Encuentra respuestas sobre dolor de espalda inflamatorio

Pubblicato il 16 novembre 2015 da redazione

DTYB_Understanding-IBP_Patient-Leaflet_Espanol-tiro

• Aproximadamente 1 de cada 5 adultos experimentan dolor de espalda durante más de 3 meses.
• En 1 de cada 20 personas con dolor lumbar crónico, éste tiene origen inflamatorio y, en algunos casos, puede tardar hasta 10 años en ser diagnosticado correctamente.
• El dolor de espalda de tipo inflamatorio puede relacionarse con enfermedades autoinmunes, que con el tiempo limitan la movilidad y en los casos más graves, provocan la fusión de los huesos de la columna vertebral.

Por definición las enfermedades de origen genético y/o autoinmune no pueden ser prevenidas, sin embargo, una vez se presentan, la educación en torno a ellas es fundamental para sobrellevarlas. Es el caso de las enfermedades reumáticas como la espondilitis anquilosante o la espondiloartritis axial no radiográfica, afecciones que generan dolor de espalda crónico causado por la inflamación, y que típicamente afectan a menores de 40 años.

Precisamente por presentarse en personas jóvenes y activas, este dolor de espalda puede confundirse con dolor de origen mecánico, causado por posturas, cargas o movimientos inapropiados. Pero, cuando el dolor en la parte baja de la espalda sobrepasa los 3 meses de duración o no tiene una razón aparente, hay que encender las alarmas, pues las enfermedades reumáticas que causan dolor lumbar inflamatorio afectan de manera considerable la vida de las personas desde el punto de vista físico, emocional, social y laboral, por eso es importante conseguir un diagnóstico correcto y temprano para establecer un plan de manejo adecuado.

Para la Dra. Yvonne Rengel, reumatóloga, “el dolor de espalda es un verdadero problema de salud pública, pues cada uno de nosotros tiene la potencialidad de tener dolor de espalda en algún momento de nuestras vidas. Sin embargo, no le prestamos mucha importancia cuando aparece y muchas veces por desconocimiento creemos que es normal y llegamos a acostumbrarnos a vivir con dolor, sin entender que puede ser la primera señal de patologías crónicas limitantes”.

Ante este panorama y por el desconocimiento sobre el origen y consecuencias del dolor lumbar se ha creado la página web noledeslaespalda.com, una iniciativa de salud que tiene como objetivo concientizar acerca del dolor de espalda inflamatorio, invitando a las personas que han experimentado dolor de espalda prolongado, a aprender más acerca de las posibles causas de su malestar y orientarlas sobre una adecuada consulta médica, y de esta manera ayudar a reducir el impacto en su calidad de vida a causa de un posible retraso en el diagnóstico.

Noledeslaespalda.com proporciona información que permite orientar al público general sobre las características del dolor lumbar inflamatorio, la estructura de la columna vertebral, tipos y causas de dolor de espalda, diferencias entre el dolor de espalda mecánico y el inflamatorio, tipos de exámenes diagnósticos, especialidades médicas relacionadas y un test de comprobación con base en la sintomatología diaria que puede orientar al espectador sobre si es requerido consultar a un reumatólogo.

“Este espacio digital que presentamos hoy, nolesdeslaespalda.com, tiene un formato sencillo y por lo tanto amigable a diferente audiencias, cubre los aspectos básicos de información relacionados con el dolor de espalda, incluyendo el diagnóstico y qué esperar de la visita con el especialista; cada uno de los segmentos informativos mantiene un sustento teórico publicado por los líderes de opinión en la materia, lo cual le brinda al lector la confianza que la información que encuentra en la página es veraz”, indica la doctora Rengel.

Asimismo, esta web ofrece recomendaciones para quienes deben vivir con dolor de espalda, pues las acciones del día a día tienen un efecto y este espacio detalla los hábitos a cambiar para sobrellevar la condición. “Un elemento a destacar es que nolesdeslaespalda.com es una web interactiva y motivadora, con la información que aporta invita siempre a tomar una acción, una iniciativa, que es acudir al médico especialista. Por lo tanto constituye una herramienta efectiva para promover la consulta temprana de los pacientes” puntualizó la galeno.

