Moglie ebreo ferito: ‘Ora abbiamo paura di tornare a casa’

(ANSA) – MILANO, 14 NOV – “Lui sta meglio ma è un po’ irrequieto, ora abbiamo paura di tornare a casa, credo che ci sentiremo sempre insicuri”. Parla così la moglie di Nathan Graff nel corridoio dell’ospedale Niguarda, dove è ricoverato il marito, 40enne di religione ebraica accoltellato giovedì sera a Milano. “Ho ricevuto in regalo mio marito giovedì sera – aggiunge la donna – e di questo sono grata a Shem, il nostro dio, che ci ha fatto questo grande dono”.

Condividi: