Bagnasco, i cattolici testimonino coerenza e trasparenza

Pubblicato il 13 novembre 2015 da redazione

ROMA 23-4-2010 CEI  LAVORI DI TESTIMONI DIGITALI  MEDIA - TV - INTERNET - VIDEO - DIGITALE S.E.CARD. ANGELO BAGNASCO  PH: CRISTIAN GENNARI

ROMA 23-4-2010
CEI
LAVORI DI TESTIMONI DIGITALI
MEDIA – TV – INTERNET – VIDEO – DIGITALE
S.E.CARD. ANGELO BAGNASCO
PH: CRISTIAN GENNARI

FIRENZE. – “L’impegno del cattolico nella sfera pubblica deve testimoniare coerenza e trasparenza”. A chiusura del quinto Convegno Ecclesiale Nazionale che si è tenuto a Firenze, il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, ha indicato in sintesi il ruolo dei cattolici “anche – ha precisato – alla luce dei recenti fatti di cronaca”. “Dobbiamo anzitutto uscire, andare – ha detto Bagnasco nel suo intervento -.

Non basta essere accoglienti: dobbiamo per primi muoverci verso l’altro, perché il prossimo da amare non è colui che ci chiede aiuto, ma colui del quale ci siamo fatti prossimi. “Desidero una Chiesa lieta col volto di mamma, che comprende, accompagna, accarezza”, ci ha detto Papa Francesco.

Tale sia lo spirito con cui anche noi agiamo: quello di chi ha premura verso tutti e va loro incontro per incontrarli e creare ponti con loro, e tra loro e Cristo. Dobbiamo uscire e creare condivisione e fraternità: le nostre comunità e associazioni, i gruppi e i singoli cristiani, vivano sempre con questo spirito missionario, e su di esso si verifichino periodicamente, poiché da ciò dipende l’autenticità della proposta.

Ben venga, quindi, l’impegno – appena risuonato – a formare all’audacia della testimonianza, come quello di promuovere il coraggio della sperimentazione, secondo quanto richiesto soprattutto dai giovani”.

Al termine della sua prolusione dal titolo ‘Prospettive’, il presidente della Cei ha incontrato i giornalisti affrontando anche i temi che, appunto, stanno scuotendo il Vaticano e le gerarchie ecclesiastiche.

A chi gli ha domandato che cosa si dovrebbe fare “in un momenti di difficoltà come è quello che sta attraversando la Chiesa, che cosa la Chiesa deve temere di più, l’uscita di libri, l’ateismo o gli attacchi interni? E quale è la risposta più efficace: la critica all’esterno o un’autocritica della Chiesa”, Bagnasco ha indicato tra i maggiori pericoli “la timidezza spirituale”.

“Se la mia anima è timida, tiepida questo è il peggiore nemico della Chiesa. Questo ci richiama ad una continua conversione spirituale, ad una conversione del mio cuore per non renderlo freddo, distante, non infuocato verso Cristo. Se mi arrendo a una mediocrità fatta a sistema, eretta a sistema io sono il peggiore pericolo per Chiesa, della comunità cristiana, dentro e fuori”.

Tra le ombre indicate dal presidente della Cei anche quella che si è allungata sull’ex abate di Montecassino, Pietro Vittorelli, accusato di appropriazione indebita dei soldi provenienti dall’8 per mille.

Nel suo intervento, ha ricordato Bagnasco, “ho parlato di ombre, evocando situazioni penose come ad esempio questa. Non è una grande consolazione, tantomeno vuole essere una giustificazione che in mezzo ad un grande popolo di religiosi e consacrati purtroppo ci possano essere esempi di una vita di contraddizione o esempi di contraddizione.

Nessuna ombra deve oscurare la luce della Chiesa. Tanti religiosi danno esempio di fedeltà, ai propri compiti e ai propri doveri. Questa luce non deve essere oscurata. Le ombre sono gravi e gravissime, devono essere dette e non nascoste, ma non devono oscurare questa luce”.

E sulla vicenda dell’ex abate è intervenuto anche il card. Agostino Vallini, vicario del Papa per la diocesi di Roma e presidente della Conferenza episcopale del Lazio (cui appartiene Montecassino): c’è un “sentimento di dolore e di amarezza a cui si aggiunge un bisogno un po’ più profondo: qualora le accuse saranno dimostrate attraverso le vie legali, certamente la Chiesa di Cassino, attraverso il suo pastore, agirà legalmente con un’azione di risarcimento, perché tutti sappiano che i beni che il popolo dà alla Chiesa, ritornano al popolo e non hanno altre finalità. Questo è un principio che intendiamo riaffermare con chiarezza senza paura e verso tutti”.

(di Daniela Grondona/ANSA)

Ultima ora

13:38Esplosione a Donetsk, ‘grave ministro separatista’

(ANSA) - MOSCA, 23 SET - Il 'ministro' delle Entrate e delle Imposte dell'autoproclamata repubblica popolare di Donetsk, Aleksandr Timofeiev, è rimasto ferito in seguito a un'esplosione verificatasi stamattina a Donetsk: lo riferiscono i separatisti locali sul loro sito web ufficiale aggiungendo che Timofeiev "è ricoverato in ospedale in gravi condizioni" e che ad esplodere è stata la sua auto. Secondo l'agenzia Interfax, otto persone sono state ferite dall'esplosione. Ma alcune fonti riferiscono di due detonazioni. Secondo l'ufficio stampa del sedicente ministero delle Entrate e delle Imposte della repubblica secessionista del sudest ucraino, l'auto di Timofeiev sarebbe saltata in aria. "L'auto del ministro è esplosa oggi, non sappiamo dove fosse l'esplosivo. Abbiamo appena parlato con il ministro, è vivo", riferisce il 'ministero', citato dall'agenzia di stampa ufficiale russa Tass.

