A Caracas il “Salón de la Pasta”, fra tradizione, arte e cultura

Pubblicato il 13 novembre 2015 da redazione

pasta

CARACAS – L’appuntamento è stato fissato per il 19 novembre, presso gli spazi di Urban Cuplé nel Centro Commerciale Città Tamanaco. Sarà allora, infatti, quando si alzerà il sipario sul “Salón de la Pasta”, manifestazione culturale-imprenditoriale organizzata dalla Camera di Commercio Venezuelano-Italiana.

Quattro giorni (il telone scenderà il 22 novembre) per un evento singolare, in cui cultura, arte e imprenditorialità s’intrecceranno e confonderanno avendo come sfondo il “Made in Italy”. Ma sarà un “Made in Italy” particolare; un “Made in Italy” fatto non solo di tecnologia ma soprattutto di tradizioni.

Si prevede un pubblico delle grandi occasioni, se i pronostici non saranno traditi; un pubblico di consumati cuochi e di appassionati alle prime armi che avranno solo l’imbarazzo della scelta tra le tante interessanti iniziative offerte durante la manifestazione. “In primis”, veri e propri “mini-corsi” sulla elaborazione della “pasta fatta in casa” e sulle nuove tendenze della cucina internazionale.

Quella della pasta “fatta in casa”, della pasta artigianale è in Italia non solo un’arte ma una solida tradizione che si tramanda da madre a figlia. Ricette, consigli, segreti che variano da regione in regione costruendo un solido tessuto culturale. Non è lo stesso, infatti, degustare un piatto di polenta nel nord Italia, densa e corposa adatta al freddo del settentrione, che assaporare un piatto di polenta del sud, più cremosa e delicata e, quindi, adatta ai palati raffinati del meridione.

pasta2

Regione che vai, ricetta che trovi. Ad esempio, tortellini, ravioli, tagliatelle, lasagne nel Nord; maccheroni, fusilli, cavatieddi, scilateddi, orecchiette nel Sud. La cucina, per gli italiani, è l’occasione per un attimo di raccoglimento, di “stare in famiglia”, di ritrovare il calore del focolare. Insomma, quasi un rito religioso.

Nel corso del “Salón de la pasta”, noti chef internazionali sveleranno i loro segreti durante mini-conferenze teorico-pratiche.

Tra questi, Tamara Rodríguez e Juan Sara che parleranno dei loro gnocchi elaborati con yucca, ocumo e sedano; Teo Veldez, del “Gruppo Mokambo”, che disserterà sui suoi tortelloni; Julio Rodríguez che disquisirà sui suoi delizioni Culurgiones della Sardegna; la famiglia Brando che esporrà la pasta di Pierino; Reison Frioni che parlerà dei suoi classici gnocchi di patate; Carlos Navarro che svelerà i segreti della pasta al cacao. E ancora, Tony Maldonado de “Il Duomo dei Sapori”, Federico Galarraga con suoi sughi del “Azahar” e tanti altri.

Nel corso della manifestazione saranno offerti corsi di “Cucina dal vivo”, divisi in diverse sale d’accordo alla specialità di riferimento. Ad esempio, la “Sala dei Ravioli”, con corsi su pasta ripiena; la “Sala delle Tagliatelle”, con lezione su “pasta lunga”; la “Sala dei Cavatelli”, dedicata alla pasta corta.

La manifestazione, poi, sarà un’occasione unica per gli industriali del settore. Infatti, non solo potranno incontrarsi, condividere esperienze e magari, perché no, iniziare alleanze strategiche ma anche esibire la tecnologia di punta e mostrare la varietà di prodotti elaborati destinati al consumatore. Si prevede siano presenti produttori di farina, ragù e salse, formaggi, latticini, spezie, liquori, condimenti, insaccati, olii, conserve, uniformi, libri e attrezzi per la cucina.

In un Paese in crisi, in cui è sempre più difficile trovare prodotti per la cucina, sarà molto interessante vedere come gli chef aiuteranno i buongustai e gli amanti della cucina a districarsi nel complesso labirinto del “no hay” che oggi caratterizza il Paese..

Ultima ora

01:25Accoltella e investe immigrato, indagini su matrice razziale

(ANSA) - RIMINI, 22 MAR - Un riminese è stato fermato questa sera dalla polizia di Stato per il tentato omicidio di un immigrato. Il fatto sarebbe accaduto davanti ad un supermercato: l'italiano lo ha prima preso a pugni, poi l'ha accoltellato e infine, quando lo straniero ha tentato la fuga, lo ha investito con l'auto. Il giovane è in prognosi riservata all'ospedale, mentre il riminese è stato rintracciato poco dopo dalla polizia di Stato e portato in Questura, dove è stato sottoposto a fermo per tentato omicidio. Accertamenti sono in corso per appurare se il gesto violento abbia una matrice razziale.

