Draghi: nell’Eurozona ripresa lenta, ancora rischi

Pubblicato il 12 novembre 2015 da redazione

draghi

BRUXELLES. – La ripresa lenta dell’Eurozona, assieme all’inflazione ancora lontana dalla “normalizzazione”, tengono la Banca centrale europea in guardia e pronta ad agire già a dicembre.

E la pressione su Francoforte, affinché perfezioni il suo programma di QE, arriva anche dal Fondo monetario internazionale che vede la dinamica dei prezzi nella zona euro ancora troppo bassa e richiama la Bce ad “un forte impegno ad attuare pienamente il piano di acquisto di asset e aggiustarlo se necessario”.

Intanto, l’Italia colloca sul mercato oltre cinque miliardi di Btp, con un nuovo minimo storico sul rendimento del tre anni, venduto per due miliardi allo 0,11%.

La preoccupazione della Bce per la ripresa modesta traspare dalle parole del suo presidente Mario Draghi, che oggi al Parlamento europeo ha parlato di “rischi al ribasso chiaramente visibili” da crescita e commercio globali.

Draghi ha spiegato che “la ripresa nell’Eurozona prosegue moderatamente”, e anche se “migliora e continua”, resta “lenta”. Certo, rispetto al passato è “più forte e più diffusa, e avviene anche nei Paesi sotto stress e ‘non core’, guidata da consumi e investimenti, un segnale positivo” di un’economia che riparte anche grazie al credito che si rimette in movimento.

Ma la possibilità che una crescita così modesta sia spinta di nuovo giù portano la Banca centrale a tenersi pronta ad agire a dicembre, anche con strumenti diversi dal QE, dopo aver valutato l’efficacia delle misure messe in campo finora.

Un nuovo intervento potrebbe essere necessario soprattutto perché l’obiettivo di riportare l’inflazione in zona 2% non è nemmeno all’orizzonte: “Le dinamiche dell’inflazione si sono indebolite, a causa dei prezzi bassi del petrolio e dell’effetto dell’euro forte”, ha spiegato Draghi.

E’ anche colpa della “protratta debolezza dell’economia degli anni scorsi”, che “continua a pesare sulla crescita nominale degli stipendi, e questo può moderare la pressione dei prezzi”. Per questo il presidente è ormai convinto che “per una normalizzazione dell’inflazione potrebbe servire più di quanto previsto a marzo, quindi all’incontro di dicembre riesamineremo le politiche monetarie”.

Proprio quello che vuole vedere il Fmi, convinto che “con i tassi nominali vicini allo zero in molte economie, la politica monetaria deve restare accomodante, anche tramite misure non convenzionali, per ridurre i rischi legati alla bassa inflazione e alla prolungata domanda debole”.

Draghi è poi tornato sulla necessità di risanare le banche, affinché sostengano una crescita convinta: “Se le banche non funzionano, possiamo abbassare i tassi di quanto vogliamo ma non si tradurrà nelle banche che riprestano credito all’economia reale”, ha chiarito.

Infine, il numero uno dell’Eurotower ha plaudito alle mosse dei leader Ue sui migranti, che hanno dimostrato “umanità e visione”. I migranti possono essere una risorsa, e se si prosegue su questa strada “l’Europa ne emergerà più forte”, ha concluso.

(di Chiara De Felice/ANSA)

Ultima ora

16:06Tennis: Torino vuole Coppa Davis e Fed Cup

(ANSA) - TORINO, 24 MAG - La candidatura della città di Torino ad ospitare le fasi finali della Coppa Davis e della Fed Cup per il triennio 2018-2020: questo il tema al centro della riunione che si è tenuta stamattina al ministero dello Sport. Erano presenti il ministro Luca Lotti, la sindaca di Torino, Chiara Appendino, il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, e i rappresentanti del Coni e della Federazione Tennis. La candidatura di Torino è stata presentata ufficialmente nei giorni scorsi e l'incontro di oggi, sottolineano i partecipanti, rappresenta il primo passo di un percorso condiviso. La decisione finale del board internazionale sulla scelta della sede arriverà nel mese di luglio, durante il torneo di Wimbledon.

15:46Tav:rapporti con recluso No Tav,ricorso contro licenziamento

(ANSA) - TORINO, 25 MAG - Una educatrice torinese di una cooperativa che opera nella casa circondariale 'Lorusso e Cutugno' è stata sospesa dall'incarico per avere intrattenuto rapporti con alcuni attivisti nell'area anarco-insurrezionalista e per aver pubblicato su Facebook foto di alcuni No Tav arrestati in segno di solidarietà. Il legale, l'avvocato Roberto Lamacchia, ha chiesto ai giudici del Tar la revoca del divieto di lavorare nel carcere delle Vallette. "Per tre anni lei ha svolto la sua attività nel padiglione dei tossicodipendenti, che nulla hanno a che fare con il Movimento No Tav, e l'ha fatto con buoni risultati - ha spiegato il legale - Tutto questo non determina l'esistenza di ragioni di sicurezza tali da allontanarla dal carcere". "Voglio riavere il mio lavoro - commenta Angela - Non mi è stato nemmeno permesso di salutare i ragazzi che seguivo". Alcuni autonomi hanno organizzato un presidio di solidarietà davanti agli uffici del Tar.

15:29M5s: La Rocca, se rinviata a giudizio non mi ricandido

(ANSA) - PALERMO, 24 MAG - "Se sarò rinviata a giudizio non mi ricandiderò alle regionali, come ho già annunciato nei giorni scorsi". Lo dice Claudia La Rocca, deputata dei 5stelle che si è auto-sospesa dopo avere ricevuto l'avviso di garanzia nell'inchiesta firme false della Procura di Palermo con la quale ha collaborato ammettendo di essere stata presente nel giorno della ricopiatura degli autografi di chi aveva firmato a sostegno della lista per le comunali del 2012.

15:27Manchester: Bonino, dobbiamo resistere culturalmente

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Attentato a Manchester? La sicurezza al 100% rispetto ai lupi solitari è impossibile. Ci saranno stati sicuramente degli errori nella prevenzione. Non dobbiamo cedere alla paura. Non dobbiamo dargliela vinta. Dobbiamo resistere culturalmente". Queste le parole di Emma Bonino presente stamani all'Università Statale di Milano.

15:22L.elettorale: Gelmini, nessun inciucio ma accelerazione urne

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Nessun Nazareno bis, nessun inciucio. Silvio Berlusconi con Forza Italia è impegnato a garantire una legge elettorale in grado di portare rapidamente gli italiani alle urne. Il centrodestra non ha bisogno di continui distinguo ma di una forte azione comune che racconti agli italiani qual è il Paese che vogliamo costruire". Così Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera.

15:21Boldrini, bene Confindustria su coesione e crescita

(ANSA) - ROMA, 24 MAY - "Ho trovato molto interessante l'accento posto sulla coesione e sulla crescita, così come mi è piaciuta l'insistenza sull'importanza di investire di più sui giovani". Lo dice la presidente della Camera Laura Boldrini a margine dell'Assemblea di Confindustria. "Ho anche trovato importante la sottolineatura sulla necessità di rafforzare una casa comune in Europa per le aziende, che se non saranno capaci di stare insieme non avranno uno spazio in futuro", aggiunge.

15:18Calcio: serie B, una giornata a Vignali

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Una giornata di squalifica a Vignali dello Spezia, espulso per doppia ammonizione nel primo turno dei playoff di Serie B. Il giocatore sconterà la squalifica nella prossima stagione, essendo stata la squadra ligure eliminata dal Benevento.

Archivio Ultima ora