Finalmente, la especialista en reumatología reflexiona: “es interesante saber que la comunidad en general tiene poco conocimiento de la importancia del dolor crónico como un signo de alarma tan serio como podría ser tener fiebre, en consecuencia cuando una persona se queja de dolor deber ser escuchada y atendida oportunamente.

La persistencia en el tiempo podría alterar significativamente la calidad de vida de quien lo padece, limitando sus actividades laborales, privándose de actividades familiares o recreativas, produciendo alteraciones del estado de ánimo, tristeza y frustración. Sin embargo existe la creencia general que está bien acostumbrarse, coloquialmente la persona expresa ‘yo me aguanto’, ‘yo no me quejo con nadie’, entre otras expresiones que solo reflejan la creencia equivocada que es inevitable”, sentencia Rengel.

Noledeslaespalda.com cuenta con algunos materiales informativos descargables, para ser compartidos y aumentar la difusión respecto a esta condición. No le des la espalda al dolor

Ultima ora

17:18Calcio: problemi sicurezza, cambia sede Udinese-Hannover

(ANSA) - ST. VEIT (AUSTRIA), 27 LUG - Le autorità dell'Austria meridionale hanno richiesto, per motivi di pubblica sicurezza, lo spostamento dell'amichevole tra Udinese ed Hannover 96, in programma domenica a St. Veit. Il numero di spettatori previsto supera infatti la capacità dello stadio locale, che è di appena 2.430 posti. "E' una vergogna - ha commentato il sindaco di St. Veit, Gerhard Mock - ... ma la sicurezza viene prima di tutto". Al momento la partita resta confermata per domenica, bisognerà però trovare un impianto con una maggiore capienza.

17:14Scoperta enorme discarica rifiuti tossici, arresti

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Una cava dismessa in provincia di Latina trasformata in un'enorme discarica per rifiuti tossici, decine di camion e macchinari utilizzati per il trasporto e l'interramento immediato delle sostanze pericolose. E' quanto ha scoperto la Polizia al termine di un'indagine partita nel marzo del 2016. Il gip di Roma ha emesso 22 provvedimenti cautelari: 16 ordinanze di custodia cautelare in carcere (uno dei destinatari risulta ancora irreperibile) e 6 divieti di dimora. Le accuse, a vario titolo, sono associazione a delinquere, traffico illecito di rifiuti, autoriciclaggio, intestazione fittizia di beni. In mesi di accertamenti, con intercettazioni e sistemi di videosorveglianza, i poliziotti hanno scoperto che i rifiuti arrivavano a bordo di decine di veicoli pesanti, anche di notte, e venivano immediatamente interrati in modo da far sparire ogni traccia. Accertamenti sono in corso per verificare se sono stati inquinati un torrente e una sorgente di acqua minerale a poche centinaia di metri dalla discarica.

17:11Riti voodoo per 16enne costretta a prostituirsi, tre fermi

(ANSA) - CASERTA, 27 LUG - Un incubo durato oltre sei mesi quello che ha visto come vittima una nigeriana di 16 anni, costretta a venire in Italia e a prostituirsi a Castel Volturno (Caserta), ridotta in schiavitù e a vivere nel terrore costante che ai familiari potesse succedere qualcosa a causa dei riti tribali voodoo cui è stata sottoposta in patria. Questa mattina gli agenti della Squadra Mobile di Caserta hanno fermato su ordine della Dda di Napoli gli sfruttatori della minorenne, la maitresse nigeriana, Stella Omo di 47 anni, e il marito di quest'ultima, l'italiano Oreste Fioretti, di 42 anni. Un terzo complice, un nigeriano di 37 anni, è stato fermato al momento dell'esecuzione del provvedimento. La storia è venuta fuori nel febbraio di quest'anno, quando la ragazza è riuscita a liberarsi fuggendo dall'abitazione degli sfruttatori in cui era ridotta come schiava, e a raccontare tutto alla Polizia di Stato.

16:45Libia: Sì da Fi ad intervento se sarà efficace

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - "Se l'intervento di cui si parla in queste ore prevederà il blocco delle partenze di migranti dalla Libia, l'immediato ritorno e sbarco sulle coste libiche dei barconi intercettati, regole di ingaggio degli assetti militari impiegati chiare ed efficaci, noi saremo favorevoli. È quello che chiediamo da tempo ed è ciò che andava fatto da tempo". Lo dichiarano Renato Brunetta e Paolo Romani, capigruppo FI di Camera e Senato, Maurizio Gasparri ed Elio Vito, responsabili Consulta sicurezza di FI e Laura Ravetto presidente Comitato Schengen.

16:45Bomba in centro migranti: parrocchia reagisce con foto su Fb

(ANSA) - NUORO, 27 LUG - Il parroco di Santa Caterina D'Alessandria, don Michele Casula, reagisce all'attentato contro il centro di accoglienza di Dorgali. Lo fa attraverso una foto postata sul profilo Facebook della parrocchia, che ritrae i giovani migranti ospiti di "Su Babbu Mannu" insieme al parroco, e affidandosi alla forza delle parole di Charles de Foucauld, il religioso francese proclamato beato il 13 novembre 2005 da papa Benedetto XVI: "Se tu credi che ciò che riunisce gli uomini è più importante di ciò che li divide, Se per te lo straniero che incontri è un fratello, Se tu dividi il tuo pane e sai aggiungere ad esso un pezzo del tuo cuore, allora…La pace verrà". "Forse per tutti noi questo fatto - scrive don Michele - è una occasione per donare agli altri parole 'buone' e mettere da parte sentimenti e parole che certamente non aiutano a crescere… ma specialmente non aiutano i più giovani: facciamo un piccolo sforzo e lavoriamo per questo!". Poi un invito ai cittadini di Dorgali: "Questa sera alle 20 ci ritroveremo davanti al centro di Su Babbu Mannu per esprimere la nostra vicinanza...si può portare un segno di affetto per questi ragazzi. Ciascuno si muova liberamente". (ANSA).

16:43F.1: Vettel, riportare Ferrari dove merita

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - "E' bellissimo far parte della famiglia Ferrari. Siamo concentrati per portarla al posto che le compete, questa è la missione e il nostro obiettivo". Così Sebastian Vettel alla vigilia del Gp d'Ungheria di F1. "Qui penso che avremo un buona opportunità - ha aggiunto il pilota tedesco - Tornando indietro con la memoria quest'anno è stato molto positivo per gran parte della stagione Ancora non ho firmato un contratto - spiega Vettel nella conferenza stampa Fia - ma l'obiettivo è avere buoni risultati, non firmare le carte. Siamo in ritardo? Lavoriamo sodo io e il team, pensiamo alle cose che ci sono da fare. In estate avremo più tempo per pensarci, siamo concentrati sul lavoro e sulla macchina. Un pezzo di carta si firma in fretta. Comunque nessuno ha fretta, con la Ferrari siamo sempre in contatto conclude Vettel - mi diranno loro quando è il momento, non vedo problemi".

16:32Esami da avvocato truccati: undici condanne a Bari

(ANSA) - BARI, 27 LUG - Il gup del Tribunale di Bari Giulia Romanazzi ha condannato a pene comprese fra i 3 anni e 6 mesi e i 4 mesi di reclusione 11 dei 16 imputati accusati, a vario titolo, di aver truccato il regolare svolgimento delle prove scritte dell'esame da avvocato svoltosi a Bari nel dicembre 2014. Altri due imputati sono stati assolti, per altri due è stata disposta la 'messa alla prova', un altro ancora è stato prosciolto. I reati riconosciute dal giudice sono, a vario titolo, falsa attribuzione di un lavoro altrui, falso ideologico, rivelazione ed utilizzazione di segreti di ufficio, corruzione e truffa aggravata ai danni dello Stato. L'ex funzionaria dell'Università di Bari Tina Laquale è stata condannata alla pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione; sua figlia Innocenza Losito, funzionaria Adisu, a 3 anni e 6 mesi (condannata anche al risarcimento danni nei confronti dell'Adisu); l'avvocato barese Giuseppe Colella a 3 anni. Nell'ambito di questa indagine i tre furono arrestati nell'aprile 2016.

Archivio Ultima ora