Drako llega al Oeste de Caracas

Pubblicato il 12 novembre 2015 da redazione

drako

DRAKO, la marca venezolana especializada en moda fitness, se estrena de manera exitosa, con la inauguración de su nueva tienda en Caracas, en el Paraiso.

Tras los excelentes resultados que obtuvo la marca de Daniel Granados desde la creación de DRAKO, así como también por la constante demanda de atuendos cómodos y femeninos, la marca ha extendido su presencia en la región capitalina, y ahora en esta nueva tienda.

Bajo la modalidad de franquicia y con la participación como inversionista de Luz Marina Pernalete y Enrique Marquez, se inaugura la Septima tienda DRAKO, en el Centro Comercial Multiplaza Paraiso. A su vez, Daniel Granados, el creador de la marca, comenta que tanto la demanda como la zona escogida han hecho notar una necesidad por parte de la población fitness.

Luz Marina reconocida atleta, ha ganado 5 veces en distintas competencias a nivel nacioanal, durante este año, la categoría Bikini Fitness en Fisico Culturismo Venezolano; ahora se estrena como empresaria junto a su esposo, piloto de profesión.

Drako, luego de esta apertura, cuenta en total con 6 tiendas, 5 en la ciudad de Caracas y 1 en la ciudad de Valencia, adicionalmente, comentan que sus próximas aperturas serán en La Guaira y Margarita. Aunque no descartan la posibilidad de internacionalización, desean expandirse un poco más a nivel nacional antes de dar ese paso.

El crecimiento de la necesidad por llevar una vida saludable y en forma, al igual que la atractiva oferta de ropa para hacer ejercicio que combinen innovación y diseño, han llevado a DRAKO a convertirse en una de las marcas predilectas por la gente fit, pues conjugan calidad y comodidad en cada una de sus exclusivas piezas. Este éxito es lo que ha llevado a DRAKO a posicionarse dentro del mercado fitness Venezolano.

Para conocer más sobre DRAKO, sus innovadores y únicos diseños, no olvides seguirlos en sus activas redes sociales: Twitter: @Daniel_Drako Facebook: Daniel Drako Instagram y Snapchat: @Drako_Drako

Ultima ora

08:28Colombia: crolla un ponte, muoiono 10 operai

(ANSA) - BOGOTA', 16 GEN - Dieci operai sono morti nel crollo di un ponte in Colombia, poco fuori dalla capitale Bogotà. La Protezione civile ha precisato che gli operai stavano lavorando al drenaggio lungo il ponte, che si trova a circa 95 chilometri da Bogotà, quando la struttura è crollata. Nove persone sono morte sul colpo. Una decima è morta poco dopo in ospedale per le gravi ferite. Si sta ancora cercando di chiarire quante persone fossero sul posto al momento del crollo e se vi siano eventuali dispersi.

08:20Droga: operazione dei Cc nel Ragusano, ordinanza per nove

(ANSA) - RAGUSA, 16 GEN - Oltre 70 carabinieri del comando provinciale di Ragusa stanno eseguendo un'ordinanza del cautelare, emessa dal Gip su richiesta della Procura, nei confronti di nove indagati e stanno eseguendo decine di perquisizioni, nei confronti di presunti appartenenti a un gruppo dedito al traffico e allo spaccio di sostanza stupefacente. I provvedimenti restrittivi sono il risultato di un'indagine, condotta da militari dell'Arma del Nucleo investigativo, che ha consentito di accertare che gli indagati, quasi tutti di origine nordafricana, avevano costituito due gruppi criminali operanti a Vittoria, Acate, Ispica e Pozzallo e dediti allo spaccio di eroina, che acquistavano fuori provincia. Numerosi gli arresti e i sequestri di stupefacente già effettuati nel corso delle indagini.

07:59Corea Nord: Xi a Trump, pronti a lavorare su nucleare

(ANSA) - PECHINO, 16 GEN - La Cina è pronta a lavorare con gli Usa per un "accordo appropriato" sulla questione nucleare della penisola coreana: lo ha riferito il presidente Xi Jinping in una telefonata con il suo omologo Donald Trump. Secondo l'agenzia Nuova Cina, Xi ha aggiunto che tutte le parti preoccupate della situazione dovrebbero "creare le condizioni per la ripresa dei colloqui". Cina e Usa dovrebbero inoltre risolvere "in modo appropriato" i contenziosi economici e commerciali di reciproco interesse.

07:25Trump: centinaia di haitiani lo contestano a Times Square

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Centinaia di cittadini haitiani-americani e molte altre persone, tra cui numerosi immigrati africani e ispanici, hanno manifestato a Times Square, nel cuore di New York, per denunciare le parole del presidente americano Donald Trump, definite razziste e xenofobe. Anche il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha partecipato alla protesta insieme ad altri politici. Nonostante qualche momento di tensione con gli agenti la manifestazione si è svolta pacificamente.

07:21Usa: Wsj, Pentagono studia due nuovi missili nucleari

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Il Pentagono sta mettendo a punto un nuovo piano per sviluppare due nuovi missili nucleari a basso potenziale. Lo riporta il Wall Street Journal, spiegando che si tratta della risposta dell'amministrazione Trump alla crescente capacità degli arsenali di Russia e Cina. Una strategia che però preoccupa perchè rappresenta un passo indietro sulla strada della non proliferazione e potrebbe spingere la Corea del Nord a espandere il suo arsenale e Paesi come l'Iran a riprendere il proprio programma nucleare.

07:16Usa: shock in California, tenevano incatenati i 13 figli

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Una scena da film horror quella che i poliziotti si sono trovati davanti in California, non lontano da Los Angeles, dove in un'abitazione una coppia teneva segregati i propri 13 figli, tutti incatenati ai letti, malnutriti e disidratati. A dare l'allarme una delle vittime, una ragazza di 17 anni, che è riuscita a fuggire e a raccontare la verità alla polizia. Gli agenti sono intervenuti e hanno arrestato marito e moglie. Sette dei figli tenuti imprigionati hanno tra i 29 e i 18 anni, gli altri sei sono minorenni, tra questi un bimbo di due anni.

07:14007 avvertirono Kushner, moglie Murdoch agente Cina

(ANSA) - NEW YORK 16 GEN - Wendi Deng, ex moglie del magnate dei media Rupert Murdoch, potrebbe essere un agente della Cina. E' il sospetto dei funzionari dell'intelligence che all'inizio del 2017 informarono Jared Kushner, genero di Donald Trump, della possibilità che la donna d'affari potesse sfruttare la stretta amicizia con lui e la moglie Ivanka Trump per promuovere gli interessi di Pechino. Lo riporta il Wall Street Journal, quotidiano di proprietà di Murdoch che divorziò da Wendi nel 2013, dopo le voci su un rapporto tra la donna e l'ex premier britannico Tony Blair.

Archivio Ultima ora