Hong Kong: regala alla figlia di 7 anni un diamante da record

Pubblicato il 12 novembre 2015 da redazione

A Sotheby's employee displays the rare Blue Moon Diamond during a preview at the Sotheby's, in Geneva, Switzerland, 04 November 2015. EPA/MARTIAL TREZZINI

A Sotheby’s employee displays the rare Blue Moon Diamond during a preview at the Sotheby’s, in Geneva, Switzerland, 04 November 2015. EPA/MARTIAL TREZZINI

HONG KONG. – Prezzo da record per il diamante “Luna Blu”, venduto da Sotheby’s a un collezionista di Hong Kong: 48,5 milioni di dollari. Si tratta di un diamante di 12.03 carati, estremamente raro, che proviene da una miniera del Sudafrica. E’ incastonato in un anello d’oro, uno dei gioielli più costosi di sempre.

Ma finirà al dito di una ragazzina che ha solo 7 anni. Ad aggiudicarselo è stato il miliardario Joseph Lau, che lo ha infatti acquistato per regalarlo a sua figlia.

Secondo David Bennett, responsabile della divisione internazionale di Sotheby’s (settore gioielleria), l’acquisto di ‘Luna Blu’ ha infranto diversi record: ovvero il diamante più caro di sempre, al di là del colore, nonché quello del gioiello più costoso. Lo riporta il Guardian.

Joseph Lau – 64 anni, asso dell’immobiliare – è anche noto per essere un pregiudicato, colpevole di corruzione per i suoi affari nella vicina Macao, la capitale del gioco d’azzardo: un anno fa, un giudice l’aveva riconosciuto colpevole di aver cercato di corrompere un ministro per ottenere un terreno per la costruzione di un immobile a un prezzo di favore.

Incurante dei suoi guai con la giustizia, grazie al fatto che Hong Kong e Macao non hanno un trattato di estradizione, Lau si dedica con passione all’acquisto di preziosi e ha ribattezzato il diamante “la Luna Blu di Josephine” – dal nome della figlia futura destinataria della pietra.

La piccola Josephine ha del resto già dato il nome ad altri preziosi: giusto ieri Lau ha comprato un diamante rosa di 16.08 carati dalla casa d’aste Christie’s, costato 28,5 milioni di dollari, subito ‘ribattezzato’ “Dolce Josephine”.

Ma già nel 2009, quando Josephine era appena una neonata, il generoso papà le aveva acquistato la “Stella di Josephine”, un diamante blu quasi ‘modesto’ se consideriamo che è costato ‘solo’ 9,5 milioni di dollari.

Josephine è la figlia che Lau ha avuto da Chan Hoi-wan, sua ex aiutante e attuale partner; per quanto ai rotocalchi locali risulta che Lau ha un’altra compagna, Yvonne Lui, con la quale ha altri due figli.

I diamanti blu sono pietre molto rare. Gli esperti di Sotheby’s hanno impiegato 5 mesi a “studiare intensamente” la pietra originale e l’artista che l’ha forgiata ha impiegato 3 mesi per effettuare il taglio.

La miniera sudafricana di Cullinan da cui proviene è accreditata come “l’unica fonte di origine affidabile per i diamanti blu in tutto il mondo”. Provenienza dunque impeccabile, che ha scatenato l’interesse dei collezionisti: Lau ha dovuto battagliare – al telefono – con un altro misterioso potenziale acquirente per aggiudicarsi la pietra.

Ultima ora

00:24Mondiali 2018: Montenegro-Polonia 1-2

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Vittoria esterna delle Polonia che ha battuto 2-1 Montenegro in una partita giocata a Podgorica e valida per il gruppo E delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Ha aperto le marcature Lewandowski al 40' per la Polonia, pari di Mugosa al 62'. La rete della vittoria porta la firma di Piszczek all'81'.

