleadores, para llegar a un “gran acuerdo” y evitar así “un deterioro más pronunciado”.

“Estamos todavía a punto de evitar que la recesión escale, ya en este año puede estarse proyectando a menos 10 puntos porcentuales” del Producto Interior Bruto (PIB), dijo Martínez, quien indicó que para el año que viene se proyecta el doble de esta caída, una posibilidad que calificó de “realmente grave”.

“Todavía tenemos esa oportunidad de ponernos de acuerdo y asumir la responsabilidad el sector público, los trabajadores y los empresarios, para solventar los problemas del país”, dijo al reiterar la propuesta de diálogo.

Sin embargo, señaló que entre Fedecámaras y el Gobierno se han producido algunas reuniones “preliminares” que no han rendido frutos y que los representantes de este gremio se mantienen en la misma posición: “Dispuestos al diálogo nacional, estamos dispuestos a llegar a ese gran acuerdo nacionaly a asumir ese gran compromiso con Venezuela que pueda dar resultados palpables en toda la población”, dijo.

La información sobre el índice de inflación a lo largo de todo el 2015 no ha sido notificada por el Banco Central de Venezuela (BCV), que tampoco ha informado sobre el indicador de precios al consumidor y la evolución del PIB.

Por otro lado, rechazó las nuevas políticas de control de precios. Bajo su estimación, más controles solo se traducen en altos niveles de desabastecimiento e inflación.

Ultima ora

17:02Migranti: Ungheria, l’Italia continua a ricattarci

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - ''L'Italia ci ha ricattati e continua a farlo facendo pressione politica su di noi e sul resto dei Paesi dell'Europa centro-orientale''. Lo ha detto il portavoce del governo ungherese, Zoltan Kovacs, a Roma durante un incontro informale con alcuni media italiani, facendo riferimento alla ricollocazione dei migranti legata all'approvazione del bilancio Ue.

16:54Calcio: Juventus, rientrano primi sei nazionali

(ANSA) - TORINO, 27 MAR - Parte domani a Vinovo l''operazione Napoli' della Juventus che andrà al San Paolo per due sfide infuocate in campionato e Coppa Italia. Domani Massimiliano Allegri riavrà i primi sei dei 16 giocatori convocati nelle varie nazionali: Barzagli, che aveva lasciato il raduno azzurro sabato "per motivi personali", Pjanic, non chiamato per l'amichevole della Bosnia in Albania, Higuain, squalificato con l'Argentina, oltre a Dani Alves, Lichtsteiner e Mandzukic.

16:41Attacco Londra: il suv lanciato a 120 km all’ora sui pedoni

(ANSA) - LONDRA, 27 MAR - Lanciato a 76 miglia, circa 122 km all'ora, sui passanti: è la velocità raggiunta dal suv guidato mercoledì scorso da Khalid Masood nel suo attacco terroristico sul Westminster Bridge di Londra. Lo riporta la Bbc, sulla base dei rilevamenti della polizia britannica.

16:41Spari P.Chigi: Giangrande e Fedeli incontrano studenti

(ANSA) - PRATO, 27 MAR - Un incontro sul tema della legalità nella scuola, sull'amore e sui valori che spingono le persone a compiere gesti eroici. Come quello del maresciallo dei carabinieri Giuseppe Giangrande, che ha raccontato la sua storia a circa 140 studenti del liceo pratese "Cicognini-Rodari". Accanto a lui il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli. Il militare circa 4 anni fa rimase vittima di un attentato di uno squilibrato nel giorno dell'insediamento del governo guidato da Enrico Letta. Nel suo discorso il maresciallo ha ripercorso le tappe fondamentali della sua carriera, che sono raccolte nel libro di Roberto Riccardi "Il prezzo della fedeltà" (Mondadori), il cui ricavato delle vendite andrà in beneficenza. All'appuntamento hanno partecipato anche il comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette e la figlia di Giangrande, Martina, a cui il padre ha tributato una lunga e struggente lettera di ringraziamento nel suo libro.

16:38Russia: Navalni, nella sentenza nulla di vero

(ANSA) - MOSCA, 27 MAR - Alexey Navalni si è detto innocente: "Tutto ciò che è scritto" sul dispositivo della sentenza "non è vero", ha affermato, sottolineando che "l'errore principale è che sulla via Tverskaya c'erano solo 4.000 persone" e ribadendo di non aver opposto resistenza alla polizia. Il suo avvocato, Olga Mikhailova, ha dichiarato che la versione dei fatti fornita dalla polizia è completamente inventata. Secondo il giudice che ha letto la sentenza, Navalni viene condannato per aver partecipato a una manifestazione non autorizzata con 4.000 persone, per aver spronato i dimostranti a violare l'ordine pubblico e per essersi rifiutato di andare in un ufficio di polizia spintonando gli agenti.

16:30Berlusconi, prestito a Lele Mora un atto di generosità

(ANSA) - MILANO, 27 MAR - Silvio Berlusconi si è presentato in aula a Palazzo di Giustizia a Milano per il processo per bancarotta a carico dell'ex direttore del Tg4 Emilio Fede. Berlusconi, accompagnato dai suoi legali Nicolò Ghedini e Federico Cecconi e dal suo medico personale, Alberto Zangrillo, è stato ascoltato come teste circa un prestito da circa 2,8 milioni di euro a Lele Mora nel 2010. "E' stato un mio atto di generosità" ha detto il Cavaliere. Secondo l'accusa, Emilio Fede avrebbe trattenuto oltre un milione di euro dei soldi che dovevano servire a salvare la società di Mora. Berlusconi ha risposto a tutte le domande del pm. Ha chiesto di non essere nè ripreso né fotografato durante la sua breve deposizione. Inoltre prima e dopo l'esame non ha rilasciato dichiarazioni ai cronisti. (ANSA).

16:25Sessione Cio 2019, Milano candidata unica

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Milano sarà candidata unica ad ospitare la 132ma Sessione del Cio nel settembre 2019. Lo rende noto il Cio. L'assegnazione ufficiale dell'evento è in programma a Lima il 17 settembre di quest'anno. Il Comitato olimpico internazionale ora nominerà una commissione di valutazione che sarà nel capoluogo lombardo il 23 e 24 maggio prossimi.

Archivio Ultima ora