13:24Noemi: padre, verità e giustizia per mia figlia

(ANSA) - PERUGIA, 23 SET - "Voglio verità e giustizia per mia figlia Noemi": a dirlo è Umberto Durini, il padre della sedicenne di Specchia (Lecce) uccisa il 3 settembre dal suo fidanzato di 17 anni che ha poi confessato l'omicidio. L'uomo si è affidato all'avvocato del foro di Perugia Walter Biscotti, già legale della mamma di Sarah Scazzi e difensore di Salvatore Parolisi, che si è recato appositamente nella città pugliese. "Umberto Durini - ha detto all'ANSA l'avvocato Biscotti - vuole ringraziare le forze dell'ordine e tutti quelli che hanno collaborato alle indagini. Chiede che rimanga alta l'attenzione sul caso perché ci sono punti ancora oscuri legati alla confessione del ragazzo". Secondo il legale "occorre chiarire in particolare il ruolo del padre del diciassettenne". (ANSA).

13:13Calcio: Bayern, Alaba a disposizione per la sfida con il Psg

(ANSA) - ROMA, 23 SET - All'indomani del mezzo passo falso in Bundesliga (con il pareggio interno subìto dal Wolfsburg da 2-0 a 2-2 nell'anticipo della sesta giornata), in casa Bayern Monaco arriva la buona notizia del pieno recupero di David Alaba, il quale potrebbe essere disponibile sin dal prossimo, delicato impegno della squadra di Carlo Ancelotti, mercoledì a Parigi contro il Psg in Champions League. Stamani l'esterno austriaco, infortunatosi ad una caviglia in Nazionale (nella gara del 5 settembre scorso contro la Georgia, qualificazioni mondiali), ha svolto la seduta d'allenamento con i compagni tornando anche colpire il pallone per la prima volta dall'incidente.

13:05Corea Nord: Nuova Cina, terremoto di magnitudo 3.4

(ANSA) - SEUL, 23 SET - Un terremoto di 3.4 gradi di magnitudo è stato rilevato in Corea del Nord. Lo riferisce l'agenzia Nuova Cina. Il sisma rilevato in Corea del nord ha cause naturali, secondo l'agenzia meteorologica sudcoreana. Un funzionario ha precisato che il sisma, di magnitudo 3, è stato individuato nella stessa regione in cui di recente è stato compiuto un test nucleare, ma ha detto che certamente non è stato causato da un'esplosione artificiale. Esperti cinesi, citati da media internazionali, hanno invece affermato che potrebbe trattarsi del risultato di un'esplosione.

12:35Inchiesta a Napoli su test medicina ‘venduti’ a candidati

(ANSA) - NAPOLI, 23 SET - L'ipotesi è che qualcuno abbia 'venduto' i risultati del test per l'accesso alla facoltà di medicina ai figli di due esponenti delle forze dell'ordine: per questo la Procura di Napoli ha aperto una inchiesta. Quattro gli indagati, accusati di corruzione: un'assistente bibliotecaria che il 5 settembre scorso, giorno dei test, faceva parte della squadra di 300 impiegati con compiti di vigilanza; il marito, ex dipendete dell'Università e i due appartenenti alle forze dell'ordine. Sarebbe iniziato tutto da una intercettazione telefonica, da lì su disposizione del pm Ida Frongillo la mattina del 5, tra gli oltre 4mila studenti sarebbero scattate anche le perquisizioni. Quelle sugli indagati hanno dato esito negativo; saranno esaminate le memorie di computer e cellulari. In un solo caso, tra i candidati, è stato rinvenuto un algoritmo sul quale sono in corso accertamenti per verificare la compatibilità con la risoluzione del quiz.

12:35Omicidio stradale, un arresto a Taranto

(ANSA) - TARANTO, 23 SET - Il conducente di un'automobile, che guidava sotto l'effetto dell'alcool e che è risultato positivo anche all'assunzione di sostanze stupefacenti, è stato arrestato per omicidio stradale dopo che la vettura che guidava, una Renault Megane, è uscita di strada, ribaltandosi, provocando la morte di un 24enne di Carosino (Taranto), Andrea Attanasio. Nell'incidente - avvenuto la notte scorsa sulla statale 7 Appia, nel tratto che collega Taranto a San Giorgio Jonico, nei pressi di un ristorante - è rimasto ferito lo stesso conducente dell'automobile, un 39enne, ed altre tre persone. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, vigili del fuoco e Polizia stradale. L'arrestato ha riportato solo contusioni. Altri tre giovani, trasportati in ospedale, hanno riportato ferite giudicate guaribili tra i 7 e i 30 giorni.

12:17Germania: a vigilia voto si riduce distanza Merkel-Schulz

(ANSA) - BERLINO, 23 SET - Alla vigilia del voto tedesco, si riduce la distanza fra i due candidati cancellieri: stando al sondaggio Emnid di Bild am Sonntag, anticipato oggi, in una elezione diretta Angela Merkel avrebbe il 45% dei consensi e Martin Schulz il 32%. Nelle ultime settimane lo scarto si è ridotto da 29 a 13 punti: quattro settimane fa, infatti, i due candidati erano premiati rispettivamente dal 51 e dal 22% dei consensi.

Archivio Ultima ora