Draghi: nell’Eurozona ripresa lenta, ancora rischi

Pubblicato il 12 novembre 2015 da redazione

draghi

BRUXELLES. – La ripresa lenta dell’Eurozona, assieme all’inflazione ancora lontana dalla “normalizzazione”, tengono la Banca centrale europea in guardia e pronta ad agire già a dicembre.

E la pressione su Francoforte, affinché perfezioni il suo programma di QE, arriva anche dal Fondo monetario internazionale che vede la dinamica dei prezzi nella zona euro ancora troppo bassa e richiama la Bce ad “un forte impegno ad attuare pienamente il piano di acquisto di asset e aggiustarlo se necessario”.

Intanto, l’Italia colloca sul mercato oltre cinque miliardi di Btp, con un nuovo minimo storico sul rendimento del tre anni, venduto per due miliardi allo 0,11%.

La preoccupazione della Bce per la ripresa modesta traspare dalle parole del suo presidente Mario Draghi, che oggi al Parlamento europeo ha parlato di “rischi al ribasso chiaramente visibili” da crescita e commercio globali.

Draghi ha spiegato che “la ripresa nell’Eurozona prosegue moderatamente”, e anche se “migliora e continua”, resta “lenta”. Certo, rispetto al passato è “più forte e più diffusa, e avviene anche nei Paesi sotto stress e ‘non core’, guidata da consumi e investimenti, un segnale positivo” di un’economia che riparte anche grazie al credito che si rimette in movimento.

Ma la possibilità che una crescita così modesta sia spinta di nuovo giù portano la Banca centrale a tenersi pronta ad agire a dicembre, anche con strumenti diversi dal QE, dopo aver valutato l’efficacia delle misure messe in campo finora.

Un nuovo intervento potrebbe essere necessario soprattutto perché l’obiettivo di riportare l’inflazione in zona 2% non è nemmeno all’orizzonte: “Le dinamiche dell’inflazione si sono indebolite, a causa dei prezzi bassi del petrolio e dell’effetto dell’euro forte”, ha spiegato Draghi.

E’ anche colpa della “protratta debolezza dell’economia degli anni scorsi”, che “continua a pesare sulla crescita nominale degli stipendi, e questo può moderare la pressione dei prezzi”. Per questo il presidente è ormai convinto che “per una normalizzazione dell’inflazione potrebbe servire più di quanto previsto a marzo, quindi all’incontro di dicembre riesamineremo le politiche monetarie”.

Proprio quello che vuole vedere il Fmi, convinto che “con i tassi nominali vicini allo zero in molte economie, la politica monetaria deve restare accomodante, anche tramite misure non convenzionali, per ridurre i rischi legati alla bassa inflazione e alla prolungata domanda debole”.

Draghi è poi tornato sulla necessità di risanare le banche, affinché sostengano una crescita convinta: “Se le banche non funzionano, possiamo abbassare i tassi di quanto vogliamo ma non si tradurrà nelle banche che riprestano credito all’economia reale”, ha chiarito.

Infine, il numero uno dell’Eurotower ha plaudito alle mosse dei leader Ue sui migranti, che hanno dimostrato “umanità e visione”. I migranti possono essere una risorsa, e se si prosegue su questa strada “l’Europa ne emergerà più forte”, ha concluso.

(di Chiara De Felice/ANSA)

Ultima ora

22:32Calcio: Lotito, “Keita? Nessuna offerta da Inter e Juve”

(ANSA) - ROMA, 21 LUG - "Le offerte arrivate per Keita? Quella del West Ham è pubblica. Le offerte di Juventus e Inter non sono arrivate. Dall'estero sì". Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, commenta così la situazione sulla possibile partenza di Keita, ormai separato in casa con il club biancoceleste. "Io con Keita osservo, faccio l'osservatore. Per Keita sono arrivate diverse offerte importanti. Abbiamo lasciato libero di scegliere il giocatore. La società troverà le soluzioni adeguate", ha aggiunto Lotito parlando dal ritiro di Auronzo di Cadore. Riguardo al rinnovo de giocatore "non ho proposto nulla, non sono un operatore di mercato. Abbiamo tanti ruoli in società, ognuno fa il suo. Il mercato non lo faccio io".

22:19Nuoto: Mondiali sincro, il misto libero in finale

(ANSA) - ROMA, 21 LUG - Il "Paradiso perduto" del campione del mondo Giorgio Minisini e della sua partner del misto libero Mariangela Perrupato è in finale ai Mondiali di sincronizzato, in corso a Budapest. Ingresso con il secondo punteggio della routine: 90.8333 punti e "si può fare ancora meglio", assicurano i protagonisti, ma "oggi era importante rompere il ghiaccio". Meglio di tutti fanno i russi: Mikhaela Kalancha e Aleksandr Maltsev ricevono di più, 92.0000 e gli statunitensi Bill May e Kanako Kitao Splendlove sono terzi con 88.0333. Domani alle 19 la finale.