00:28Slovenia: decapita nonna e fratello, poi brucia le teste

(ANSA) - LUBIANA, 22 MAR - Uccide la nonna di 80 anni e il fratello di 31, poi li decapita, brucia le teste e si autodenuncia alla polizia. Si è consumato così nel villaggio di Lukovec, piccolo paesino di una quindicina di case a Nord-Ovest di San Daniele del Carso, nel Comune di Komen, nel cuore del Carso sloveno, un delitto familiare che - secondo gli investigatori - assume i contorni dell'atto di follia. Il protagonista è un uomo di 35 anni, Marko Abram, che nella serata di lunedì ha ucciso i due familiari. Ancora da capire il movente del delitto, così come ancora poco chiare sono gli strumenti utilizzati per il delitto, che secondo alcune ricostruzioni, potrebbero essere due coltelli e un'accetta, al momento in possesso della Polizia scientifica che li sta esaminando ed esprimerà le proprie valutazioni nei prossimi giorni. L'avvocato dell'assassino, Gorazd Gabri, oggi, all'uscita dal Tribunale dove Abram è stato interrogato per sei ore, ha detto ai giornalisti che il suo cliente ha riconosciuto la propria colpevolezza.

00:23Calcio: Podolski saluta con un gol

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Sconfitta immeritata per l'Inghilterra, battuta 1-0 dalla Germania nell'amichevole di lusso giocata questa sera a Dortmund. L'unica rete porta la firma di Lukas Podolski, gran sinistro all'incrocio dei pali al 24' della ripresa. L'ex interista, campione del mondo nel 2014, ha così salutato nel migliore dei modi la maglia bianca dopo 130 presenze e 49 reti. Ma fino al momento in cui è passata in svantaggio ha fatto più bella figura l'Inghilterra, che nel primo tempo ha colpito un palo con Lallana ed è andata ancora vicino al gol con Dele Alli, tiro centrale parato da ter Stegen.

23:08Fillon denuncia ‘un complotto di Stato’

(ANSA) - PARIGI, 22 MAR - Il candidato della Destra alle elezioni presidenziali francesi, Francois Fillon, denuncia un "complotto" e violazioni del "segreto istruttorio" con fughe di notizie organizzate dai "servizi dello Stato". "Le maschere cadono, il complotto è ormai sotto agli occhi di tutti i francesi", ha detto ai microfoni di radio France Info, aggiungendo: "Ogni settimana ci sono fughe (di notizie) contro il segreto istruttorio, fughe di notizie organizzate dai servizi dello Stato".

22:34Attacco Londra: chiusa la London Eye

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Il London Eye, la ruota panoramica della capitale britannica sulla riva del Tamigi, ha sospeso il suo servizio. Lo hanno riferito le autorità precisando che tutti i turisti, dopo essere rimasti bloccati per quasi un'ora nelle cabine, sono stati fatti scendere e non hanno avuto problemi.

22:24Siria: i turchi bombardano zona curda

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 MAR - L'artiglieria turca ha bombardato nelle ultime ore postazioni curdo-siriane nella Siria nord-occidentale, un giorno dopo l'arrivo in quella stessa area di mezzi blindati russi a protezione dell'area a maggioranza curda. Lo riferisce l'Osservatorio per i diritti umani in Siria (Ondus), secondo cui i colpi di artiglieria hanno colpito il distretto di Afrin e quello di Jenderes. Non si registrano uccisi ma solo feriti tra civili e miliziani curdi. La stampa araba aveva dato ampio risalto ieri all'arrivo ad Afrin di truppe russe a bordo di mezzi blindati. E' la prima volta che le forze di Mosca si schierano al confine con la Turchia.

22:18Milan: arrivati 20 mln, resto caparra atteso entro venerdì

(ANSA) - MILANO, 22 MAR - Sarebbero arrivati nelle casse di Fininvest 20 dei 100 milioni di euro della terza caparra che i cinesi di Sino-Europe Sports devono pagare per ottenere una nuova proroga del closing per l'acquisto del Milan. Secondo quanto filtra, due sono le ricostruzioni della vicenda. La società cinese di Li Yonghong si starebbe muovendo con più di una banca per completare il pagamento di questa terza caparra da 100 milioni di euro e questo bonifico sarebbe avvenuto con tempistiche diverse da quello da 80 milioni di euro, atteso fra domani e venerdì. Oppure Ses si sarebbe affidata a un unico istituto finanziario che ha deliberato i bonifici in momenti diversi.

Archivio Ultima ora