00:22Mondiali 2018: Scozia-Slovenia 1-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Scozia ha battuto 1-0 la Slovenia in una partita giocata a Glasgow e valida per il gruppo F delle qualificazioni al Mondiale del 2018. La rete è stata segnata da Martin all'88'.

00:13Mondiali 2018: Irlanda del Nord-Norvegia 2-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - A Belfast l'Irlanda del Nord ha battuto 2-0 la Norvegia in una partita valida per il gruppo C delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Le reti sono state segnate da Ward al 2' e Washington al 32'.

23:28Calcio: Bari-Novara 0-0, pugliesi rallentano ancora

(ANSA) - BARI, 26 MAR - Il Bari, dopo la debacle di Trapani, rallenta ancora la sua marcia verso l'alta classifica pareggiando 0-0 con il Novara al San Nicola. Nonostante il sostegno dei 21mila sugli spalti, Floro Flores e Brienza non sono riusciti a scardinare l'ordinata difesa disposta da Boscaglia. Nella ripresa Floro Flores ha avuto due buone occasioni non concretizzate, mentre il Novara si è difeso con ordine. Nel finale c'è stato lo sterile forcing pugliese, ma l'innesto di Maniero per un attacco a due punte non ha accresciuto il potenziale balistico biancorosso e soprattutto non ha dato i risultati sperati. Il Bari sale a quota 47, mentre il Novara resta in scia con 46 punti.

22:32Ventenne pestato da branco ad Alatri, è morto a Roma

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - E' morto stasera all'Umberto I di Roma il ventenne di Alatri pestato a sangue in piazza nella città in provincia di Frosinone. Lo si è appreso da fonti investigative. Emanuele Morganti non ce l'ha fatta dopo ore di agonia ed un intervento chirurgico. Era stato aggredito due notti fa da un gruppo di persone dopo una lite in un locale nel centro storico del comune frusinate per difendere la fidanzata. Il pm della procura di Frosinone ed i carabinieri stanno interrogando alcuni sospettati.

21:49Marine Le Pen, ‘l’Ue morirà, la gente non la vuole più’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - "L'Unione europea morirà perche' la gente non la vuole più". Ne è convinta Marine Le Pen, la candidata euroscettica alle presidenziali in Francia. Durante un comizio elettorale a Lille la leader del Front National ha rassicurato i suoi sostenitori che lasciare l'eurozona, come da lei proposto, "non trascinerebbe il Paese nel caos". "E' arrivato il tempo di sconfiggere i 'globalisti'. Il mio è un messaggio di libertà, emancipazione e liberazione", ha aggiunto Le Pen invitando "tutti i patrioti a riunirsi sotto la nostra bandiera".

21:40Atletica: Mondiali cross, il Kenya detta legge

(ANSA) - KAMPALA, 26 MAR - L'infinito dualismo tra Kenya ed Etiopia ha appena scritto un nuovo capitolo della sua storia ai Mondiali di corsa campestre. Oggi a Kampala, in Uganda, 12 sono le medaglie con la bandiera keniana (4 ori, 5 argenti e 3 bronzi), mentre 9 (4 ori, 4 argenti e 1 bronzo) quelle per i colori etiopi. I padroni di casa dell'Uganda festeggiano con tre podi (1 oro e 2 bronzi), poi Turchia, Eritrea e Bahrain si aggiudicano un bronzo a testa. Nella gara senior maschile si conferma il keniano Leonard Kamworor, mentre la connazionale Irene Cheptai vince il titolo fra le donne. Qui succede qualcosa mai verificatosi prima: 6 atlete ai primi 6 posti dell'ordine d'arrivo, tutte con la stessa bandiera, quella del Kenya che per il sesto anno consecutivo si aggiudica l'oro individuale Senior. La campionessa del mondo è Irene Cheptai, la meno pronosticata alla vigilia. Nell'Under 20, l'etiope Letesenbet Gidey ripete il successo femminile di due anni fa, invece l'ugandese Jacop Kiplimo conquista in casa l'oro juniores.

Archivio Ultima ora