21:17Incendi Vesuvio: interventi sul campo per prevenire roghi

(ANSA) - NAPOLI, 21 LUG - Rafforzare il meccanismo di controllo del territorio e il tempestivo avvistamento degli incendi. E' la priorità scaturita dall'incontro in Prefettura a Napoli sulla emergenza roghi che sta interessando il versante del Vesuvio. Al tavolo oltre al Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, c'erano i tredici sindaci (o loro delegati) della Comunità del Parco Nazionale del Vesuvio: Boscoreale, Boscotrecase, Ercolano, Massa di Somma, Ottaviano, Pollena Trocchia, San Giuseppe Vesuviano, San Sebastiano al Vesuvio, Sant'Anastasia, Somma Vesuviana, Terzigno, Torre del Greco, Trecase. ''L'incontro ha assolto egregiamente la sua finalità, cioè creare un piu' forte coordinamento tra tutti gli attori istituzionali che sono chiamati in causa da eventi come gli incendi boschivi, in modo da ottimizzare le risorse che di certo non sono illimitate'', ha spiegato il prefetto a termine della riunione che ha definito ''molto collaborativa e concreta''.

21:14Calcio: la Spal prende difensore finlandese Vaisanen

(ANSA) - BOLOGNA, 21 LUG - La Spal ha reso noto di aver acquisito a titolo definitivo dalla società svedese AIK Solna il calciatore finlandese Sauli Aapo Kasperi Vaisanen. Difensore, classe '94, ha firmato un contratto che lo legherà alla società biancazzurra fino al 30 giugno 2020, con opzione per la quarta stagione. Lo scorso anno il giocatore ha esordito nella nazionale maggiore della Finlandia, con cui fino ad ora ha totalizzato sei presenze.

20:45Terremoti: italiani arrivati a Bologna, ‘salvi per miracolo’

(ANSA) - BOLOGNA, 21 LUG - "Eravamo fuori a bere, poi ha cominciato a ballare tutto e a 20 metri da noi è crollato un palazzo". Comincia così il racconto di Mattia Girolami e Stefano Valori, 19enni della provincia di Lucca atterrati alle 18.37 a Bologna da Kos."È stata una scossa fortissima, abbiamo fatto appena in tempo ad aggrapparci a una ringhiera e scappare, mentre l'acqua cominciava a salire, ma per fortuna si è fermata". Attorno a loro, il panico: ''Subito si è formata una calca enorme, la gente ci veniva addosso, ma dopo un'ora la situazione è tornata alla normalità". Tanta paura anche per la lucchese Michela Nelli e i suoi 2bambini: "È stata un'esperienza bruttissima - racconta - eravamo sulla costa quando abbiano sentito una scossa fortissima, non riuscivo a raggiungere la camera dei bambini. Siamo salvi per miracolo, ci trovavamo vicino al centro, la zona è stata molto danneggiata. Abbiamo preso una macchina e siamo andati sopra una collina, praticamente abbiamo passato lì tutta la giornata. Non lo dimenticherò mai".

20:43Afghanistan: attacco talebani, uccisi 30 agenti

(ANSA) - KABUL, 21 LUG - Giornata di sangue per le forze di polizia afghane. Almeno 30 agenti sono stati uccisi in un attacco dei talebani nella provincia settentrionale di Badakhshan, mentre altri 12 poliziotti sono morti per 'fuoco amico' in un raid aereo americano in appoggio ad un'operazione dell'esercito afghano nella provincia meridionale di Helmand. Nel primo caso, i talebani hanno sparato e ucciso 30 agenti nel distretto di Tagab anche se un consigliere locale, Kamil Beg Husaini, riferisce che le vittime sono 35.

20:35Terremoto: scossa 3,6 gradi tra Veneto e Lombardia

(ANSA) - VERONA, 21 LUG - Una scossa di terremoto di magnitudo 3,6 è stato avvertito questa sera nel veronese e in nei comuni confinanti del bresciano. La scossa, che ha avuto epicentro a 8 km di profondità, in una zona ad una dozzina di chilometri da Crone (Brescia), è durata qualche secondo ed è stata sentita distintamente nella città scaligera, soprattutto da chi abita ai piani più alti di palazzi e condomini. Il movimento tellurico è stato avvertito anche in molti paesi della sponda veronese del lago di Garda. Non risulta tuttavia la segnalazione di danni.

Archivio Ultima ora