Renzi, compatti contro il terrore ma nessuna reazione scomposta

Pubblicato il 15 novembre 2015 da redazione

Tiratori scelti dei Carabinieri eseguono dei controlli in vista dell'Angelus nei dintorni della basilica di San Pietro, Roma, 23 febbraio 2013.  ANSA/ GUIDO MONTANI

Tiratori scelti dei Carabinieri eseguono dei controlli in vista dell’Angelus nei dintorni della basilica di San Pietro, Roma, 23 febbraio 2013. ANSA/ GUIDO MONTANI

ROMA.- Compattezza e unità contro il terrore, in un momento in cui serve una reazione di cuore e di testa, ma non di pancia. Il premier Matteo Renzi, dal G20 di Antalya, torna così a chiedere a tutte le forze politiche di “abbassare i toni” in una giornata segnata dalla morte di Valeria Solesin e nella quale, in un messaggio inviato alla famiglia della giovane veneziana, interviene anche il presidente Sergio Mattarella assicurando con chiarezza che, “insieme ai Paesi amici, risponderemo con intransigenza ad una micidiale sfida di morte”.

Per il governo e le massime istituzioni italiane è, insomma, la giornata della “determinazione” da mettere in campo in un “momento delicato” e nel quale, tuttavia, “servono buon senso ed equilibrio” e “non isteria” spiega Renzi dalla Turchia tornando a rivolgersi, a 24 ore dalla riunione con i capigruppo, alle forze politiche.

In Italia, tuttavia, la polemica sulla risposta anti-Isis non si placa e vede ancora una volta la Lega “in trincea”. “Nessun dialogo, l’Isis va fermato con le armi”, ribadisce anche oggi Matteo Salvini tornando ad attaccare il governo: “Alla guerra non si risponde con le chiacchiere di Renzi e dell’inutile Alfano”.

Una posizione sulla quale tra l’altro anche FI sembra allinearsi, con il capogruppo Paolo Romani (tra i più ‘lontani’ dalle politiche del Carroccio) che rimarca: “Una coalizione internazionale che distrugga Daesh. L’Italia deve fare la sua parte”.

Per ora, però, il governo non intende dar vita ad alcuna reazione scomposta, né in Siria né, in generale contro L’Isis. Bisogna far funzionare la testa e non la pancia, e serve una strategia complessiva che tenga insieme i diversi punti di conflitto in Medio Oriente e in Africa, è il ragionamento che Renzi, a margine dei lavori di un G20 segnato dalla necessità di accelerare sulla soluzione della crisi siriana, fa con i suoi collaboratori.

Determinazione e saggezza, sono insomma due concetti che Renzi ritiene fondamentali non solo nel contesto italiano, ma anche in quello internazionale. “Il Paese unito e compatto assieme agli altri partner europei sarà in grado di vincere” il terrorismo”, assicura il premier avvertendo come quello della lotta all’Isis è un “tema che ci porteremo nei prossimi mesi e forse anni”.

E da lunedì, gli attacchi di Parigi ‘irromperanno’ anche in Parlamento dove lunedì alla Camera (con Gentiloni e Alfano) e martedì al Senato il governo terrà un’informativa urgente. Nel frattempo l’esecutivo accelera anche su un aumento dei fondi su sicurezza e intelligence da inserire già nella legge di stabilità, forse con un emendamento alla Camera.

Accanto al grande filone della lotta al terrorismo il G20 di Antalya è, inoltre, un vertice dove si pone l’accento sulle sfide della crescita, della disoccupazione e della lotta alla disoccupazione giovanile. Sfide che coincidono con quelle italiane, osserva Renzi rimarcando il “riconoscimento” giunto dal summit “per alcuni traguardi raggiunti dal nostro Paese, che è stato più volte citato”.

Riconoscimento che viene certificato anche dalle parole, durante la sessione plenaria, del presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker, che definisce “eccezionale” il lavoro del governo sulle riforme strutturali.

Il clima, rispetto al G20 in Australia, per l’Italia è cambiato, è il ragionamento di Renzi con i suoi non mostrando preoccupazione sulla decisione attesa dall’Ue a marzo sulla clausola di salvaguardia. E’ normale, noi abbiamo fatto quello dovevamo, e la nostra situazione è migliore di quella dell’anno scorso, è il ragionamento del premier che, soffermandosi sul taglio del 15% entro il 2025 alla disoccupazione giovanile prevista nella bozza del documento del G20, non nasconde la sua ambizione: noi vogliamo fare molto di più.

(di Michele Esposito/ANSA)

Ultima ora

14:47Diritti tv: scaduto termine offerte, ora valutazioni Lega A

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - E' scaduto alle 13 il termine per la presentazione delle offerte per il bando domestico dei diritti tv della Lega Serie A del triennio 2018-21, che verranno valutate dall'assemblea dei club in programma alle 15. Alle 11 era convocata, ma non si è ancora aperta, un'altra assemblea, con all'ordine del giorno il rinnovo delle cariche e l'approvazione della modifica dello statuto che introduce per le elezioni il quorum a maggioranza semplice a partire dal terzo scrutinio. I dirigenti delle società sono riuniti informalmente e sul fronte della governance della Lega Serie A, commissariata da nove mesi, è atteso un nuovo rinvio.

