Ancelotti chiama la Premier, e dice no all’Italia

Pubblicato il 12 novembre 2015 da redazione

MADRID, SPAIN - MAY 12:  Head coach Carlo Ancelotti of Real Madrid holds a press conference after the team training session ahead of the UEFA Champions League Semi Final, Second Leg against Juventus at Valdebebas training ground on May 12, 2015 in Madrid, Spain.  (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

MADRID, SPAIN – MAY 12: Head coach Carlo Ancelotti of Real Madrid holds a press conference after the team training session ahead of the UEFA Champions League Semi Final, Second Leg against Juventus at Valdebebas training ground on May 12, 2015 in Madrid, Spain. (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

LONDRA. – Tanta voglia di Premier League per Carlo Ancelotti, pronto a deludere i suoi numerosi corteggiatori – dal Bayern Monaco alla Roma, passando per la suggestione azzurra – per una panchina nel campionato inglese.

C’è andato vicinissimo qualche giorno fa quando l’esonero di José Mourinho pareva inevitable almeno quanto il ritorno dell’ex tecnico del Real Madrid a Stamford Bridge. “Ma José non verrà esonerato e il Chelsea ha fatto la scelta giusta”, commenta filosoficamente Ancelotti, tornato a parlare in una lunga intervista al Daily Mail.

Non si pente di aver detto no al Milan quest’estate (e ad altre squadre successivamente) per completare il suo anno sabbatico tra Vancouver, Londra e Reggiolo. La panchina gli manca ma attende la chiamata giusta. Poteva essere quella del Liverpool ma poi ad Anfield è approdato Jurgen Klopp.

Ancelotti spera in una chiamata la prossima estate. “E se non arriverà vorrà dire che attenderò una panchina a campionato in corso”. Non quella della nazionale, però. Neppure l’eventuale divorzio tra Antonio Conte e gli azzurri dopo l’Europeo gli farebbe cambiare idea.

“In nazionale ci vado nel 2030 perché l’Italia ogni 12 anni va in finale o vince un mondiale. Succede così dal 1970”. Scherza, ma è serissimo quando ricorda la delusione per l’esonero subito dal Real Madrid. “Mi è dispiaciuto molto di più che quello con il Chelsea perché avevo un rapporto bellissimo con i giocatori. Tutti professionisti esemplari, a cominciare da Cristiano Ronaldo. Essere licenziati fa parte del nostro mestiere ma non credo che nel mio caso sia stato giusto”.

Di recente Mourinho è stato più fortunato. “Ho un buon rapporto con José, è certamente uno dei migliori tecnici al mondo. Quando ho vinto la ‘Decima’ mi ha mandato un sms di congratulazioni”.

Eppure i caratteri tra i due non potrebbero essere più differenti: fumantino il portoghese quanto serafico Ancelotti. “Mi piace pensarmi come un leader calmo. Un insegnante. Non uso la frustra con i giocatori perché in vita mia nessuno l’ha mai usata con me. Non penso sia necessario, ma quando qualcuno sgarra, con me ha chiuso”.

Senza far nomi, anche se una volta vittima involontaria di una sua sfuriata è stato addirittura Zlatan Ibrahimovic. “Avevamo perso in Coppa di Francia contro l’Evian. Sono rientrato negli spogliatoi e ho dato un calcio ad una scatola che è finita in testa a Zlatan”.

Se Walter Mazzarri si è trasferito a Manchester per imparare l’inglese, Ancelotti dopo il biennio al Chelsea ha già basi linguistiche più che solide. “Mi piacerebbe tornare in Inghilterra, ho mantenuto una casa a Londra e amo questo calcio. Spero di trovare una squadra che sia competitiva sia in Inghilterra che in Europa”.

Con il suo palmares non è certo una richiesta impresentabile: tra le due di Manchester, Chelsea e Arsenal, la prossima estate inglese potrebbe diventare un valzer delle panchine.

(di Lorenzo Amuso/ANSA)

Ultima ora

05:54Argentina: Maldonado, fratello identifica cadavere

(ANSA) - BUENOS AIRES, 21 OTT - Sergio Maldonado, fratello maggiore di Santiago - il giovane artigiano sparito lo scorso 1 agosto durante la repressione di una protesta degli indigeni mapuche in Patagonia - ha detto oggi che il corpo ritrovato nel fiume Chubut è quello del fratello. "Abbiamo riconosciuto i suoi tatuaggi, siamo convinti che si tratti di Santiago", ha detto, parlando con la stampa davanti all'obitorio giudiziario di Buenos Aires, dove un gruppo di una ventina di esperti ha esaminato il cadavere scoperto martedì scorso a circa 300 metri dal posto dove suo fratello era stato visto per ultima volta.

23:52Calcio: Bari-Cittadella 4-2

(ANSA) - BARI, 20 OTT - Una vittoria che vale il (temporaneo) secondo posto in classifica: il Bari, nel secondo anticipo della decima giornata, davanti agli oltre quindicimila spettatori del San Nicola, ha battuto il Cittadella per 4-2, confermando il buon momento di forma con il terzo risultato utile di fila. La squadra di Fabio Grosso, dopo un avvio da incubo e un gol di svantaggio rimediato al 2' con una incornata di Salvi, è cresciuto arrivando a dilagare nel finale. Il pari dei pugliesi è arrivato al 20' con un colpo di testa di Basha; nella ripresa al 3' il vantaggio di Improta (settima realizzazione stagionale) al termine di una azione elaborata con ben cinque rapidi passaggi prima della conclusione che ha battuto il portiere Alfonso. Poi i veneti hanno avuto una occasionissima con Chiaretti al 9', ma Micai ha compiuto una prodezza. Il terzo centro è firmato da Galano (quinto gol) in contropiede, mentre il poker è siglato sempre Basha (doppietta). Al 37' Pasa ha accorciato le distanze per la squadra di Venturato.

23:51Somalia: premier,contro Shabaab sarà ‘stato di guerra’

(ANSA) - MOGADISCIO, 20 OTT - La Somalia decreta lo "stato di guerra" contro gli shabaab dopo l'attacco di sabato che ha fatto 358 morti. Lo ha reso il premier precisando che sarà lo stesso presidente ad annunciare una nuova offensiva contro gli estremisti islamici. Una fonte militare, coperta dall'anonimato, ha precisato che l'offensiva dovrebbe essere supportata dagli Stati Uniti.

23:10F1: Hamilton vola anche in seconde libere Usa, Vettel 3/o

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Lewis Hamilton si conferma il più veloce anche nella seconda tornata di prove libere del Gp degli Usa. Sulla pista di Austin, in Texas, il pilota della Mercedes ha fatto registrare il miglior tempo in 1'34"668, la Red Bull di Max Verstappen e la Ferrari di Sebastian Vettel, lontano oltre mezzo secondo dal leader mondiale. Quarta l'altra Mercedes di Valtteri Bottas: sesta la rossa di Kimi Raikkone, alle spalle della Red Bull di Daniel Ricciardo.

21:43Calcio: serie B, Cremonese-Brescia 2-0

(ANSA) - CREMONA, 20 OTT - La Cremonese vince il derby con il Brescia 2-0 e si porta momentaneamente a un punto dalla vetta. Successo meritato da parte dei grigiorossi che con un gol per tempo regolano i biancazzurri. Primo tempo denso di emozioni con il Brescia più vivace in avvio con Somma che colpisce il palo con un destro da fuori area. La Cremonese risponde poco dopo con un cross da destra di Almici deviato da Meccariello degli ospiti che colpisce in pieno la traversa. La Cremonese è più intraprendente e al 29' si presenta a tu per tu con il portiere del Brescia ma da due passi Mokulu calcia fuori. Il gol è nell'aria e arriva al 37' con una meravigliosa azione personale di Piccolo culminata con un diagonale perfetto. La Cremonese raddoppia nel secondo tempo con Claiton di testa su un corner di Piccolo da sinistra al 24'.

21:40Legale ex moglie Della Noce, sul lastrico per colpe sue

(ANSA) - MILANO, 20 OTT - Non è stata la separazione dalla moglie a gettare sul lastrico Matteo Della Noce, l'ex comico della trasmissione Zelig che da alcuni giorni non ha altra casa che la sua macchina: a precisarlo è l'avvocato Andrea Natale, legale della ex moglie, che accusa Della Noce di aver rilasciato "molte dichiarazioni che non corrispondono a verità". L'avvocato ricorda che la separazione è avvenuta nel 2007 e dal 2013 Della Noce ha smesso di dare "qualsiasi tipo di contribuzione" per il mantenimento dei figli e che "per oltre 12 anni ha avuto un'altra relazione affettiva, dalla quale è nata una terza figlia". "L'attore - spiega l'avvocato - irresponsabilmente ha sperperato quanto accumulato nei momenti più felici della propria carriera per ragioni che nulla hanno a che vedere con la separazione" e "anche nel momento in cui era all'apice della propria carriera, è sempre stato 'restio' ad adempiere ai propri obblighi di mantenimento dei figli".

21:18Calcio: Pallotta, club responsabili per pochi idioti

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - "La cosa frustrante è che a volte negli stadi è sufficiente che un paio di elementi facciano qualcosa di stupido affinché questo poi, purtroppo, si rifletta negativamente sul 99,9% delle persone che non la pensa in quel modo e non farebbe mai qualcosa del genere. Sono episodi gravi e deplorevoli sempre e comunque, a prescindere da quello che possa essersi verificato l'altro giorno, il mio è un discorso di carattere generale. Dispiace che i club siano ritenuti responsabili per le azioni di pochi idioti in giro per il mondo". Così James Pallotta, presidente della Roma, alla radio americana 'SiriusXM' dopo la decisione dell'Uefa di aprire un fascicolo d'inchiesta per alcuni presunti cori a sfondo razzista dei tifosi giallorossi a Londra durante la partita di Champions League col Chelsea. Da Trigoria fanno sapere che dagli audio analizzati non si riscontrano tali cori e che, soprattutto, né l'arbitro dell'incontro né il delegato Uefa hanno segnalato nulla in merito.

Archivio Ultima ora