14:44Calcio: Inter, visite mediche per Rafinha

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - Rafinha sta svolgendo le visite mediche con l'Inter e, a ore, è attesa l'ufficialità del suo trasferimento in nerazzurro dal Barcellona con la formula del prestito con diritto di riscatto. Il centrocampista, arrivato a Milano nella serata di ieri, ha già svolto la prima parte delle visite alla clinica Humanitas e ora sta sostenendo quelle al Coni. Non è escluso che Rafinha raggiunga Appiano Gentile per una prima seduta di allenamento e per incontrare il tecnico Luciano Spalletti.

14:39Suicida dopo accusa abusi: impiccato davanti a una chiesa

(ANSA) CASSINO (FROSINONE), 22 GEN -Ha deciso di suicidarsi all'ingresso di una piccola chiesa di montagna, non distante da Cassino, l'agente della penitenziaria accusato di aver abusato della figlia 14enne. A notare il corpo dell'uomo è stato un passante che ha avvisato i carabinieri. Il corpo si trovava all'ingresso del luogo di culto, in uno spazio delimitato da una grata a protezione del portone. Per togliersi la vita ha utilizzato uno spago da imballaggio. Secondo una prima ricostruzione l'uomo non avrebbe lasciato nessun biglietto.

14:37Catalogna: Torrent, Puigdemont candidato presidente

(ANSA) - MADRID, 22 GEN - Il presidente del parlamento catalano Roger Torrent ha annunciato che presenterà il nome di Carles Puigdemont come candidato presidente della Catalogna che sarà sottoposto all'investitura della plenaria a fine mese. Quello di Puigdemont, appoggiato dal fronte indipendentista che ha la maggioranza assoluta, è il solo nome emerso dal giro di consultazioni con i gruppi politici degli ultimi giorni, ha precisato. La sessione di investitura del nuovo presidente catalano è prevista entro il 31 gennaio.

14:37Calcio: Sun, Raiola porterà Balotelli alla Juve

(ANSA) - LONDRA, 22 GEN - Calciomercato o fantacalcio? L'ultima clamorosa voce arriva dall'Inghilterra: al centro Mario Balotelli e il suo agente Mino Raiola. Secondo il tabloid inglese Sun, l'attaccante sarebbe vicino a un clamoroso ritorno in Italia, per vestire la maglia della Juventus. Il giornale scrive di un contratto già pronto a Torino per l'attuale punta del Nizza che a fine stagione sarà svincolato per scadenza contratto. Balotelli ha giocato nelle ultime due stagioni con la maglia del Nizza e quest'anno ha già messo a segno 17 reti, stabilendo il nuovo record personale. Secondo le indiscrezioni provenienti dall'Inghilterra l'accordo, della durata di cinque anni, prevedrebbe per SuperMario un ruolo centrale nel progetto di Massimiliano Allegri, e non di semplice alternativa a Gonzalo Higuain.

14:23Tennis: Australia, Chung elimina Djokovic

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Sorpresa agli Open d'Australia di tennis, dove Novak Djokovic è stato eliminato negli ottavi di finale. Il serbo, ex numero 1 del mondo e vincitore per sei volte a Melbourne, si è arreso al giovane sudcoreano Hyeon Chung, che si è imposto in tre set con il punteggio di 7-6, 7-6, 7-6. Chung, 21 anni, vincitore a novembre nelle Next gen Atp Finals a Milano, e autore al turno precedente dell'eliminazione del tedesco Alexander Zverev, incontrerà adesso lo statunitense Tennys Sandgren che ha sconfitto per 6-2, 4-6, 7-6 (4), 6-7 (7), 6-3 l'austriaco Dominic Thiem, numero 5 del seeding.

13:58Calcio: Cagliari, arrivano Lykogiannis e Ceter

(ANSA) - CAGLIARI, 22 GEN - Ora è ufficiale: il greco Charalampos Lykogiannis, classe 1993 e il colombiano Damir Ceter, classe 1997 sono due giocatori del Cagliari. Lykogiannis arriva dallo Sturm Graz e si trasferisce in rossoblù a titolo definitivo legandosi al club rossoblù sino al 2022. È un difensore che gioca abitualmente sulla fascia sinistra, bravo in fase di copertura ma anche nelle ripartenze. È cresciuto nell'Olympiakos e con la squadra greca ha vinto un campionato nazionale, due coppe e ha esordito in Champions League. Lo scorso settembre ha anche esordito in nazionale. Nelle ultime due stagioni ha giocato nel campionato austriaco: 81 presenze e sei gol. In rossoblù e con contratto sino al 2022 anche Ceter (FOTO): attaccante centrale alto e fisicamente ben piazzato è considerato uno dei nomi emergenti del calcio sudamericano. Nell'ultima stagione ha giocato con l'Independiente di Santa Fè: 12 presenze e due gol. Alle 15.30 nella sala stampa della Sardegna Arena, la presentazione ufficiale dell'attaccante.

Archivio Ultima ora